Il remoturismo rientra nel panorama delle attività promosse e organizzate dalla Canottieri Luino. Un ventaglio sempre pronto ad ampliarsi, a seguito della volontà del presidente Luigi Manzo e del consiglio direttivo di accettare e vincere sfide remiere nuove. Il remoturismo è figlio del notevole impegno dedicato all’organizzazione del FISA World Rowing Tour 2015 e di quattro tour remieri del Lago Maggiore. Grazie a questi eventi, grazie a un’instancabile attività promozionale e all’esperienza accumulata, il Centro Remiero della Canottieri Luino si consolida come punto di riferimento del turismo sportivo remiero. Gli accordi in corso con agenzie specializzate internazionali e nazionali producono un interessante flusso turistico di vogatori provenienti da tutte le parti del mondo in costante incremento.

La collaborazione con “Rowing The World”, organizzatore ed operatore di nicchia di eventi remo-turistici sulla lunga distanza in tutto il mondo, permette oggi alla Canottieri Luino di essere individuata, dalla società canadese, come partner privilegiato non solo per il Lago Maggiore ma per tutto il territorio nazionale.

L’ultima “avventura” in termini di tempo riguarda la recente organizzazione, nella seconda metà di maggio, del “raid” remiero  Trieste-Venezia, effettuato in piena sicurezza su barche da Coastal Rowing (due quattro e un doppio) messe a disposizione dalla Canottieri Luino  che ha fornito anche assistenza e supporto logistico.

Il Tour, che ha preso avvio domenica 13 da Trieste, lasciato il mare alle foci dell’Isonzo, si è addentrato nel reticolo di fiumi e canali, che costituiscono un vero e proprio sistema idro-viario, alla scoperta della Laguna veneta e raggiungendo il Lido di Venezia il 18 maggio dopo circa 180 km distribuiti su sei tappe. Molto gradita dai turisti stranieri l’amichevole ospitalità fornita dalle società di canottaggio, vela e voga alla veneta lungo il percorso.  I 12 partecipanti, provenienti da 6 nazioni (Canada, Australia, Gran Bretagna, Svizzera, Germania, Norvegia) hanno remato lungo un itinerario ricco di storia e dalla natura incontaminata scoprendo angoli del territorio italiano di insospettabile bellezza.

Infine domenica 20 maggio ben 7 imbarcazioni della Canottieri Luino, con 32 ospiti provenienti da 9 nazioni diverse, hanno partecipato alla Vogalonga di Venezia vivendo un’emozione unica e che rimarrà impressa nella memoria dei partecipanti. “Per la Canottieri Luino esperienze impegnative ma appaganti che hanno avuto l’obiettivo di accrescere le competenze e incrementare i propri contatti in un settore in grande sviluppo come il turismo sportivo” commenta il presidente Luigi Manzo. Ora l’attenzione è concentrata sui 4 tour del Lago Maggiore in programma nei mesi di giugno, luglio e settembre che condurranno gli ospiti alla scoperta di una perla incastonata tra le prealpi lombarde e piemontesi potendo “vivere il lago dal lago”.

[email protected]