Si rinnova l’appuntamento con la storia nella fabbrica Mv Agusta dove domenica 1° settembre andrà in scena il 25° Raduno Aermacchi; un appuntamento speciale per gli appassionati di queste moto.
Alla Schiranna, all’interno della fabbrica MV Agusta dove un tempo erano progettate e costruite le due ruote della Casa aeronautica, si terrà infatti la 25a edizione del raduno che richiama appassionati da tutta l’Italia e dall’Europa.

DOMENICA 1 SETTEMBRE IL 25° RADUNO AERMACCHI APPUNTAMENTO CON LA STORIA NELLA FABBRICA MV AGUSTA DUE PROTOTIPI IN ESEMPLARE UNICO IN ARRIVO DALLA FRANCIA Appuntamento speciale per gli appassionati delle moto Aermacchi: domenica 1 settembre infatti alla Schiranna, all’interno della fabbrica MV Agusta dove un tempo erano progettate e costruite le due ruote della Casa aeronautica, si terrà infatti la 25a edizione del raduno che richiama appassionati da tutta l’Italia e dall’Europa. I vertici russi della MV anche quest’anno apriranno generosamente i cancelli dello stabilimento in riva al lago di Varese. Una volta di più insomma le Aermacchi torneranno a casa per festeggiare il traguardo del quarto di secolo del raduno di marca. I primi ritrovi vennero organizzati negli anni Novanta sempre in riva al lago di Varese presso il Cral dell’azienda aeronautica attiguo alla fabbrica motociclistica, struttura ora di proprietà della Canottieri Varese. Da allora migliaia di appassionati italiani e stranieri si sono dati appuntamento a Varese per questo ritrovo sempre più frequentato e apprezzato. Sarà così anche quest’anno per questo appuntamento speciale: 14 appassionati giungeranno dall’Olanda (molti di loro in moto) mentre sono annunciate presenze da Portogallo, Francia, Germania, Austria, Svizzera e Inghilterra. Oltre ovviamente da tantissime località italiane. Alla festa parteciperanno ex piloti e tecnici Aermacchi, molti già al reparto corse che tanto lustro ha dato alla marca varesina costruendo le famose Ala Oro che sono state portate al successo da Gilberto Milani, Renzo Pasolini, Alberto Pagani, Angelo Tenconi (il re delle gare in salita) mentre Walter Villa conquistò 4 titoli mondiali (3 consecutivi nella 250 ed uno nella 350) fra il 1974 e il 1976 in sella alla straordinaria bicilindrica a 2 tempi pensata e progettata dal minuscolo reparto corse varesino che seppe sconfiggere il colosso giapponese Yamaha. Presente al raduno anche il crossista Gian Pio Ottone, proprietario a Varese di un fantastico museo dedicato alle moto fuoristrada da cross e regolarità (visitabile nel pomeriggio di sabato 31 agosto). L’appuntamento dell’1 settembre consentirà di ammirare tante Aermacchi, ma due in particolare meritano una visita alla Schiranna perché si tratta di esemplari unici. Arriveranno da Parigi grazie all’appassionato Alain Nibart che le ha trovate e restaurate con cura. Parliamo del prototipo realizzato da Lino Tonti sulla base di una Bicilindrica 250 a due tempi chiamata Marilina per le sue forme rotonde e generose mentre l’altra è una normale 350 GT Sprint del 1970 trasformata da corsa da monsieur Borie, l’importatore francese dell’epoca, per affrontare il massacrante Bol d’Or, gara di 24 ore. La moto di serie era stata spedita dalla Casa madre a Parigi perché il motore venisse messo alla frusta nella impegnativa gara di durata in vista della sua produzione in serie. L’importatore transalpino la equipaggiò con scarico da corsa, carenatura, sella e serbatoio da GP, per il resto la 350 rimase assolutamente di serie, a partire da motore e carburatore. E se la cavò benissimo in pista: vinse infatti la classe fino a 500 cc e si piazzò al sesto posto nella classifica assoluta con i piloti Martine e Jean Claude Costeux. Quest’ultimo, già festeggiato anni addietro a Varese dal Registro Aermacchi, sarà presente e ritroverà così la moto con la quale fece faville al Bol d’Or 1969. Il programma del raduno Aermacchi prevede il ritrovo nel piazzale della fabbrica MV Agusta a partire dalle ore 9 di domenica 1 settembre. Le moto in arrivo saranno parcheggiate di fronte ai capannoni dell’azienda. Alle 11 è prevista la partenza del giro turistico sulle belle strade del Brinzio: il gruppo sarà sorvegliato e guidato dalla scorta di due moto della Polizia Stradale di Varese oltre che dalle staffette del Registro Storico Cagiva e Aermacchi. Le prenotazioni per il pranzo delle ore 13 presso il Ristorante Vecchia Riva saranno accettate non oltre le ore 11 presso la Segreteria attiva sul piazzale della fabbrica MV: dopo questo orario non sarà più possibile accettare ulteriori prenotazioni.  L’aperitivo per questo appuntamento del 25° Aermacchi si effettuerà accanto alla Segreteria del club varesino e sarà aperto ai presenti: sarà una bella sorpresa per chi interverrà alla giornata. Da scoprire: possiamo anticipare che avrà sapori e gusti romagnoli… e un allestimento davvero speciale. Sabato 31 agosto è previsto il consueto ritrovo informale dentro il parcheggio MV Agusta, sempre alla Schiranna, per gli appassionati che arrivano da lontano con esposizione di moto. Alle ore 20 è prevista una cena presso il pub Full Stop di Morazzone (via Mameli 43, tel. 0332-870202): prenotazioni in loco entro le ore 18 contattando i responsabili del Registro Aermacchi presenti.I vertici russi della MV anche quest’anno apriranno generosamente i cancelli dello stabilimento in riva al lago di Varese. Una volta di più insomma le Aermacchi torneranno a casa per festeggiare il traguardo del quarto di secolo del raduno di marca. I primi ritrovi vennero organizzati negli anni Novanta sempre in riva al lago di Varese presso il Cral dell’azienda aeronautica attiguo alla fabbrica motociclistica, struttura ora di proprietà della Canottieri Varese. Da allora migliaia di appassionati italiani e stranieri si sono dati appuntamento a Varese per questo ritrovo sempre più frequentato e apprezzato. Sarà così anche quest’anno per questo appuntamento speciale: 14 appassionati giungeranno dall’Olanda (molti di loro in moto) mentre sono annunciate presenze da Portogallo, Francia, Germania, Austria, Svizzera e Inghilterra. Oltre ovviamente da tantissime località italiane. Alla festa parteciperanno ex piloti e tecnici Aermacchi, molti già al reparto corse che tanto lustro ha dato alla marca varesina costruendo le famose Ala Oro che sono state portate al successo da Gilberto Milani, Renzo Pasolini, Alberto Pagani, Angelo Tenconi (il re delle gare in salita) mentre Walter Villa conquistò 4 titoli mondiali (3 consecutivi nella 250 ed uno nella 350) fra il 1974 e il 1976 in sella alla straordinaria bicilindrica a 2 tempi pensata e progettata dal minuscolo reparto corse varesino che seppe sconfiggere il colosso giapponese Yamaha. Presente al raduno anche il crossista Gian Pio Ottone, proprietario a Varese di un fantastico museo dedicato alle moto fuoristrada da cross e regolarità (visitabile nel pomeriggio di sabato 31 agosto).

