In una sfida dal grande fascino, il Brasile batte l’Italia grazie al rigore (generoso) di Marta (per lei 17esimo gol nella storia dei Mondiali che le consente di superare anche il record maschile di 16 di Klose) poco dopo la mezz’ora del secondo tempo, ma le azzurre gioiscono ugualmente perchè passano il girone da prime. La differenza reti globale tra Italia, Brasile e Australia premia le ragazze del ct Bertolini che chiudono così da leader del girone C e aspettano il nome del prossimo avversario (negli ottavi) che sarà una delle migliori terze dei gruppi A (Nigeria), B (Cina) oppure F dove ci sono ancora da giocare gli ultimi match. L’unica certezza è che l’Italia scenderà in campo a Montpellier il prossimo 25 giugno.

Per la nostra Valentina Bergamaschi mezz’ora di partita. Non schierata da titolare per la prima volta in questo Mondiale, la numero 2 in forza al Milan subentra nella ripresa a Giacinti e porta vivacità sulla fascia nel settore destro del campo. Prova qualche incursione in area, è autrice di un paio di cross per le compagne, dà, insomma, il suo buon contributo.

Italia-Brasile 0-1 (0-0)
Italia (4-3-1-2): Giuliani; Guagni, Linari, Gama, Bartoli (dal 69° Boattin); Galli, Giugliano, Cernoia; Girelli (dal 78° Mauro), Bonansea, Giacinti (dal 63° Bergamaschi). A disposizione: Marchitelli, Pipitone, Fusetti, Tucceri, Parisi, Rosucci, Serturini, Tarenzi, Sabatino. Allenatore: Milena Bertolini
Brasile (4-2-3-1): Barbara, Leticia Santos (dal 75° Poliana), Monica, Katheleen, Tamires, Thaisa, Andressinha, Ludmila, Marta (dall’82° Luana), Debinha, Cristiane (dal 64° Beatriz). A disposizione: Leticia, Aline, Daiane, Tayla, Camila, Raquel Fernandes, Geyse. Allenatore: Vadao.
Arbitro: Lucila Venegas (Mex)
Marcatrici: 74° Rig. Marta (B)
NOTE – Ammonite: 12° Leticia Santos (B), 15° Bartoli (I), 90° Katheleen (B)

[email protected]