Si è concluso domenica 14 maggio anche il Secondo Meeting Nazionale-Fondazione Carit presso il lago di Piediluco. Presente la Canottieri Varese con buoni risultati per i suoi 45 atleti in gara: quattro medaglie conquistate, alle quali va aggiunto il fatto che la maggioranza della quadra è arrivata in finale e che Brambilla, Doni e Fanchi M. sono rimasti a Piediluco nel Centro Nazionale di Preparazione Olimpica e Paralimpica per prepararsi ai campionati Europei Under 19 che si svolgeranno sabato 20 e domenica 21 prossimi in Francia.

Maichol Brambilla, dopo lo stop dovuto all’infortunio alla spalla, dà splendida prova del suo recupero: in doppio Under 19 con Marvucic Josef Giorgio (San Giorgio) vince la batteria di qualificazione, la semifinale e la finale conquistando il primo dei due ori per i giallo azzurri. “Per la finale eravamo consapevoli di poter fare benespiega Maichol– soprattutto visto le gare precedenti al Memorial. Ci siamo detti di fare la nostra miglior gara pensando a noi stessi e quello che sarebbe venuto, sarebbe venuto. Per me essere qui e aver potuto vendere cara la pelle significa tanto visto il periodo non facile e questo risultato fa sperare me e Josef di poter fare gli Europei di Brive insieme, quindi ora occhi al prossimo obiettivo in Francia“.

L’altra medaglia d’oro è stata conquistata da Della Bella Viola, Cancian Matilda, Gerosa Aurora e Carolina Marcheselli, che racconta soddisfatta: “prima della gara avevamo un’ansia tremenda; infatti, la partenza non è andata bene. Dopo i primi 500/1000 metri ci siamo riprese e siamo riuscite a superare la Lario. Poi abbiamo visto che la Speranza era lì vicino e allora siamo partite chiudendo ai 500 anziché ai 250“.

La medaglia d’argento è stata messa al collo dall’ammiraglia femminile Under 17 di Aroldi Neve, Bellucco Sara, Bianchi Sarah, Caretti Elena, Cincinelli Anna, Gergati Vittoria, Saturno Gioana timonata da Riccardo Doni e con capo voga Margerita Fanchi. Anche per loro la partenza non è stata buona, ma negli ultimi 500 metri le varesine hanno rimontato e combattuto riuscendo a superare Gavirate e Amici Del Fiume, incalzate dal timoniere che gli urlava “viaaa dai di gambe ragazze, entro e salto sul carrello’ “.

Bronzo per Nicolò Demiliani in singolo pesi leggeri. Se da un lato Nicolò non è riuscito a difendere il secondo posto del Primo Meeting, dall’altro ha fatto davvero una buona gara tenuto conto che aveva alle spalle un difficile recupero da una contrattura. “Gareggiare con questi colossi è davvero emozionante e stimolante, non sono molto soddisfatto della gara però considerato che non mi sentivo in formissima è già qualcosa, la prenderò come uno stimolo“.

Buon risultato che fa ben sperare anche per Edoardo Isella che ha vinto la finalina B in singolo pielle. E lo stesso Edo che fa sapere che è stato un risultato inaspettato visto che le regionali non erano andate molto bene: “sono decisamente soddisfatto perché sento finalmente di aver affrontato le gare in modo giusto e il risultato ne è stato la conferma. Vado verso i campionati carico e determinato a mettere in pratica le sensazioni che ho avuto oggi anche in barca con i miei compagni“.

Bravi ai tecnici che a Piediluco hanno perso le misure in vista dei Campionati Italiani e brava alla squadra che si è comportata in modo positivo e che torna a casa con un nuovo quattro senza.

Nicoletta Gnocchi

Articolo precedenteMedaglie e soddisfazioni per la Canottieri Luino a Piediluco
Articolo successivo16 maggio – Pioli: “Fino al gol l’Inter non era ancora entrato in campo. L’arbitro ha usato due pesi e due misure differenti”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui