E’ un momento di grande difficoltà per il nosro Paese con il governo che sta cercando di attuare delle strategie per salvare e per far ripartire l’economia quando tutto questo finirà. Inutile nascondersi: tra le tante società in difficoltà, molte sono quelle sportive e ancora dipiù quelle dilettantistiche. Se poi vogliamo mettere il dito nella piaga, quella che particolar modo risentono di questa crisi sono le società sportive che appartengono ad un Dio minore che non sia il calcio. Siamo andati a parlare di questo periodo che nessuno di noi ha vissuto insieme a Matteo Miglio che, oltre ad essere allenatore di basket, è anche uno dei tanti organizzatori di camp estivi per i nostri ragazzi e bambini. Momenti di divertimento e spensieratezza su cui incombe, anche qui, una pesante nuvola nera.
Matteo, di cosa si occupa la tua associazione?
“Alto Livello è una associazione sportiva che organizza eventi, tornei e corsi, ma soprattutto camp sportivi nel periodo estivo. E penso che come tutte le società che si occupano di vacanze sportive, anche noi stiamo risentendo parecchio questa crisi che sta cambiando tutte le nostre abitudini più comuni come poteva essere mandare i nostri figli in vacanza per una o due settimane”.
Illustraci cosa sta dietro all’organizzazione di un evento di questo tipo.
“Vi sono tante cose da fare perchè i ragazzi possano divertirsi in tutta sicurezza. Innanzitutto, direi che la nostra associazione, come tutte quelle che organizzano camp estivi, spendono in investimenti per pubblicizzare l’evento attraverso brochure e social media, spese di viaggio per incontrare le società e per verificare la qualità delle varie strutture. Sono tutte spese che vengono ovviamente effettuate in via preventiva nell’ottica e anche nella speranza di recuperarle durante l’estate con la partecipazione di ragazzi e ragazze alle varie vacanze sportive proposte”.
Insomma, associazioni per modo di dire. In realtà site vere e proprie aziende.
“Posso dirti che alcune società addirittura si sono assunte il rischio di impresa con hotels, strutture sportive e distributori di materiale sportivo – afferma Miglio – e subiranno un danno economico ingente se quest’estate non ci sarà la possibilità di far provare ai ragazzi e alle ragazze questa bella esperienza formativa sia dal punto di vista sportivo che da quello umano”.
Il clima di incertezza non vi aiuta di certo. Così come la necessaria proroga delle misure di sicurezza fino al 3 maggio.
“E’ assolutamente necessario che restiamo tutti a casa per combattere questo maledetto virus che ha portato via tanti italiani e tantissimi lombardi come noi. Però, posso dire che Alto Livello, come penso la maggior parte delle società, si pone alcune domande fondamentali per la propria sopravvivenza. Si potranno fare i camp questa estate? In caso contrario ci saranno dei contributi dallo Stato? Per restare in vita e, quantomeno,per recuperare le spese sostenute”.
Domande cui è difficile dare una risposta viste le tante preoccupazioni che attanagliano il Governo. Raccontaci qual è la vostra proposta per questa estate, nella speranza di poter vedere i ragazzi divertirsi ai camp.
“Io penso che la speranza di Alto Livello, ma come quella di tutte le società simili alla nostra, è che questa estate, ma anche le prossime estati, si possa continuare a fare vacanze di sport. Nel nostro caso abbiamo istruttori del calibro di Fabio Corbani (a Orzinuovi in A2 quest’anno) e Andrea Diana (a Verona in A2 in questa stagione) abbinati a tanto divertimento, comfort e sicurezza. La parola d’ordine sarà, appunto, sicurezza e Alto livello, come penso chi organizza responsabilmente queste vacanze, farà un ulteriore sforzo in caso il governo permetterà queste attività. A tal proposito lanciamo un esempio di quello che noi faremo:  sanificazione delle camere d’hotel e degli spazi comuni, rispetto delle distanze durante i pasti, sanificazione dei mezzi di trasporto, medico presente 24 ore su 24 ed altro ancora. Saranno le armi per mettere in sicurezza i partecipanti e rendere tranquille le loro famiglie. Tutto questo avrà un costo ulteriore per Alto Livello, ma è una spesa che noi faremo volentieri pur di rendere sicura e fantastica l’esperienza dei nostri partecipanti. Bisogna ripartire, no?”.
Per chi volesse maggiori informazioni i riferimenti sono la pagina Facebook Alto Livello asd e la mail alt[email protected] Perchè l’Italia non si ferma e la speranza e la normalità sono fatte di piccole cose.
Torneremo a scorrere.
Matteo Gallo