Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Coronavirus, Prima Categoria girone A

La catena benefica del calcio dilettanti si allunga: Solbiatese, Turbighese e Bosto presenti

Non ha nessuna intenzione di fermarsi la catena benefica del calcio dilettanti che poco più di una settimana fa vedeva un’unica squadra, l’Antoniana, lanciare il progetto “doniamo le multe”. All’appello hanno poi risposto presenti Solbiatese, Gorla Maggiore, ed Arsaghese. Il sì successivo è arrivato da Olgiatese e Cantello Belfortese, tutte attivissime sui propri canali social nel lanciare delle vere e proprie raccolte fondi coinvolgendo così tanto le prime squadre quanto mister, staff dirigenziale, presidente, volontari e simpatizzanti.
A chi tocca adesso? Le ultime nomination hanno chiamato in causa la Solbiatese Olona di mister Simionato, la Turbighese ed il Bosto.
Capitan Bianchini, nominato dall’amico Saramin, non ha esitato un secondo ed in poche ore ha fatto partire la campagna gialloverde “Sempre uniti”. “Sono felicissimo di questa nomination e felice di poter contribuire con i miei compagni a questa nobile causa, sono gesti che hanno un valoro inestimabile“. Chi nominiamo?Direi che adesso tocca ad Andrea Soave della Valceresio, Nicolò Berton del Cas e Andrea Gazzardi della Folgore Legnano, sono certo che con le loro squadre sapranno fare del bene“.

Entusiasta dell’iniziativa anche Federico Crini della Turbighese che raccoglie il testimone da Andrea Palese: “Wow, è davvero una bellissima cosa e sono felicissimo di prendere parte a questa catena con la mia squadra. La società Turbighese ha sempre lodato il lavoro della protezione civile, in prima linea anche in quest’emergenza, e ha voluto donare, oltre le multe, una bella somma grazie anche al contributo del presidente e della società per intero“. Pronto per le nomination?Assolutamente sì: adesso tocca ad un mio carissimo amico, nonché compagno di mille battaglie, Jack Sessa della Ticinia, e poi si può estendere l’invito anche nel milanese?Perchè no. “Allora proviamoci: Andrea Torno della Boffalorese, prima categoria girone N, e Stefano Netti della Concordia (seconda categoria)“.

Anche il Bosto non poteva esentarsi. In realtà i varesini hanno giocato d’anticipo con la prima squadra atta a donare le mute stagionali a “La Varesina Emergenza Onlus” e le quote del fantacalcio di squadra alla Fondazione “Il Circolo della Bontà“, che sostiene la ASST dei Sette Laghi. “Avevo letto della nomination di Da Pos, che ringrazioafferma capitan Lovisetto - penso che sia una bellissima iniziativa e  spero che questo gesto del Bosto, che è scuola di calcio e di vita, possa servire ad aiutare persone in difficoltà“. Ora ti tocca scegliere il prossimo: “Nomino Michele Bilato del San Michele, ex compagno di squadre rivale in questi ultimi due anni“.

La catena “senza fine” continua.

LEGGI ANCHE:

DONIAMO LE MULTE CHALLENGE – PARTE 1
DONIAMO LE MULTE CHALLENGE – PARTE 2
- DONIAMO LE MULTE CHALLENGE – PARTE 3

Mariella Lamonica