Grande successo per la prima giornata dei Campionati Europei di Canottaggio Under 19 che stanno dando spettacolo sulle limpide, in questi giorni, acque della Schiranna di Varese e che vedeva andare in scena le gare di qualificazione per le finali di domani.

Davanti ad una conrice di pubblico di tutto rispetto, con la tribuna adibita per l’evento che è rimasta gremita per tutto il giorno, la Nazionale Italiana e più nello specifico, i 7 varesini impegnati, hanno dimostrato tutto il proprio feeling con le acque del Lago di Varese.

Grande soddisfazione per il General Manager del Comitato Organizzatore Pierpaolo Frattini, che commenta così la prima giornata della competizione continentale: “Tutto è filato liscio e, nonostante il poco tempo a disposizione per organizzare l’evento, ancora una volta il nostro Comitato Organizzatore ha risposto presente. Sarà retorica, ma ci tengo ancora una volta a ringraziare coloro che hanno reso possibile tutto questo. Mi riferisco in primis ai volontari e poi a tutte quelle persone che si sono prodigate, e che lo faranno anche domani, perché questi Europei si potessero disputare”.

Dichiarazioni a cui fanno eco quelle del presidente della FIC, dichiara Giuseppe Abagnale, presente sulle sponde del lago varesino: “Tutto sta funzionando alla perfezione e, senza paura di essere smentito, posso dire che ormai l’organizzazione qui è una garanzia. Dal punto di vista sportivo mi aspetto dei buoni risultati. E’ da questa categoria che inizia l’investimento sui giovani per l’Italia, una grande palestra in preparazione dei Mondiali che si terranno a luglio proprio su questo splendido campo gare”.

Passando alla gara, la prima varesina a scendere in acqua ed a conquistare il pass per le finali di domani è stata la diciassettenne Aurora Spirito della Canottieri Gavirate che, chiudendo con un tempo di 07:44,65, ha vinto con grande distacco una gara dominata, quella di JW1x, davanti a Slovenia, Ungheria e Moldavia.

Poi è stato il turno della squadra Junior Femminile 4 di coppia azzurra, nella quale milita Julia Intraina della Canottieri Varese, che, alla sua prima competizione internazionale, insieme alle compagne Elisa Marca, Giorgia Arata e Alice Bussacchetti ha chiuso in seconda posizione la gara di qualifica con un tempo di 06:44.18 dietro la Francia, andando così alla gara di recupero del primo pomeriggio, nella quale le azzurre si sono classificate terze, dietro a Svizzera e Repubblica ceca, mancando così l’approdo alla finale A di domani.

A metà mattinata è stata poi la volta della squadra Junior Femminile 8 con, che annoverava tra le sue fila ben 3 atlete della Canottieri Gavirate: Vittoria Calabrese, Caterina Monteggia e Ilaria Colombo. Le tre varesine, insieme alle compagne di squadra, hanno conquistato un prezioso secondo posto in classifica nella gara di qualificazione, con un tempo di 06:30.90, alle spalle della Romania.

Ottimo risultato anche per Giacomo Pappalardo della Canottieri Varese che, dopo una stagione travagliata, aggregato come riserva, nella competizioni ad esse riservata, ha battuto nettamente il diretto avversario ungherese, Simon Kunstar.

Nel pomeriggio è stata poi la volta del 4 con maschile, per una gara che metteva in palio solo la possibilità di aggiudicarsi una miglior corsia di partenza domani per la finale, con la Nazionale Italiana che tra le sue fila vedeva presente Lorenzo Fanchi, classe 2007, timoniere della Canottieri Varese. Gli azzurri hanno dovuto cedere alla Turchia, classificandosi secondi con un tempo di 06:29.44, davanti alla Croazia terza ed Ungheria quarta, per quella che verosimilmente potrebbe già rappresentare la classifica finale di domani.

Alessandro Burin

Articolo precedenteAttesa finita, Varese a Casale per i playoff. Porro: “Sappiamo cosa fare: umiltà e consapevolezza senza presunzione”
Articolo successivoGiro d’Italia, 14^ tappa – Giornata d’altri tempi, big in fuga: vince Yares, Carapaz si prende la Rosa. Nibali e Pozzovivo show

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui