Pecchia scansati. A dispetto della Coppa Italia appena vinta a Cesena contro la Ternana e dei playoff ancora tutti da giocare (partendo dalla Fase Nazionale), la panchina della Juventus U23 avrà un nuovo inquilino. Avvicendamento in fieri da mesi e ufficializzato ieri dalla società bianconera con il benvenuto (meglio, il bentornato) ad Andrea Pirlo.
Il Maestro (che avrà nel suo staff un altro ex centrocampista bresciano come Roberto Baronio) dà il via alla carriera di allenatore nello stesso club dove nel 2015 aveva (di fatto) chiuso quella di calciatore (salvo biennio americano al New York City). 

Il progetto è chiaro. Affinare il mestiere di tecnico nella seconda squadra, per poi cimentarsi con la prima. Secondo un cliché già testato altrove da attuali benchmark della panca come Guardiola e Zidane. Un percorso che dal punto di vista didattico ha previsto la partecipazione a Master Pro Uefa a Coverciano. Dove l’eroe di Berlino 2006 ha incrociato (tra gli altri) anche Ivan Javorcic. Nei giorni a venire sapremo se dopo aver condiviso la stessa aula, faranno altrettanto anche con il prossimo campionato.                                   

Giovanni Castiglioni      

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui