Grobelna trascina Chieri, Uyba stoppata 3 a 0

0
91

Il detto non c’è due senza tre questa volta non funziona, la Uyba si perde nei momenti cruciali del match e spreca l’occasione di inanellare la terza vittoria consecutiva. Una superlativa Chieri ma ancor di più una superlativa Grobelna stoppano senza sconti le ragazze di coach Musso, che sprecano troppe chance soprattutto nei finali di set trovandosi troppo spesso a rincorrere. Amarezza in casa bustocca, la posta in palio era alta ma Gennari & co sembravano avere tutte le carte in regola per spuntarla o quanto meno fare punti.

Ora testa a Scandicci, trasferta impegnativa quella di domenica 17 gennaio.

IL SESTETTO

Chieri si presenta in viale Gabardi con Bosio al palleggio, in diagonale con l’ex GrobelnaZambelli e Mazzaro al centro, l’altra ex Villani e la capitana Perinelli in banda e De Bortoli libero. Busto risponde con l’ex di turno Poulter in regia, Mingardi opposto, Olivotto e Stevanovic al centro, Gray e Gennari schiacciatrici e Leonardi libero.

LA DIRETTA

TERZO SET

È subito 1 a 1 con fallo in attacco di Chieri ed il mani fuori di Perinelli. Gray spinge sul 2 a 1, Grobelna non accenna ad alzare il piede dall’acceleratore ma ancora Gray non ci sta. 3-2. Ricezione non perfetto di Gennari (3-4), sempre Gray toglie le castagne dal fuoco 4-4, poi ci pensa Mingardi, 5-4. Doppia Alhassan, 5-6, poi altro pasticcio a rete delle bustocche e Grobelna ne approfitta, 5-7. Olivotto accorcia con un primo tempo (6-7), poi decide il video check che rileva un fallo in casa biancorossa. 6-8. Gennari non molla in attacco (7-8) e poi pesca anche un muro su Villani, è di nuovo pareggio 8-8. Poulter rimanda al mittente l’attacco di Grobelna, ma l’opposto biancorosso sciupa il servizio che segue, 9-9. Il video check questa volta sorride alla Uyba sull’attacco di Mingardi, poi ci pensa sempre Gray. 11-10. E con l’attacco fuori di Perinelli è 12-10. Grobelna e Alhassan continuano a fare male, è di nuovo pareggio 12-12. Mingardi non trova le mani del muro, Gennari fatica in ricezione, c’è Escamilla. 12-14. Non solo in attacco, Grobelna tira su l’impossibile, per Perinelli è un gioco da ragazze. 12-15. Time-out Busto. La numero otto sbaglia il servizio ma si rifà in attacco, poi però ci pensa Olivotto a non far scappare Chieri. 14-16. Il botto e risposta è continuo, Mingardi questa volta va a segno e si val sul 15-17. Escamilla porta sul -1, Stevanovic stavolta blocca Grobelna, è di nuovo pareggio 17-17. Il 18 a 17 per Chieri lo firma, nemmeno a dirlo Grobelna, mentre il punto successivo è opera di Villani. 17-19. Chieri macina punti con Villano, 17-20, ora si fa dura per le farfalle. L’attacco di Escamilla sa un po’ di ultima chiamata, c’è, ma una Grobelna così è implacabile. 18-21. Villani non perdona, Stevanovic non passa, 18-23. Poulter ci prova di seconda e fa bene, poi Stevanovic si riscatta. 20-23. Escamilla sbaglia il servizio, Stevanovic tiene le sue attaccate ad un filo. 21-24. Gray accorcia ancora, 22-24, timeout Chieri, ma la gara sembra ormai segnata. Ci pensa Perinelli a chiudere il match. 0 a 3.