L’appuntamento dell’1 settembre consentirà di ammirare tante Aermacchi, ma due in particolare meritano una visita alla Schiranna perché si tratta di esemplari unici. Arriveranno da Parigi grazie all’appassionato Alain Nibart che le ha trovate e restaurate con cura. Parliamo del prototipo realizzato da Lino Tonti sulla base di una Bicilindrica 250 a due tempi chiamata Marilina per le sue forme rotonde e generose mentre l’altra è una normale 350 GT Sprint del 1970 trasformata da corsa da monsieur Borie, l’importatore francese dell’epoca, per affrontare il massacrante Bol d’Or, gara di 24 ore. La moto di serie era stata spedita dalla Casa madre a Parigi perché il motore venisse messo alla frusta nella impegnativa gara di durata in vista della sua produzione in serie. L’importatore transalpino la equipaggiò con scarico da corsa, carenatura, sella e serbatoio da GP, per il resto la 350 rimase assolutamente di serie, a partire da motore e carburatore. E se la cavò benissimo in pista: vinse infatti la classe fino a 500 cc e si piazzò al sesto posto nella classifica assoluta con i piloti Martine e Jean Claude Costeux. Quest’ultimo, già festeggiato anni addietro a Varese dal Registro Aermacchi, sarà presente e ritroverà così la moto con la quale fece faville al Bol d’Or 1969.

raduno aermacchiIl programma del raduno Aermacchi prevede il ritrovo nel piazzale della fabbrica MV Agusta a partire dalle ore 9 di domenica 1 settembre. Le moto in arrivo saranno parcheggiate di fronte ai capannoni dell’azienda. Alle 11 è prevista la partenza del giro turistico sulle belle strade del Brinzio: il gruppo sarà sorvegliato e guidato dalla scorta di due moto della Polizia Stradale di Varese oltre che dalle staffette del Registro Storico Cagiva e Aermacchi. Le prenotazioni per il pranzo delle ore 13 presso il Ristorante Vecchia Riva saranno accettate non oltre le ore 11 presso la Segreteria attiva sul piazzale della fabbrica MV: dopo questo orario non sarà più possibile accettare ulteriori prenotazioni.

L’aperitivo per questo appuntamento del 25° Aermacchi si effettuerà accanto alla Segreteria del club varesino e sarà aperto ai presenti: sarà una bella sorpresa per chi interverrà alla giornata. Da scoprire: possiamo anticipare che avrà sapori e gusti romagnoli… e un allestimento davvero speciale.

Sabato 31 agosto è previsto il consueto ritrovo informale dentro il parcheggio MV Agusta, sempre alla Schiranna, per gli appassionati che arrivano da lontano con esposizione di moto. Alle ore 20 è prevista una cena presso il pub Full Stop di Morazzone (via Mameli 43, tel. 0332-870202): prenotazioni in loco entro le ore 18 contattando i responsabili del Registro Aermacchi presenti.

LEGGI ANCHE:
IL RADUNO DEL 2018
IL RADUNO DEL 2017

[email protected]