Top 2020, 4^ parte – Il nuovo lockdown, il coprifuoco, le dirette del Città di Varese e le lacrime per Marchetto

0
97

Ultima tranche di 2020, ultimi tre mesi in cui tra campionati nuovamente ridotti all’osso, decreti ufficiali, vuoti inaspettati, non sono mancate le news da raccontarvi e le emozioni da vivere. Saremmo ipocriti se dicessimo che è andata bene così, avremmo voluto scrivere di altro, eppure, nonostante tutto, abbiamo quotidianamente raccolto le energie per non perdere di vista nulla, nemmeno in un periodo tanto delicato.
Da ottobre a dicembre ecco tutto ciò che ha tenuto banco in quest’ultima parte di 2020, ecco gli articoli che entrano nella top speciale dei pezzi più letti.

OTTOBRE

La seconda ondata è dietro l’angolo, inevitabile un nuovo stop del mondo del calcio dilettanti. Il 16 ottobre il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana chiede la sospensione di tutti i campionati dilettantistici. Questa decisione è stata presa al termine del vertice concluso tra i responsabili del CTS e i sindaci dei Comuni capoluogo. Ecco il pezzo che sancisce lo stop: FONTANA BLOCCA TUTTI I CAMPIONATI. WEEKEND SENZA CALCIO E NON SOLO

Passano appena 10 giorni e lo stop da definitivo si trasforma in uno stop a tempo determinato almeno fino al 7 febbraio. È questa la data che il CRL individua come possibile ripartenza per i campionati di calcio dilettanti.
In questo articolo tutti i dettagli della decisione che ha tenuto tutti con il fiato sospeso: UFFICIALE, IL MONDO DEL CALCIO DILETTANTI DICE BASTA! CAMPIONATI SOSPESI FINO A FEBBRAIO 2021

Non è solo il mondo del calcio dilettanti ad alzare bandiera bianca. La situazione epidemiologica si aggrava, scatta l’ora del coprifuoco. A partire dalle ore 23 si spengono le luci, tutti a casa. La decisione viene presa direttamente dal governatore della Lombardia Fontana che impedisce gli spostamenti dalle 23 fino alle 5 del mattino salvo comprovate esigenze lavorative e necessarie. 
Ecco il nocciolo della questione affrontato in questo articolo. COPRIFUOCO IN LOMBARDIA, DALLE 23 TUTTI A CASA. SI ALLONTANA LA RIAPERTURA PER IL MONDO DELLO SPORT?

NOVEMBRE

Il mese di novembre si apre nel peggiore dei modi. La condizione epidemiologica del paese porta, sostanzialmente, ad un nuovo lockdown. L’Italia viene divisa in tre zone, rossa, arancione e gialla, con diverse regioni, Lombardia compresa, alle prese con restrizioni tanto simili alla condizione già vissuta nello scorso marzo. Qui la firma del Premier Giuseppe Conte: CONTE FIRMA, DA DOMANI È LOCKDOWN. IN LOMBARDIA SI FERMA TUTTO, ANCHE LO SPORT

Giù la claire alle ore 18, consentito solo l’asporto: l’ultimo DPCM non lascia scampo a bar, pub e ristoranti. Varese Sport decide di raccogliere gli sfoghi da tanti addetti del settore, tra questi anche un punto di riferimento come l’Excalibur Pub di Induno Olona. A dire la sua è Massimiliano Azzalin, proprietario del pub che ha aperto 17 anni fa.
Qui le sue parole: EXCALIBUR PUB, AZZALIN: “SITUAZIONE VERGOGNOSA E SENZA SENSO. REGALO BIRRA A CHI PRENDE CIBO DA ASPORTO DA NOI

Il calcio si aggrappa al Città di Varese, tornato a “vivere” proprio in una stagione complicata come quella in corso e alle prese con il campionato di serie D. Da anni mancava la sfida tra i biancorossi e la Caronnese, ecco che la diretta del match, vinto dai rossoblù 1 a 0 al Franco Ossola, è stato indubbiamente uno dei pezzi più letti del mese di novembre. 
Ecco come era andata: LA CARONNESE SBANCA L’OSSOLA (0-1). QUARTA SCONFITTA PER IL CITTA’ DI VARESE

DICEMBRE

Anche nel mese di dicembre è il Città di Varese a tenere banco e lo fa con una insidiosa trasferta come quella andata in scena a Lavagna. La diretta firmata Varese Sport è una delle più seguite in questa prima parte di stagione.
Rileggiamo come era andata la gara: BUON PARI PER IL CITTA’ DI VARESE A LAVAGNA: 1-1 DI RIGORE

Non solo calcio, anche il basket regala emozioni nei giorni di festività. È davvero al cardiopalma il match tra Varese e Treviso, che alla fine, in una gara davvero controversa e ricca di continui ribaltamenti di fronte, vede i veneti spuntarla al fotofinish. La diretta firmata Matteo Gallo è stata davvero vissuta da tantissimi con il fiato sospeso: FINALE AMARISSIMO, TREVISO PASSA A VARESE IN VOLATA (79-80)

Se c’è un personaggio che a Varese ha lasciato il segno è Massimo Zappino. Varese Sport si è affacciata sulla nuova vita del giocatore brasiliano adottando all’età di 10 anni da una famiglia siracusana ed ha ripercorso tutte le tappe storiche di Zappino, tra sorrisi e lacrime. Ecco l’intervista che ha suscitato tanto curiosità in tutti voi: MASSIMO ZAPPINO: “VARESE MI HA RIDATO IL CALCIO E POI MI HA LASCIATO SENZA SQUADRA. A SIRACUSA PER I FIGLI”

Quando ripartono i campionati giovanili? Il 7 febbraio. La risposta arriva dal CRl e pare ancora una volta ufficiale, con le due settimane antecedenti (dal 15 gennaio in poi) che serviranno, invece, per riprendere gli allenamenti. 
In questo righe tutti i dettagli in merito: IL 7 FEBBRAIO CAMPIONATI GIOVANILI REGIONALI DI NUOVO IN CAMPO?

Il 2020 si chiude con un’altra notizia triste. All’età di 48 anni si è spento, per un malore improvviso, Marco “Marchetto” Bonomi, il simbolo del Campetto da Calcio e del Raccolo di Calcinate. Ci ha pensato direttamente il direttore Michele Marocco a dedicargli una missiva ricca di commozione mettendo nero su bianco anche una promessa, questa: CIAO MARCHETTO, IL CAMPETTO DI CALCINATE E IL ROCCOLO VIVRANNO COL TUO NOME. CI VEDIAMO SABATO

Mariella Lamonica

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here