Il Gorla Maggiore scioglie i nodi, in panchina ci sarà Contaldo: “Voglia di rivalsa col gruppo storico”

0
827

Il Gorla Maggiore ci sarà anche nella stagione 2020/2021. A confermarlo ieri dopo una riunione con il presidente è stato il DS Gianni Pasquali, pronto a mettersi finalmente al lavoro per allestire la rosa che sarà ai nastri di partenza del campionato di Promozione.
Dopo tanti dubbi, dunque, è arrivata una certezza: il Gorla Maggiore non ha intenzione di chiudere i battenti né di cedere il titolo ad un’altra società ma, seppur con un budget ridotto rispetto al passato, ripartirà. Con quali giocatori, viste le molte sicure partenze, non è dato saperlo, ma un altro punto fermo sembra essere stato messo in panchina con la conferma di mister Pierluigi Contaldo.

Al 99% rimarrò allenatore del Gorla Maggiore – spiega Contaldo -. Sono in ferie, ma ho avuto modo di sentire telefonicamente il DS Pasquali e di confrontarmi con lui. Tornerò tra una decina di giorni e, nel frattempo, Pasquali lavorerà per provare a tenere qualche elemento della “vecchia guardia” e per inserire le prime pedine del gruppo che sarà. Non ho problemi a lavorare con i giovani, né a rimettermi in gioco, ma ho chiesto di mantenere l’ossatura dell’anno scorso per avere una base di partenza e non trovarmi una squadra completamente nuova e del tutto giovane”.

Se la società riuscirà a fare tesoro di queste indicazioni, Contaldo sarà ben felice di guidare di nuovo il Gorla: “Non ho avuto problemi a mettermi a disposizione e sono contento di poter allenare anche quest’anno in un bel campionato come lo è la Promozione. Con la dirigenza ho sempre avuto buoni rapporti e, dopo l’esonero in corso d’opera della scorsa stagione che reputo piuttosto ingiusto, mi hanno richiamato e con la squadra stavamo facendo bene. In me c’è voglia di rivalsa perchè credo che un anno fa avremmo potuto disputare un torneo migliore e sono pronto a ricominciare. Con me, però, voglio dei ragazzi che abbiano fame e siano pronti a dare il massimo. L’età non è un problema, ma lo è l’avere la testa giusta che deve essere un fattore positivo per chi gioca a calcio e in generale nella vita”.

Laura Paganini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here