Continua senza sosta la campagna acquisti delle squadre che il prossimo anno comporranno il campionato di C Gold.
Detto negli scorsi giorni di un BasketBall Gallaratese scatenato, che nelle ultime ore ha chiuso anche per i prossimi due playmaker: il titolare Federico De Bettin arrivato da Piadena in Serie B lo scorso anno con 9 punti e 2 assist di media a partita e Lorenzo Ielmini con il quale la trattiva è ai dettagli, classe 2001 nella passata stagione al College Basket Borgomanero, anche le altre società stanno cercando di sistemare i tasselli più importanti in vista della prossima stagione.

Una tra queste, silenziosa ma che opera in maniera mirata è sicuramente il Basket Sette Laghi che, anche questa settimana, ha messo a segno un colpo molto interessante, ovvero Federico Vai.
Il giocatore classe 1995 si porta con se un importante background cestistico che parte nella stagione 2013/2014 tra le fila della Robur Et Fides in Serie B, in un’esperienza che gli aprirà le porte del salto di categoria in A2, con Agrigento, dove rimarrà per ben due stagioni.
Nel 2016 torna poi in Serie B con la maglia di Vicenza, prima di rientrare nel giro della pallacanestro varesotta, con l’esperienza a Busto Arsizio nel 2017/2018, con cui vince il campionato di C Silver, conquistando la promozione in Gold. Un’amore intenso quello con Busto che dura fino alla stagione disgraziata del covid-19 2019/2020, chiusa da Vai con 12 punti di media.
La stagione passata, dopo la decisione della società bustocca di non partecipare al campionato di C Gold, Federico trova spazio nelle fila di Castronno in C Silver, dove chiude la stagione con 14 punti di media, prima di approdare ora a Gazzada.

Ed è proprio Busto un’altra società che si sta dando molto da fare per il ritorno in campo dopo l’anno sabbatico, sotto il segno di AB OIL&GAS SERVICE e che anche questa settimana ha siglato due acquisti importanti, dopo il colpo Kulevicius.
Il primo è Mattia Banfi, playmaker esperto che, nonostante la giovane età, 22 anni, vanta già un curriculum di tutto rispetto nella categoria.
Cresciuto nel settore giovanile di Cantù, Banfi gioca già da 4 anni nei campionati senior del basket italiano, con le esperienze in primis a Saronno e poi negli ultimi anni a Cermenate.
Un’esperienza, quella della scorsa annata, che lo ha definitivamente consacrato grazie a numeri di un certo spessore come i 10 punti e 3 assist di media a partita con cui ha concluso la stagione e che si presenta con queste parole, riportate sul sito della società bustocca, alla nuova avventura: “Negli ultimi anni Busto è stata indubbiamente una società che ha puntato in alto e io cercavo proprio una squadra che volesse provare a vincere il campionato. Arrivare in questa importante piazza è per me un grande onore e sono molto contento che la dirigenza mi abbia scelto. Non conoscevo personalmente coach Mazzetti ma il suo curriculum parla da solo: potrò imparare tanto. Qui trovo tanti volti nuovi e una delle parti più avvincenti di questa avventura è proprio questa. Ci auguriamo di fare il campionato migliore possibile: gli obiettivi sono alti e ci impegneremo al massimo per raggiungerli. Personalmente sono giovane ma avrò un allenatore e compagni esperti, che hanno avuto modo di cimentarsi in categorie superiori. Cercherò il più possibile di migliorare e speriamo di poter avere il calore di un buon numero di tifosi sugli spalti del PalaDrago”.
Non solo arrivi nel parco giocatori ma anche nello staff tecnico per Busto che trova Daniele Piccolo come assistant coach di Alberto Mazzetti, riformando così un duo davvero molto affiatato, che già aveva fatto bene ai tempi di Casorate vincendo un titolo provinciale a livello giovanile, ma soprattutto nellla collaborazione tra i due fino a  pochi mesi fa in Serie B a Palermo.

Altra società attivissima sul mercato dopo un primo periodo di sostanza pausa e silenzio è la Robur Saronno che, dopo aver annunciato Renato Biffi come nuovo allenatore per la prossima stagione, presenta anche la guardia ed il centro della prossima annata.
Il primo è Marcello Cozzoli, brindisino con tanti punti nelle mani, tiratore esperto, ha giocato gran parte della sua carriera in Serie B, prima di arrivare in Lombardia tre anni fa e giocare con le maglie di Sangiorgiese, Nerviano e Legnano, facendo registrare medie assolutamente importanti quali 15.7 e 13.9 punti di media nelle ultime due esperienze.
L’AZ però non si ferma qui è ed è di pochi minuti fa l’annuncio anche la conferma del centro della squadra, ovvero Pietro Fusella, che si è conquistato la riconferma in maglia Robur a suon di buone prestazioni e dominio nei pitturati di tutta la scorsa stagione in C Gold.

Alessandro Burin

Articolo precedenteOlimpiadi, un super Scola porta l’argentina ai quarti di finale
Articolo successivoPro Patria – Alessandria 0-1 in foto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui