Procede a ritmo incalzante il campionato di serie A e per il Cassano HC di mister Kolec è ora della trasferta contro Bologna United, formazione che, nonostante si trovi in fondo alla classifica, può sicuramente dar fastidio agli amaranto: fattore campo e fame di vittoria dalla loro parte. Questa sera, alle 20:30, però il Cassano non si tirerà indietro, sarà in campo per vincere e confermarsi al quarto posto in classifica, così come affermato da capitan La Mendola in settimana. 

Mister Kolec un po’ amareggiato dai commenti sentiti nell’ultimo mese, tra sconfitte e infortuni (quello di Moretti alla mano sinistra) si sfoga con Varesesport.com con una riflessione di cui si parla ai giorni nostri: “Spesso sento critiche, da parte dei genitori, sul perchè gioca uno o un altro, il proprio figlio o il figlio di un altro. Il centro di tutto deve essere il gioco che insegna i valori dello stare insieme, del sapere rispettare e accettare le scelte dell’allenatore, il valore di una squadra, partecipare a qualcosa di comune non essendo sempre o necessariamente il protagonista, ma sostenere e incoraggiare i compagni. In campo si insegna la vita, sia che giochi o no.  Tutti dovremmo pensare che ognuno di noi, con il proprio atteggiamento in campo o non, contribuiamo alla riuscita e al successo di un intero campionato. Non c’è uno diverso dall’altro, tutti sono nostri figli, altrimenti i primi nemici saremo noi stessi”. Mister Kolec riflette sul senso dello stare insieme per raggiungere un intento comune in cui ognuno è il protagonista nel suo piccolo.

Poi prosegue: “Settimana scorsa abbiamo fatto una gran partita contro Cologne per due motivi: avevamo tante assenze e poi abbiamo difeso la porta con cattiveria, voglia e soprattutto con intelligenza tattica. Stare concentrati 60 minuti con una squadra che fa una miriade di schemi non è facile e il merito è tutto dei nostri ragazzi che sono stati eccezionali.

Quello che mi sento di dire è che, dopo le ultime 4 giornate, ho avuto modo di capire che ci sono certe cose che non funzionano ma non da parte dei miei ragazzi, ma da parte di tutto quello che ci circonda e sinceramente mi ha fatto male! 

Dopo aver perso 3 partite consecutive contro squadre più forti di noi in questo momento, che hanno roster con quasi tutti i giocatori professionisti, che hanno costruito le squadre per vincere il campionato e sopratutto che negli ultimi 5 anni sono sempre ai vertici della pallamano italiana con 10 anni più di esperienza rispetto ai nostri, sento tante critiche da chi dovrebbe sostenerci.

Io sono un allenatore e sono consapevole che nelle sconfitte verrò criticato ma non accetto che vengano criticati i miei giocatori e che vengano disprezzati dal nostro pubblico. Questi stessi giocatori sono ragazzi di Cassano che hanno dato tutto (per tutto intendo il loro tempo e il loro sudore) per questa maglia, sono ogni giorno al palazzetto dopo aver finito con la scuola o dopo aver finito un lavoro pesante, magari dopo 2 ore di viaggio per ritornare a casa dal lavoro. Per fare un esempio ne cito solo uno: si sveglia alle 6 va a lavorare in Svizzera, torna a casa per le 19 prende il borsone e si fa altri 40 minuti ad andare e a tornare per arrivare al Tacca ad allenarsi… praticamente non vede mai la sua famiglia e lo fa solo perché questo sport per lui rappresenta tutto!

Questi ragazzi devono essere un punto di orgoglio per tutti noi perché sono dei ragazzi fantastici, umili, pieni di entusiasmo e sopratutto SONO DI CASA! Siamo l’unica società in Italia che gioca con così tanti giovani di casa e non per 5 minuti a gara, ma sono un pezzo importante!

Con tutto questo discorso ho voluto ricordare e sottolineare con quali valori facciamo il nostro sport e voglio invitare tutto il nostro pubblico a starci vicino, nelle gioie e nei dolori. Ad avere fiducia e a sostenerci sempre. Insieme possiamo fare cose impensabili e magnifiche!  – poi si rivolge direttamente al pubblico di casa – “Penso che i ragazzi  fino ad oggi hanno fatto un lavoro straordinario regalandoci mille emozioni ma ora più che mai hanno bisogno di voi perché quando voi vi mettete a tifare non c’è nessuna squadra in Italia che ci possa battere! Forza Cassano!”

23/02/2019 17:00 MFOODS CARBUREX GAETA BANCA POPOLARE DI FONDI 0 – 0
23/02/2019 19:00 CONVERSANO PRESSANO 0 – 0
23/02/2019 19:00 ALPERIA MERANO TRIESTE 0 – 0
23/02/2019 19:00 BRIXEN BOZEN 0 – 0
23/02/2019 19:00 ACQUA & SAPONE JUNIOR FASANO EGO SIENA 0 – 0
23/02/2019 20:30 METELLI COLOGNE CINGOLI 0 – 0
23/02/2019 20:30 BOLOGNA UNITED CASSANO MAGNAGO 0 – 0

Femminile in trasferta, oggi alle 18:00, contro Leonessa Brescia. 

23/02/2019 16:00 JOMI SALERNO LENO 0 – 0
23/02/2019 18:00 LEONESSA BRESCIA CASSANO MAGNAGO 0 – 0
23/02/2019 18:30 VENPLAST DOSSOBUONO CASALGRANDE PADANA 0 – 0
23/02/2019 18:30 MECHANIC SYSTEM ODERZO BRIXEN SÃ?ÂŒDTIROL 0 – 0
24/02/2019 17:15 SUNCINI AGROBIOCHIMICA ARIOSTO FERRARA FLAVIONI 0 – 0

Federica Scutellà