Milano – Derby numero 186 quello che si disputa nella serata di Santo Stefano fra Milano e Varese. Derby sentito dai tifosi con i varesini che caleranno in massa al Forum – attesi circa 1000 – derby con due squadre che esprimono una pallacanestro antitetica. Infatti, Varese esprime un basket fatto di velocità – miglior attacco e miglior transizione offensiva della A – Milano un basket giocato a metà campo fatto di esecuzioni. Assenti Reyes da una parte, Pangos, Datome e Shields dall’altra.
Agli assenti si aggiunge anche Owens e si capisce sin dalla palla a due che sarà arduo per Varese tenere il match a livello soprattutto fisico e di impatto con la sterminata panchina milanese che lascia fuori Voigtmann e Thomas per turnover. Finisce 96-84 una gara che ha visto l’OJM rincorrere per tutti i 40′ salvo lo sporadico 2-3 iniziale, ma, oggettivamente era difficile chiedere di più ai biancorossi. Dopo un inizio traumatico (su tutti il doppiaggio a quota 46-23), l’OJM capisce piano piano chi cavalcare per non finire tritata da una Milano che, va detto, rallenta col passare dei minuti. Varese trova tanto da un Caruso sempre presente per tutto l’arco della partita: punti, presenza difensiva, ma anche capacità di gestire i falli col il primo speso nel quarto periodo. Certamente una nota positiva la prova del pivot azzurro. Così come quella di un Ross che magari avrà fatto ad attaccare Hall che fisicamente lo sovrastava, ma, alla fine, ha capito come aprire la scatola fatturando 21 punti e 6 assist. Dietro la lavagna ci sentiamo di mandare il solo Johnson che ha avuto impatto sulla gara solo quando i buoi erano ampiamente scappati. In ottica Final Eight Varese è rientrata nel gruppone a quota 14: fondamentale evitare passi falsi in casa fra 7 giorni contro Tortona che, però, è capitolata in casa con Treviso. Insomma, non il biglietto da visita migliore per una gara che dirà molto sulle chances di andare alla Coppa Italia dei biancorossi. Sperando che l’infortunio di Owens sia solo un lieve malessere muscolare.

LA DIRETTA

PRIMO QUARTO

Subito una novità, purtroppo non positiva per Varese: Owens fuori dai giochi nel derby per un problema muscolare ad una gamba accusato nel riscaldamento. Caruso approccia bene la partita e Varese conduce sul 2-3, poi Milano carbura e Davies trova lungo la linea di fondo Luwawu-Cabarrot per il 7-3, poi Melli concede il bis: 10-3 con due bombe dei meneghini. OJM che replica subito con Woldetensae: altra tripla e 10-6 al 3′. Varese appoggia tanto il gioco su Caruso e il pivot serve l’assist per Ross: gioco da 3 punti per il 12-9 del 4′. Varese si dimentica Baron in angolo, poi Caruso è ottimo a rimbalzo d’attacco: 15-11 al 5′. Con le rotazioni all’osso Brase manda già in campo Virginio, ma è Milano che seguita a martellare dai 6,75: ancora Baron in transizione per il 23-11 del 6′ che vale il primo time out varesino. Johnson e Ross mettono insieme una doppietta dai 6,75 e il gioco si ferma nuovamente: stavolta è Messina a volerci parlare su sul 23-17 del 7′. OJM che gioca sempre in velocità e la coppia Ross Brown fattura il punto 19, ma Milano trova un gioco da 3 punti con Hall: 28-19 all’8′. I cambi varesini non sortiscono effetto con Milano che continua a ripassare la tabellina del 3 e a -32″ Olimpia avanti 34-19.

