Oltre mille le presenze dei judoka al prestigioso torneo “Vittorio Veneto – Città di Conegliano” giunto alla 32^ edizione e che si è svolto alla “Zoppas Arena“ di Conegliano Veneto. Presenti rappresentative da Croazia, Lussemburgo, Svizzera, Austria, Inghilterra, Slovenia, Ucraina e Germania, oltre ai gruppi sportivi militari italiani e alle associazioni provenienti dall’intero stivale.

Sabato 23 febbraio sugli otto tatami allestiti dall’organizzazioni si è svolto il gran prix dedicato alle categorie junior e senior. I migliori risultati per gli atleti varesini sono stati il 5° posto di Giacomo Calderoni (Robur et Fides Varese) nella categoria al limite dei 100 kg, il 7° posto di Claudio Tomasi (Ken Kyu Kai Somma Lombardo) al limite dei 66 kg ed il 9° posto di Francesca D’Orazio (Pro Patria Busto Arsizio) al limite dei 57 kg.
Calderoni inizia la sua gara battendo Luca Villanova (Dojo Equipe Bologna) per poi incontrare il carabiniere Walter Facente, judoka che ha per anni vestito la maglia azzurra, che lo sconfigge. Accede alla finale per il bronzo dove cede al piemontese Luca Perino ( Asd Centro). Tomasini vince contro Moreno Oliva (Kodokan Rho) l’incontro d’esordio, perde con Adam Batziev (Nlz Svweiz) e accede così ai recuperi dove vince contro Filippo Scarselli (Accademia Prato), Sandro Lorito (Sakura Pescara), Filippo Cicciarella (Koizumi Scicli). La corsa al podio si interrompe per mano di Federico Cuniberti (Akiyama Settimo Torinese). Rientro dopo un periodo di assenza dovuto allo studio, D’Orazio inanella una serie di incontri di qualità che la portano a sconfiggere nell’ordine Samira Battistel (Judo Opitergium), Beatrice Brienza (Accademia Torino) e Ludovica Lentini (G.S. Carabinieri). Ai quarti di finale esce sconfitta dall’incontro con la svizzera Larssa Csatarari ed accede ai recuperi dove perde con Elisa Cittaro (Yama Arashi Udine) alla fine di un intenso incontro.
Presenti anche Chiara Clerici, Francesco D’Alessandro, Samuele Borsani, Davide Giovannelli (Judo Club Castellanza), Beatrice De Nigris (Robur et Fides Varese) e Tommaso Maioli (Pro Patria Busto Arsizio).

Domenica 24 febbraio entrano in gara le classi Cadetti (under 18) ed Esordienti B (under 15). Tra i varesini si prende il primo posto Assen Pessina (Judo Club Castellanza) categoria fino a 50 kg e il 5° Emma Ferracini (Pro Patria Busto Arsizio) categoria fino a 52 kg e Angelica Zanesco (Pro Patria Busto Arsizio) categoria +70 kg.
Bella la prova di Pessina che, battendo nell’ordine Naahum Schonenberger (RLZ S.G. ), Emanuele Belcastro (Accademia) ed in finale Andrea Biffi (Body Park Bergamo), sale sul gradino più alto del podio. Ferracini inizia il torneo battendo dopo un interminabile incontro finito ai supplementari (Golden Score) Selina Kauffman (Swiss Judo). Stessa cosa succede contro la slovena Lana Gregorgic (JK Olimpia) ma con esito opposto e la judoka esce sconfitta. Approda al girone di recupero ma un attacco della portacolori di casa Angela De Nardi (Judo Vittorio Veneto) che marca waza ari a pochi secondi dalla fine mette fine alla sua gara ed alla possibilità di salire sul podio con la medaglia di bronzo. Questi atleti saranno tutti presenti a Roma il prossimo weekend del 2 e 3 marzo per le finali dei campionati italiani cadetti.
Ultimo rappresentante della nostra provincia a salire sul tatami a Conegliano è Francesco Buscema (Judo Club Castellanza) classe under 15 che non riesce però andare oltre un onorevole decimo posto finale.

[email protected]