Trofeo Alfredo Binda, Minervino: “Il 21 marzo la nostra provincia protagonista grazie all’amore per le due ruote”

0
32

In queste prime settimane del nuovo anno il ciclismo su strada torna sui pedali. Le maggior parte delle squadre è in ritiro per testare materiali, amalgamare il team e impostare la nuova stagione agonistica. Così come tornano al lavoro gli organizzatori degli appuntamenti più importanti che riprendono a disegnare percorsi, comporre tabelle orarie, spedire richieste e inseguire autorizzazioni.
Quest’anno, oltre a tutto il resto di ordinaria e straordinaria amministrazione, gli organizzatori si trovano ad allestire il piano di sicurezza Covid. L’emergenza Coronavirus, che di fatto lo scorso anno ha cancellato gran parte degli appuntamenti, obbliga infatti alla massima prudenza ed al rigoroso rispetto delle indicazioni del Ministero della Salute, delle Regioni, dell’Unione Ciclistica Internazionale e della Federazione Ciclistica Italiana.

“Si tratta di protocolli molto stringenti che osserviamo con scrupolosa attenzione – spiega Mario Minervino, patron del trofeo Alfredo Binda donne – che comporterà misure rigorosissime che abbiamo predisposto e che troveranno attuazione durante tutta la settimana delle due competizioni che la Cycling Sport Promotion ha in programma il 21 marzo. Purtroppo sappiamo già che non potremo ospitare il grande pubblico all’arrivo e alcune cerimonie si svolgeranno “a porte chiuse”. Dovremo anche fare a meno della festa così come delle iniziative che da sempre organizziamo per i bambini ma c’è tanto entusiasmo da parte dei teams e delle atlete. Possiamo dire fin d’ora che abbiamo già ricevuto richieste di iscrizione da parte di dieci squadre straniere per la corsa junior e da parte delle prime nove squadre nella classifica mondiale world tour. Dunque lo spessore tecnico delle due gare sarà elevatissimo e lo spettacolo agonistico è garantito. Devo sottolineare – aggiunge Minervino – che il territorio, attraverso le Istituzioni e gli sponsors, hanno risposto con grande slancio anche in un momento così difficile come quello che stiamo attraversando. La provincia di Varese si dimostra sempre un territorio che ama il ciclismo”.

Domenica 21 marzo è in programma, dunque, Il ventiduesimo trofeo Alfredo Binda, secondo appuntamento della stagione World Tour donne e il l’ottavo Piccolo Trofeo Binda, secondo appuntamento della Coppa delle Nazioni donne junior. La sede di partenza e arrivo sono state confermate dai due primi cittadini, Danilo Centrella e Fabrizio Anzani; le due gare partiranno da Cocquio Trevisago e si concluderanno a Cittiglio.

Redazione
(foto Ossola)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here