PROMOZIONE, GIRONE A – Domenica da incorniciare per le ragazze della Ceresium Bisustum che colgono il secondo successo di fila compiendo un bel salto in classifica. Le ragazze battono 3-2 l’Athletic Pavia confermando il buonissimo momento. Giornata storta invece per l’Ispra (in foto) che deve accontentarsi di un punto dalla trasferta di Superga: a beffare la squadra di Fasola il gol dell’1-1 nato su punizione concessa da un presunto errore arbitrale.

QUI CERESIUM – In questo finale di campionato la Ceresium Bisustum sembra aver trovato la sua quadratura e, nonostante le difficoltà dovute agli infortuni e alle assenze forzate, coglie la seconda vittoria consecutiva compiendo un bel balzo in avanti in classifica. Contro l’Athletic Pavia finisce 3-2.
La prima mezz’ora di gioco è favorevole alla squadra ospite mentre la Ceresium stenta a trovare le proprie geometrie a centrocampo.
Per due volte, al 15’ e al 25’, le ospiti vanno vicine al vantaggio a cui Passerini si oppone dapprima deviando il tiro dal limite del dischetto sul palo esterno e poi ipnotizzando l’attaccante ospite che a tu per tu col portiere calcia malamente sul fondo. Finalmente alla mezz’ora la Cer Bis inizia a costruire a centrocampo e in due occasioni è bravo il portiere a respingere i tiri ravvicinati di Cavallin e Gentile.
In avvio di ripresa, al 5’, passano in vantaggio le ospiti. Calcio d’angolo con prima deviazione sottomisura che Passerini tocca e manda sulla traversa, seconda ribattuta ospite che si insacca alle spalle dell’incolpevole portiere. La Ceresium Bisustum si riversa subito in attacco e al 10’ un cross dalla sinistra è intercettato col braccio da un difensore. Rigore ineccepibile che Marchiori trasforma con un tiro imparabile ma anche molto rischioso. Da questo momento in poi è la Ceresium che schiaccia le avversarie nella propria metà campo. Al 15’ prima e unica sostituzione per le padrone di casa. Benotti, che ha giocato acciaccata, esce per Aguiari. Le ospiti hanno speso tutto nel primo tempo e nonostante i 4 cambi appaiono in difficoltà mentre la CerBis dimostra buona tenuta e al 25’ sull’ennesima azione insistita Cavallin trova lo spazio per il tiro ribattuto dal portiere ma la corta respinta è ancora preda di Cavallin che in acrobazia insacca il 2 a 1. Al 35’ Gentile imbecca Mauro il cui tiro incoccia il portiere ma con un po’ di fortuna si ritrova la palla sui piedi e insacca il 3 a 1. Al 90’ gli ospiti guadagnano un angolo dal quale scaturisce il 3 a 2 evidenziando le incertezze delle padrone di casa sulle palle ferme. I tre minuti di recupero trascorrono senza ulteriori emozioni e consegnano la vittoria alla Cer Bis. Buona la prova complessiva delle ragazze di mister Basilico su tutte Oldani e Marchiori.

QUI ISPRA – L’Ispra femminile gioca una partita sottotono influenzata dal gran caldo, dalle ridotte dimensioni del campo sportivo del Superga e dalle pessime condizioni del manto erboso; pertanto, non riesce a chiudere la partita e subisce nei minuti finali il pareggio della squadra di casa su calcio piazzato dal limite concesso per un presunto tocco di braccio del difensore Eleonora Moro. Non è stata una bella partita, poiché, senza nulla da chiedere al campionato, il Superga si presenta con “11” calciatrici contate, si chiude in difesa non permettendo all’Ispra di esprimere il proprio gioco e le stesse assumono un atteggiamento ostruzionistico penalizzando di fatto lo spettacolo.
La partita è caratterizzata da una supremazia dell’Ispra, tuttavia, i vari episodi offensivi sono poco incisivi e non creano particolari difficoltà al portiere ospite. Al 72’ minuto la neo entrata Laura Denti viene atterrata in area di rigore ed il direttore di gara decreta il penalty; la medesima calciatrice si incarica dell’esecuzione e realizza imparabilmente.
Al minuto 87, c’è un’azione confusa d’attacco del Superga ed interviene nettamente con la spalla il difensore Isprese che respinge l’insidia avversaria: l’arbitro non è di questo avviso e concede un calcio di punizione dal limite per fallo di braccio che beffa l’incolpevole Bertolaso che fino a quel momento non era mai stata tirata in causa.

A fine partita Mister Giuliano Fasola, evidenzia la prestazione poco reattiva delle sue ragazze, tuttavia, guarda il “bicchiere mezzo pieno”, incassa il punto e sdrammatizza, poiché, sono episodi che nel calcio purtroppo possono capitare. Nel corso della sua analisi, il tecnico, non cerca scuse e ribadisce il concetto che “se non chiudi subito la partita prima o poi rischi di prendere gol”. Cconclude precisando che “questa è una lezione di calcio da metabolizzare, poiché, lascia l’amaro in bocca per la vittoria sfuggita per un soffio e sicuramente arricchirà il bagaglio di esperienza delle ragazze che ne faranno tesoro per le decisive prossime partite.” Per il rush finale il tecnico di Angera dovrebbe avere a disposizione l’intera rosa e col suo staff preparerà adeguatamente il prossimo impegno che vedrà l’Ispra impegnata in casa con la seconda della classe, Senna Gloria, in cui probabilmente si potrebbe già definire la griglia di partenza degli imminenti play-off promozione previsti per il mese di maggio, utili per il salto di categoria nella prestigiosa Eccellenza Regionale Lombarda.

RISULTATI 23^ GIORNATA (31/03)
Superga-Ispra 1-1
Ceresium Bisustum-Athletic Pavia 3-2
Pavia-Afforese 8-0
Bresso-Senna Gloria 1-5
A riposo: Ossona, Biancorosse Piacenza e Novedrate

CLASSIFICA
Pavia 52 punti
Senna Gloria 44
Ispra Calcio 41
Biancorosse Piacenza 34*
Superga 19 (-1)*
Bresso 18
Ceresium Bisustum 17
Afforese 15
Novedrate 15*
Athletic Pavia 14
Ossona 10*
*una partita in meno

PROSSIMO TURNO 24^ GIORNATA (7/04)
Superga-Biancorosse Piacenza
Athletic Pavia-Pavia
Ispra-Senna Gloria
Ossona-Novedrate
A riposo: Ceresium Bisustum, Bresso, Afforese

[email protected]