SECONDO SET

Pronti via è subito 0 a 2 con Grobelna – Mazzaro. Bisogna scuotersi ma non è facile, ci pensano Mingardi e l’ace di Stevanovic. 3-3. Le farfalle non pungono, c’è il murone di Bosio. 3-5. Time-out Musso. Azione confusa la risolve Gray ed è 4-5. Ottima difesa di Gennari e Gray si ripete, 5-5. Una bella azione di Busto la chiude il muro di Olivotto poi Grobelna manda out, è sorpasso. 7-5. Primo tempo perfetto di Alhassan, Olivotto risponde con la stessa moneta. 8-6. Chieri non ci sta e trova il nuovo pareggio con il muro di Villani. 8-8. Le ospiti tornano in avanti grazie agli errori della Uyba, 9-12, mentre Mazzaro non sbaglia “il rigore” dopo un’altra ricezione imperfetta, 9-13. Musso chiama timeout. C’è da tornare compatte come nella prima parte di set. La risposta arriva dal muro di Gennari (10-13) ma Mingardi spreca il servizio. 10-14. Torna a far punti Grobelna (10-15) mentre Musso pesca Escamilla al posto di Gennari. La banda si fa subito trovare pronta in attacco ma non al servizio (11-16). Azione insistente ma alla fine vincente di Gray, troppi errori in battuta sbaglia anche Stevanovic. 12-17. Urlo di Villani per un muro prepotente su Mingardi, a dare ossigeno è la solita Gray. 13-18. Ancora Villani spinge sul +6, accorcia la solita Gray 14-19. Mingardi non spreca la ricezione sporca di Chieri (15-19) e dopo un altro scambio infinito e confuso lo risolve Mingardi. 16-19. Time-out ospite poi Grobelna torva un mani fuori importantissimo, 16-20. A tenere lì le biancorosse è Escamilla, ma Mazzro non molla un centimetro con il suo primo tempo. 18-21. Mingardi manda a rete il servizio, 18-22, Stevanovic torna a colpire, 19-22. Gli errori in battuta continuano (Escamilla) ma non quelli di Gray. 20-23. Pasticcio Chieri sul servizio di Stevanovic, farfalle a -2. 21-23. Padrone di casa all’arrembaggio, Mingardi stavolta trova la parallela vincente. 22-23. Gray superstar, è pareggio, 23-23. Mani fuori di Grobelna (23-24), ma poi sbaglia al servizio, è ancora pareggio si va ai vantaggi. Ancora l’opposto risponde presente, poi fallo di Alhassan, 25-25. Leonardi e Gray si superano in difesa, ma Mingardi sbatte sul muro e nell’azione confusa che segue è sempre lei a punire, Grobelna. 25-27.

PRIMO SET

È partenza shock per la squadra di coach Musso che subisce subito i colpi dell’ex Grobelna e Perinelli, e va sotto 5 a 1 con lo stesso tecnico costretto al time-out. Al rientro in campo c’è subito una super Leonardi messa a dura prova, il libero non si scompone Gray chiude uno scambio lunghissimo. 3-6. Il 7° punto è una brutta palla a rete che alla fine premia Chieri, la doppia di Bosio restituisce subito il favore. 4-7. Mingardi picchia duro, Grobelna risponde, Gray sbatte sul muro con la sua pipe. 5-9. Olivotto riscatta subito la compagna ed un’invasione premia le biancorosse. 7-9. L’ex opposto Uyba pare avere il dente avvelenato, ma Mingardi non è da meno, la sfida continua. 8-10. Arriva anche il primo punto di Stevanovic che riporta le bustocche lì lì. 9-10. Time-out Chieri.Grobelna riparte con il piglio giusto, ma la centrale numero quindici della Unet E-Work non è da meno. 10-11, mentre il peggio lo firma il mani fuori di Gray. 11-11. Stevanovic sale in cattedra, due muri consecutivi ed è sorpasso. 13-11. Perinelli tiene lì Chieri, Zambelli ottiene il nuovo pareggio. 13-13. Gray con un gran colpo spinga la Uyba sul +1, poi ci pensa Villani a mandare out dalla seconda. 15-13. È sempre Grobelna a crederci, ma non solo, 15-15. Sfida equilibratissima. Si picchia forte in un altro scambio lungo fin quando Olivotto respinge al mittente l’attacco di Villani. 16-15. Chieri continua a tenere il fiato sul collo delle farfalle e siamo ancora sul 17-17. Mingardi non ci sta, Olivotto ha decisamente preso le misure a rete, è 19-17. Ennesimo time-out di coach Bregoli, si torna in campo ed è sempre Grobelna a farsi sentire. 19-18. Finisce out l’attacco di Mingardi, ma non quello di Gennari. 20-19. Villani si riscatta, Mingardi anche dall’errore di prima. 21-20. Si procede ancora punto a punto, con Grobelna che tocca la doppia cifra personale e con Gennari che ora ha scaldato il braccio. 22-21. Gli scambi lunghi sono un marchio di fabbrica di questo primo set, ma stavolta Stevanovic manda lungo. Gennari sbaglia la ricezione sul servizio di Mazzaro ed è controsorpasso. 22-23. Perinelli non fa passare la pipe di Gennari ma Gray tiene a galla le sue, 23-24. L?ultimo sigillo non poteva che essere di una Grobelna scatenata, palla flop e 25 a 23. Il primo set è di Chieri.

Unet e-work Busto Arsizio – Reale Mutua Fenera Chieri 0-3 (23-25, 25-27, 22-25)

Unet e-work Busto Arsizio: 1 Poulter 2, 3 Olivotto 7, 6 Gennari 4, 7 Bonelli ne, 8 Gray 18, 9 Leonardi (L), 11 Mingardi 12, 12 Piccinini, 13 Cucco, 15 Stevanovic 10, 17 Escamilla 4, 18 Bulovic ne, 23 Herrera Blanco. All. Musso.

Reale Mutua Fenera Chieri: 1 Alhassan 4, 3 Perinelli 11, 4 Bosio 2, 5 Frantti, 6 Mayer ne, 7 Gibertini ne, 8 Grobelna 25, 9 Villani 11, 10 De Bortoli (L), 11 Laak, 12 Mazzaro 9, 18 Zambelli 1, 21 Meijers ne. All. Bregoli, 2° Sinibaldi

Mariella Lamonica
(foto di Alessandra Molinari)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here