SECONDO QUARTO

Inizio di seconda frazione ardua per i biancorossi che non trovano punti in attacco di fronte alla attenta difesa milanese con Baron che pesca a una mano Luwawu-Cabarrot per un comodo appoggio: 40-21 al 12′. OJM che perde malamente un paio di possessi facendo veramente tanta fatica contro la fisicità dei quintetti dell’Olimpia e Milano doppia Varese sul 46-23 del 14′ con un piazzato di Melli. Varese costruisce un mini parziale di 0-4 con Caruso a schiacciare il 47-27, poi lo stesso lungo subisce fallo a rimbalzo: 47-28 al 16′. Varese dà il massimo possibile in campo e da un recupero di Johnson arriva la schiacciata di Brown per il 52-31 del 18′. Negli ultimi 2′ Varese costruisce anche qualche azione interessante, ma la buona sorte non è dalla parte di Librizzi e soci con Milano che amplia il divario: bomba di Hall prima, liberi di Ricci poi per il 57-31 a -17″.

TERZO QUARTO

Caruso riparte facendo bene mentre Johnson prosegue la sua gara fin qui anonima: fallo in attacco per l’ala varesina con Milano che trova il piazzato dalla lunga di Davies per il 62-34 del 22′. Reazione varesina che trova la bomba con Ross dal mezzo angolo, poi arriva un antisportivo su Woldetensae speso da Lawawu-Cabarrot che viene espulso per somma di falli (tecnico più antisportivo). 62-39 al 23′. Al 24′ una buona entrata di De Nicolao su recupero di Brown vale il 64-42. E’ una OJM che lotta e i biancorossi alzando il volume in difesa risalgono sotto i 20 punti: contropiede concluso da Caruso per il 64-47 del 25′. Caruso mette il canestro per i suoi 17 punti e l’OJM arriva a -15, ma Milano punisce subito le mancate o tardive rotazioni varesine: Baron infila la bomba del 69-49 al 27′. OJM che non molla e torna a -16 mostrando ardore e voglia di lottare: senza Johnson in campo che oggi non è in palla. Altro rally milanese sfruttando gli errori di una Varese che fatica a passare la metà campo con un quintetto leggerissimo: 80-56 al 29’30”.

QUARTO QUARTO

Ferrero recupera palla e poi è lui a finalizzare l’azione con un gioco da 3 punti. Varese recupera ancora palla in difesa, ma l’ennesima forzatura di Johnson non produce nulla: 84-63 al 32′. Gara che si protrae stancamente con parziale di 2-2 in 2′ con Milano che amministra: 86-65 e arriva il time out di un Messina che vuole di più dai suoi. Subito dopo Brown, tutto sommato positiva la sua prova, lascia la contesa avendo speso il suo quinto fallo su Alviti: poi il solito asse Ross Caruso costruisce l’87-67 del 35′. Davies vola a schiacciare con talento, poi si vede Johnson fermo a 5 punti fin qui: tripla dal palleggio e 90-70 al 36′. Con un quintetto italiano e il solo Johnson, Varese risale sul -17 con bomba dal mezzo angolo di De Nicolao, poi al 38′ arriva tripla e fallo per Johnson: 94-79.

Ea7 Emporio Armani Milano – Openjobmetis Varese 96-84 (36-21, 57-32, 82-60)

Milano: Davies 20 (8/10, 0/1), Luwawu-Cabarrot 12 (1/4, 2/2), Mitrou-Long 10 (2/2, 1/5), Tonut (0/4), Melli 11 (3/3, 1/1), Ricci 5 (1/2 da 3), Biligha 2 (1/2), Baron 11 (1/1, 3/6), Hall 11 (2/3, 2/6), Baldasso 3 (1/5 da 3), Alviti 1 (0/2, 0/2), Hines 10 (3/3). All. Messina.

Varese: Ross 21 (2/5, 3/5), Woldetensae 8 (0/1, 2/7), De Nicolao 5 (1/4, 1/3), Librizzi, Virginio 2 (1/2, 0/2), Ferrero 8 (2/2, 1/2), Brown 9 (2/6, 1/5), Caruso 19 (8/11, 0/2), Owens ne, Zhao, Johnson 12 (1/4, 3/9). All. Brase.

Arbitri: Begnis, Paglialunga, Bartolomeo.

Matteo Gallo

Articolo precedenteIl Lino Oldrini si fa bello: nel 2023 al via i lavori di riqualificazione dell’impianto
Articolo successivoFiocco azzurro in redazione: benvenuto Leonardo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui