Prendono il via gli eventi collaterali alla centesima edizione della Tre Valli Varesine, gara Pro Series per professionisti in programma martedì 5 ottobre con partenza da Busto Arsizio e arrivo a Varese. L’amministrazione comunale di Busto Arsizio e la Società Ciclistica Alfredo Binda di Varese hanno programmato una serie di iniziative che inizieranno venerdì 4 giugno, alle 20.30, presso la sala Tramogge dei Molini Marzoli a Busto Arsizio, con la serata sul tema: “La sicurezza di chi va in bicicletta: un diritto, non un’eventualità”, un incontro dedicato alla Fondazione Michele Scarponi, che avrà come relatori Marco Scarponi e il giornalista Stefano Zago.

“Il percorso di avvicinamento alla gara che ci onoriamo di ospitare inizia con una serata dedicata alla sicurezza stradale a cui invito i cittadini, e non solo gli sportivi, a partecipare – afferma l’assessore allo Sport Laura Rogora -. Sembra un tema facile, ma non lo è affatto, la sicurezza degli utenti deboli della strada è un tema che richiede costanza, attenzione, passione e tanta volontà. Ogni giorno sulla strada si ripetono tragedie come quella capitata purtroppo a Michele Scarponi, abbiamo il dovere di fare tutto il possibile per fermarle, non solo invitando a comportamenti corretti e rispettosi degli altri, ma anche promuovendo la realizzazione di piste e percorsi ciclabili sicuri e facilitando la mobilità sostenibile”.

Sicurezza stradale è anche il tema principale che accompagnerà l’avvicinamento alla Tre Valli Varesine numero 100: “La sicurezza è da sempre il principiale obiettivo della Società Ciclistica Alfredo Binda nella realizzazione delle proprie manifestazioni – afferma Renzo Oldani – oltre all’aspetto prettamente sportivo la nostra società sta realizzando una serie di iniziative di sensibilizzazione verso i ciclisti che quotidianamente pedalano sulle strade. È un compito delicato e molto importante che siamo orgogliosi di potere portare avanti”.

Per poter partecipare alla serata occorre prenotare telefonando al numero 0331 390357 (Ufficio Sport) o scrivendo alla mail: [email protected]  

S.G.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui