Un nuovo inizio, uno slogan molto inflazionato in questo periodo in cui, con l’attenuarsi delle restrizioni, si cerca di ripartire e ritrovare la “normalità” pre Lockdown.

Gli organi del calcio dilettantistico non hanno ancora comunicato le modalità e le tempistiche per la nuova stagione ma l’A.S.D. Virtus Cantalupo ha tutte le intenzioni di guardare avanti e farlo con fiducia, ecco perché all’orizzonte si prospettano nuove sfide.

La compagine femminile ha terminato la scorsa stagione in zona salvezza nel Campionato Eccellenza a 7 del CSI, ma adesso, dopo due anni, c’è un altro sogno da realizzare.

I dirigenti Virtus hanno deciso che era giunto il momento di fare un passo in avanti e di portare la prima squadra femminile a fare il suo esordio in un campionato a 11 FIGC. L’obiettivo nasce per dare uno sbocco alle bambine/ragazze sempre più numerose che manifestano la passione non solo per il calcio ma anche per i colori celeste-granata.

A confermarlo è lo stesso dirigente Virtus Loris D’Amico:Uno dei principi fondamentali della nostra giovane società nata nel 2015 è sempre stato quello di non lasciare indietro nessuno e di crescere basandoci in primis su divertimento e passione, da qui la nostra idea di spingere anche la squadra femminile verso il calcio a 11, è con grande entusiasmo che ci lanciamo in questa avventura“.

Quali sono gli step che vi siete prefissati in questo periodo?
Partendo dalla nostra base di squadra a 7, stiamo lavorando sul “passaparola” per cercare di coinvolgere più ragazze possibili, perché chiaramente le esigenze sono diverse, ma i nostri radar restano puntati su ragazze che si calino perfettamente in questi panni, dove impegno e passione vengono prima della tecnica; poi ci stiamo muovendo sul discorso staff e a questo proposito ci tengo a salutare Sara Tacchi, mister che in questi due anni di eccellenza Csi si è prodigata per noi e con noi, per motivi personali ha deciso di non proseguire in questa esperienza, ma ci auguriamo tutti che sia un arrivederci“.

La filosofia dunque sarà sempre la stessa che contraddistingue questa associazione calcistica: passione, impegno, divertimento ed il vostro marchio di fabbrica, il “terzo tempo”.
Questo è un altro dei punti cruciali della nostra realtà, ovvero fermarci al termine di ogni partita di qualsiasi categoria e concederci un momento di aggregazione non solo tra di noi ma coinvolgendo anche avversari ed arbitri, non tutti accettano ma ci fa piacere essere riconosciuti con un segnale distintivo a cui teniamo particolarmente“.

Quando in casa Virtus Cantalupo si parla di segnali distintivi, è impossibile non citare i vostri tifosi.
Sì è vero, sono un altro dei nostri fiori all’occhiello: le partite della prima squadra maschile, che quest’anno in seconda categoria stava facendo un’annata super e che dopo la conferma di mister Stefano Munari si sta già muovendo per la prossima stagione a prescindere da quando inizierà, e di tutte le altre squadre, hanno un seguito di anche oltre i cento tifosi sia tra le mura amiche che in trasferta, questo fa capire l’attaccamento verso questi colori e l’entusiasmo che ruota intorno alla nostra società“.

Non vi resta che partire: cosa cercare in concreto?
Si cercano ragazze dai 17 ai 35 anni con una grande passione per il calcio e voglia di mettersi in gioco in un contesto dove non importa se sbagli o se perdi, l’importante è averci provato, noi siamo pronti e non vediamo l’ora di partire“.

Per le interessate ecco i contatti a cui rivolgersi:
[email protected]
Tel.3336667234

Mariella Lamonica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui