Home UYBA Volley Coppa Cev – Spedizione ungherese per una fetta di finale

Coppa Cev – Spedizione ungherese per una fetta di finale

0
Coppa Cev – Spedizione ungherese per una fetta di finale

Entra decisamente nel vivo la Coppa Cev per la UYBA che domani sera (martedì) alle ore 18 (con diretta streaming a pagamento su Eurovolley.tv) scenderà in campo in Ungheria per sfidare il Bekescsaba per l’andata della semifinale della seconda competizione europea per importanza nel femminile. Il ritorno è in programma martedì 5 marzo alle ore 20.30 al Palayamamay ed è in quel momento che le biancorosse vorrebbero festeggiare il passaggio all’atto finale della manifestazione che la società ha già vinto due volte: nel 2010 e nel 2012.
Per riuscirci sarebbe utile iniziare bene e, dunque, tornare dall’Ungheria mercoledì pomeriggio con una vittoria o, almeno, un punto. Il regolamento prevede, infatti, che a passare il turno sia la squadra che nei due confronti ha ottenuto più punti (la vittoria per 3-0 o 3-1 vale 3 punti, quella al tie-break 2 punti, la sconfitta netta dà 0 punti e quella al quinto set 1 punto) e, in caso di parità, nella gara di ritorno al Palayamamay si disputerà il golden set decisivo (al 15).
Nell’altra semifinale ci sarà il derby tutto rumeno tra Stiinta Bacau e CSM Volei Alba Blaj.

QUI UYBA – Dopo il ko per 3-2 di sabato sera a Scandicci che, comunque, ha fatto vedere spunti interessanti al cospetto della terza in classifica, seppure stanca dalla battaglia contro Conegliano di tre giorni prima per la Champions League, la UYBA è partita stamattina da Malpensa alle ore 7.10 con un volo per Budapest passando per uno scalo a Vienna. Da Budapest il trasferimento in pullman porterà Gennari e socie a Bekescsaba, nel sud-est dell’Ungheria, dove già oggi pomeriggio testeranno il taraflex del bell’impianto delle padrone di casa. Dopo la partita, la formazione bustocca rientrerà in Italia mercoledì pomeriggio, con arrivo a Malpensa alle 14.15, e da giovedì si rimetterà al lavoro per preparare l’anticipo televisivo casalingo di sabato 2 marzo contro Brescia.
Con Samadan non schierabile in Europa e comunque ancora fuori dai giochi per infortunio, coach Mencarelli dovrebbe affidarsi al solito sestetto con Orro in regia, Grobelna opposto (la belga non ha offerto a Scandicci la sua migliore prova), Gennari ed Herbots in banda e Leonardi libero; l’unico dubbio potrebbe esserci al centro dove, oltre alla sempre più convincente Bonifacio, potrebbe esserci Berti, che ha fatto bene sabato in Toscana, e non Botezat.

QUI BEKESCSABA – La squadra ungherese, allenata da coach Bogdan, dovrebbe rispondere con Talas in palleggio, la montenegrina classe 1994 Perovic opposto, al centro Bodnar e la serba Medic, in banda le esperte Ivanovic (già vista in maglia Telecom Baku) e Bokan (ex Mulhouse, Cannes e Azerrail Baku); libero Molcsanyi. Il percorso europeo del Bekescsaba è finora stato senza intoppi: dopo la vittoria al golden set ai 16esimi contro le ucraine del Khimik Yuzhny, negli ottavi ha battuto le svizzere di Basilea dell’Sm’ Aesch Pfeffingen e ai quarti ha estromesso le francesi del Saint Raphael con una doppia vittoria e, soprattutto, con un netto 3-0 in Francia.
UYBA-Linamar Bekescsabai 10 by Baldoin stufiUYBA e Bekescsaba si sono già affrontate due anni fa in Coppa Cev (in foto a destra di Ilaria Baldoin) quando Busto si è spinta fino al secondo posto, superata in finale dalla Dinamo Kazan: ai quarti di finale le farfalle avevano vinto l’andata in Ungheria 3-1 e si erano ripetute con un secco 3-0 al ritorno al Palayamamay.

Swietelsky BÉKÉSCSABA – Yamamay E-Work Busto Arsizio
Swietelsky BÉKÉSCSABA: 1 Ivanovic, 2 Szpin (L), 3 Perovic, 4 Fabian, 5 Medic, 6 Glemboczki, 7 Talas, 8 Pekarik, 9 Mlinar, 10 Bodnar, 11 Szedmak, 12 Sebestyen, 13 Molcsanyi, 14 Bokan, 15 Bodovics. All. Bogdan, 2° Maté.
Yamamay E-Work Busto Arsizio: 1 Piani, 3 Peruzzo, 4 Herbots, 5 Grobelna, 6 Gennari, 7 Cumino, 8 Orro, 9 Leonardi (L), 13 Bonifacio, 14 Meijners, 15 Berti, 18 Botezat. All. Mencarelli, 2° Musso.
Arbitri: Dejan Rogic – Katarzyna Sokol

PROGRAMMA SEMIFINALI

Laura Paganini
(foto in alto di Alessandra Molinari)