Ad Ostia si sono disputate le finali del campionato italiano cadetti. A confrontarsi atleti ed atlete tra i 15 ed i 17 anni, ossia il futuro prossimo della nostra nazionale.

Presenti in buon numero i rappresentanti della provincia di Varese e dell’Alto Milanese che, alla fine della due giorni, raccolgono una medaglia di bronzo con Christian Sagunti (C.S.G. Busto Garolfo) nella categoria al limite dei 90 kg che conquista anche il grado di cintura nera, due quinti posti con Pessina Assen (J.C. Castellanza) al limite dei 50 kg e Angelica Zanesco (Pro Patria Busto Arsizio) categoria +70 kg ed un settimo posto con Alberto Troisi (Judo Legnano) al limite dei 55 kg.

Sabato sui tatami del PalaPellicone di Ostia sono andate in scena le categorie maschili. Christian Sagunti (C.S.G. Busto Garolfo) raggiunge un meritato bronzo al termine di una gara molto ben gestita. Esordio e vittoria conto Federico Gagliotti (Kumiai), secondo incontro contro Ciro Sarcinelli (C.S.D. Pomilia), che arriverà poi in finale e sarà secondo, che lo batte. Accede ai recuperi dove ogni incontro è ad eliminazione diretta ed inanella una serie di vittorie contro Fabrizio Avagliano (Kodokan Lucana Brienza), Davide Cossu (Shardana Judo Lotta Silanus ) ed in finale per il bronzo Nico Napoletti (Tokai Club Deruta).

Sempre nella mattinata per la categoria al limite dei 55 kg combatte per i colori del Judo Legnano Alberto Troisi Alberto. Prima vittoria contro Andrea Taratufolo (Fitness Club Nuova Florida) ed a seguire contro Tommaso Di Pace (D.P.S. Area Judo Torino). Il terzo incontro vede Troisi affrontare Fabio Esposito (Star Judo Napoli) che lo sconfigge; accede ai recuperi e perde anche contro Daniele Cammilleri (Judo Club Leone) fermandosi ad un onorevolissimo settimo posto.

Nel pomeriggio è la volta del rappresentante del Judo Club Castellanza Angelo Assen Pessina che con tre perentorie vittorie contro Andrea Spano (C.S.G. G. Sieni), Vincenzo Manferlotti (ASD Nippon Club) e Alessandro Polmo (Airon Judo 90) arriva in semi finale dove incontra il rappresentante dell’Akiyama Settimo Torinese Flavio Petruzzelli. L’incontro lo vede sconfitto e lo relega alla finale di consolazione per il bronzo dove incontra il compagno di tanti allenamenti, lombardo come lui, Matteo Iamundo (Judo Vanzago). Gara tirata che finisce al golden score (tempo supplementare) e si decide a favore di Iamundo.

Domenica mattina è l’ora delle ragazze. Ottimo quinto posto per Angelica Zanesco (Pro Patria Busto Arsizio), primo anno cadetta, che vince contro Maria Garofalo (Olympic Judo Forio), perde contro Irene Coleo (Judo Carrara), alla fine seconda di categoria dopo una bella e sportiva battaglia per immobilizzazione, e deve affrontare i recuperi dove incontra e batte Sara Giannelli (J.C. Camerano) accedendo alla finale per il bronzo dove perde contro Ilenia Damato (Skorpion Team Eboli).

Presenti alla finale anche Filippo Indelicato (Robur et Fides Varese) categoria 73 kg che si classifica 33°, Emma Petrolo (BU Sen Luino) categoria 70 kg che si classifica 18°, Emma Ferracini che si classifica 10° e Alice Melis che si classifica 33° entrambe della Pro Patria Judo di Busto Arsizio categoria 52 kg, Chiara Drago (Polisportiva Villa Cortese) che si classifica 9° categoria 57 kg, Federica Mara (Pro Patria Busto Arsizio) che si classifica 17° categoria 57 kg e Alessandra Romeo (Judo Legnano) che si classifica 17 categoria 52 kg.

Il prossimo impegno sarà il Gran Prix di Genova “Città di Colombo” sabato 9 marzo.

[email protected]