La Pallacanestro Varese supera 80-72 la Germani Brescia, vendicando il -5 dell’andata in favore dei bresciani ma soprattutto staccando la Germani di ben 6 punti in classifica. Andiamo a vedere i voti di serata in casa biancorossa.

Ross 7: La luce biancorossa, in tutto e per tutto. Dopo le difficoltà di settimana scorsa contro Trento, che aveva studiato la partita per ingabbiarlo, anche stasera rivivie gli stessi sentimenti per un quarto e mezzo. Poi, prese le misure alla difesa bresciana, scova il buco nella rete di maglie Germani e inizia a colpire con insistenza senza fermarsi più. Guida la ribalta varesina nel terzo quarto quando può correre e inventare come più gli piace. Non precisissimo al tiro, chiude con 4/10 dal campo, decide di lasciar spazio alla verve altrui, innescandola, come quella di Owens, chiudendo con 7 alla voce assist.
Woldetensae 6.5: Concreto in attacco, solido in difesa. Questo è il Tomas che ci voleva e questo è quello che è stato. Rispetto a Trento l’atteggiamento è completamente diverso, soprattutto nella propria metà campo, dove si sbatte, difende, toglie fiato a Della Valle e Cournooh e per questo, si prende gli elogi di coach Brase in conferenza stampa.
De Nicolao 7: Sì, questa sera se lo merita tutto. Perchè al di là del fatturato in termini di punti, solo 2, De Nik mette a segno una prova solidissima, soprattutto difensivamente parlando, dando intensità e peso alla difesa biancorossa. A questo aggiunge anche un ottimo bottimo a livello di assist, ben 5, con cui arma i compagni.
Reyes 6: Ha il merito di trovare la luce in una serata non troppo brillante per lui. Deve combattere contro la fisicità bresciana per tutto il match. Gli spazi per attaccare come più desidera in palleggio partendo dalla linea dei tre punti sono pochi. Nonostante tutto però, Justin trova la via colpire in diverse occasioni. Il fatturato a rimbalzo rimane povero, solo 2 carambole conquistate, nota negativa di serata.

Brown 7.5: Determinante, come gli si richiede e come Varese ne ha bisogno. Vive una prima parte di gara in sordina, passata più a difendere e contenere Della Valle e Massinburg che ad offendere. Quando però si accende è assolutamente devastante: guida il parziale biancorosso del terzo quarto che porta gli uomini di coach Matt Brase anche a toccare quota +17 ed è decisivo nell’ultimo periodo per la concretezza con cui difende il fortino biancorosso. Ah, alla voce assist fa 7. Bravo Markel.
Caruso 5: Nervoso, troppo. Perde la bussola per un diverbio con Brase a fine secondo quarto in una serata in cui non gli riesce davvero poco e da lì non rientra più in partita, mentalmente e tecnicamente. Soffre la sfida con Odiase sotto le plance e non riesce ad incidere nemmeno a rimbalzo.
Owens 7.5: Se questo è il vero Tariq Varese può dormire sonni tranquilli. Quarta partita consecutiva da grande pivot: punti, rimbalzi, presenza e al di là di qualche svarione difensivo, una sempre maggior padronanza del ruolo.
Johnson 6.5: In una partita in cui Brescia decide di ruotare spesso e volentieri con 3 lunghi a quintetto, Nino è detrerminante per la fisicità che riesce a dare a Varese. Regge l’urto fisico della Germani, si spende per il bene del gruppo, conquista 7 rimbalzi totali e colpisce quando ne ha l’occasione. Concreto.

Alessandro Burin

Articolo precedenteBrase: “Decisiva l’applicazione difensiva”. Magro: “Situazione difficile, cerchiamo una scintilla” – VIDEO
Articolo successivoCampus non pervenuto a Montecatini: 101-68 il finale

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui