Non c’è pace in prima categoria e dopo l’addio di mister Clementi dalla panchina della Faloppiese maturato nelle scorse ore, quest’oggi tocca all’Azzurra Mozzate. Fatale l’unico punto conquistato nelle ultime tre giornate con tanto di sconfitta, la scorsa domenica, on casa del Luino.

E così la dirigenza mozzatese ha optato per il cambio in panchina. “A malincuore salutiamo mister Papis – ha esordito il ds Ferrario – ma ci tengo, a nome mio e della società, nel ringraziarlo per tutto il lavoro fatto; non è stata per niente una scelta semplice, nel calcio dilettanti si creano rapporti che vanno anche al di là del campo e Papis resta una persona speciale a prescindere da tutto. Purtroppo ci sono scelte che vanno prese consci del fatto che sia sempre l’allenatore a pagare anche per colpe non totalmente sue, a mister Papis va l’in bocca al lupo per il suo futuro”.

A lui si aggiunge il saluto del presidente Gianmarco Citterio: “Ci tengo anche personalmente a ringraziare Attilio Papis per il lavoro svolto ed aggiungo l’in bocca al lupo a mister Tripodi certo che insieme potremo cogliere i successi che tutti ci auguriamo”

Chi sarà il sostituto?
“La nostra scelta è ricaduta su Massimo Tripodi prosegue Ferrario – ex allenatore della Polisportiva di Nova nel periodo pre covid ed ex giocatore, tra le altre, del Saronno, siamo convinti possa dare alla squadra quello che serve per ricucire lo strappo che c’è con le prime della classe”.

Per Tripodi l’avventura partirà già con una sfida superlativa: domenica a Tradate arriva la capolista Ispra.

Mariella Lamonica

Articolo precedenteCorsari al Franco Ossola: il Città di Varese attende il Sestri Levante per ripartire a vele spiegate
Articolo successivoSudTirol a +6, Javorcic vince a Legnago e resta imbattuto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui