Home Calcio Pensieri di una tifosa amareggiata: “Ma che persone sono? Ridateci i soldi”

Pensieri di una tifosa amareggiata: “Ma che persone sono? Ridateci i soldi”

0
Pensieri di una tifosa amareggiata: “Ma che persone sono? Ridateci i soldi”

A poche ore dalla ‘non partita’ tra Varese e Varesina (nessun comunicato ufficiale dei biancorossi è mai stato inviato per fare chiarezza sui dubbi, leciti, che la gara si giochi), riceviamo la lettera di una tifosa amareggiata.

PENSIERI DI UNA TIFOSA
Non ci sono parole per descrivere l’amarezza ed il disgusto per questa Società (che mi viene il dubbio non sia mai esistita) che non muove un dito per rimettere in ordine le cose. Prima cosa da fare per uno che dice di “tenere al Varese” era forse riaprire lo stadio, pagando le bollette, per permettere ai ragazzi di allenarsi e giocare. Tante di quelle parole sprecate e con nessun fondo di verità da parte di uomini (non si possono neppure definire uomini) senza un briciolo di onestà e dignità. Ma che persone pensano di essere?
Uno che alla fine di tutto butta le colpe addosso al Comune… e giusto per dimostrare quanto tiene al Varese non si fa più vivo. Sig. Fadani, ma ci faccia il piacere di sparire, o per meglio dire di non farsi mai vedere, visto il nulla che ha prodotto sino ad ora. Cosa pretende? Di avere una concessione per un impianto per più anni con che garanzie? Cosa ha fatto per il Varese sino ad ora? L’ex produttore di cetrioli sott’aceto, il Sig. Berni, ha nominato questo fantomatico Fadani alcuni mesi fa… Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti…
L’altro, il Sig. Benecchi, che non capisco con che faccia possa pensare di girare per Varese visto che abita nei dintorni, dopo tutte le frottole che ha raccontato fino a domenica, poteva risparmiarsi di presentarsi al campo dicendo: “Vedrete lunedi”.Infatti abbiamo proprio visto… Ma non si vergogna? Invece che sparare “cazzate” era meglio che si adoperasse per risolvere qualche “pendenza” (vedasi utenze allo stadio e alloggi dei giocatori).
Sono solo dei millantatori, gentaglia che è meglio perderla che trovarla. E per finire mi viene anche da dire ridateci i soldi dell’abbonamento pagato in anticipo e che, personalmente, sarei dispostissima a lasciare solo se finissero nelle mani della squadra e dello staff tecnico (ma che so perfettamente essere finito nelle mani di quella “combriccola” di ladri incompetenti).
Grazie a tutta la squadra e a tutto lo staff tecnico per averci comunque provato e creduto sino ad un certo punto ma purtroppo la società è la vergogna dell’intera città!
Abbiate almeno il coraggio di togliervi di torno e non fatevi più vedere. Ne abbiamo piene le tasche di tutto questo schifo! VARESE merita rispetto!
Con immenso affetto per tutta la squadra.

Emma – una tifosa molto amareggiata