Si è svolta nella cornice della Sala Immersiva di Camera di Commercio a Varese, sotto l’egida di Varese Sport Commission, la conferenza stampa di presentazione dei prossimi Campionati Europei di Canottaggio under 19, in programma alla Schiranna sabato 21 e domenica 22 maggio.

Evento di grande rilievo per tutto il mondo del canottaggio giovanile che apre definitivamente una stagione ricchissima per il movimento sul lago di Varese e che vedrà poi nella settimana finale di luglio, dal 22 al 31, andare in scena i Mondiali under 19 e 23.

Ad aprire l’incontro, moderato dall’Ufficio Stampa della Varese Rowing con Michele Marocco, è Anna Deligios della Camera di Commercio: “Ospitiamo sempre con piacere gli eventi che riguardano il canottaggio e più in generale tutti gli eventi sportivi. Siamo felici che anche quest’anno siamo riusciti a sostenere ben 22 eventi sportivi. Vi do l’appuntamento a sabato 21 a Ville Ponti per parlare di turismo in connessione con lo sport qui a Varese, il tutto parallelamente al discorso Olimpiadi”.

Dopo di lei è intervenuto il Sindaco di Varese, nonché Presidente del Comitato Organizzatore per i grandi Eventi sul lago di Varese, Davide Galimberti: “Vorrei ringraziare tutti gli attori che sono scesi in campo per organizzare al meglio questo evento che non era in programma fino a due mesi fa. Ovviamente dobbiamo ringraziare anche tutti gli sponsor e le aziende che hanno deciso di scendere in campo per sostenere questo evento, con il canottaggio che nel nostro territorio sta portando molte possibilità d’introiti negli ultimi anni. Questo è solo il primo dei due grandi eventi in programma, con i Mondiali di luglio per i quali ci stiamo preparando al meglio sotto tutti i punti di vista. Infine, per il Comitato Organizzatore sarà un piacere ospitare la Delegazione Ucraina, composta da ben 40 atleti, dando così un forte segnale di inclusione sociale quanto mai attuale in questo momento così complicato”.

Tra gli sponsor presenti BTicino con Romina Donazzi, Open Fiber con MariaRosa Gatti, BPER Banca con Fausto Rigamonti, SEA e Alfa, che hanno deciso di portare il loro sostegno a questo evento primario per il territorio di Varese, non solo a livello sportivo ma anche sociale.

Andando sulla parte più sportiva, presente stamane anche il presidente FIC Leo Binda, che ha espresso tutta la soddisfazione per essere riusciti ad ospitare ed organizzare questa edizione degli Europei under 19 in poco più di due mesi: “Questo europeo ci fa decollare verso i Mondiali. E’ incredibile come questo territorio abbia saputo anche in corsa, in meno di due mesi, organizzare un evento come gli Europei. E’ qualcosa che va oltre ogni immaginazione. Solo Varese poteva salvare l’Europeo e mantenerlo in Italia”.

Al suo fianco, il vice presidente della Canottieri Varese, Claudio Minazzi: “Come Canottieri Varese siamo contenti di questo evento. Volontari e volontarie faranno un sacrificio enorme per far sì che tutto riesca al meglio. Penso che anche per il territorio questi campionati siano ossigeno puro, da un punto di vista non solo sportivo, quanto di turismo”.

Infine ha concluso l’incontro il Direttore Generale del Comitato Organizzatore, Pierpaolo Frattini, che ha snocciolato il programma dei prossimi giorni di gare: “La manifestazione inizierà giovedì mattina alle 9.00 con l’apertura degli accreditamenti. La Nazionale Italiana Under19 è già al lavoro alla Schiranna e nei prossimi giorni arriveranno anche le altre partecipanti. In totale ci saranno 29 squadre per 460 atleti complessivi. Venerdì alle 18.30 in Schiranna, ci sarà una piccola cerimonia di apertura della manifestazione. L’accesso alle gare per i tifosi e gli appassionati sarà gratuito, così come i parcheggi e la tribuna che allestiremo. Sabato mattina inizieranno le gare che dureranno fino al pomeriggio. Domenica mattina alle 9.00 inizieranno le prime finali per poi arrivare al clou della manifestazione, dalle 12.00 alle 15.00 con le finali A e le medaglie”.

Alessandro Burin

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui