Sabato 25 settembre alle 17, il Campo Sportivo Aldo Levi di Giubiano, casa del Rugby Varese, ospiterà l’open day dei Black Devils, squadra di rugby touch della nostra città. “Il touch è uno sport inclusivo, travolgente e di strategia – racconta la giocatrice Francesca Marutti -. Rispetto al rugby, nel touch non esiste il placcaggio, sostituito da un semplice tocco sull’avversario. Anche il ruolo delle donne è fondamentale. Esiste una regola per cui se la squadra, formata in totale da sei giocatori, scende in campo senza un minimo di tre donne, parte automaticamente con due mete di svantaggio rispetto agli avversari”.

In Italia attualmente esiste solo la categoria Mix e non ci sono categorie Juniores, a differenza di altri Stati, come ad esempio Australia, Inghilterra o Francia, dove esistono campionati Men, Women, e Mix e categorie under 18, under 15 e under 12
“In un’unica squadra possono trovarsi persone adulte e ragazzi giovani che giocano insieme e si confrontano insieme – prosegue Francesca -. Una peculiarità interessante, che magari può sembrare uno svantaggio, ma con l’esperienza dei più grandi e l’energia dei più giovani, si ottiene un ottimo equilibrio. I Black Devils Varese sono una bella squadra, una famiglia – conclude – Speriamo di vedere tante persone al nostro open day, soprattutto giovani. E chissà, magari decideranno anche loro di fare del Touch il loro sport”.

Alla fine dell’allenamento ci sarà la possibilità, per chi lo desidera, di cenare nella sede del campo sportivo. È però necessario prenotarsi inviando una email all’indirizzo [email protected] ed è obbligatorio essere in possesso di green Pass.

Stefano Sessarego

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui