Cielo sereno, temperature estive e grandi protagonisti per l’appuntamento milanese firmato Eco Race. Il fine settimana scorso all’Idroscalo è stato all’insegna del grande triathlon.

Nello sprint open maschile è Carlo Angelucci a conquistare una vittoria incredibile. Partito nella seconda batteria ha sorpreso tutti all’arrivo strappando il primo posto ad Andrea Impiombato per soli 5’’. Il giovane della Pro Patria ha lottato sin dalla frazione swim con un ottimo Paolo Martinelli (migliore in acqua) dell’Oxygen Triathlon. Il gruppo di testa composto da Edoardo Toneatti e Carlo Bortoloso è entrato compatto in T2, ma è stata la frazione run a premiare i vincitori di giornata. Gara a sé, quindi, per Carlo Angelucci che ha vinto la prova in 1h’02’24’’ precedendo Andrea Impiombato e Paolo Martinelli.
Podi di categoria sono arrivati per l’Oxygen Triathlon da Javier Galbally (primo S4), Daniele Rossitto (primo M1) e Luca Wolfart (secondo Junior).

Tra le donne, a metà della frazione la giovane Matilde Acarne (Pianeta Acqua) ha saputo fare la differenza distanziando le avversarie (parziale swim in 13’30’’). Dietro di lei Sonia Padovani e Chiara Gelmi. La fuga solitaria di Acarne si è concretizzata nei 20 km di bici. In T2 si è presentata saldamente al comando precedendo Daniela Locarno e Chiara Gelmi. La battistrada ha tagliato il traguardo in 1h11’23’’, precedendo Acarne e Gelmi. Podi di categoria tra le ossigenate di Silvia Stingele (prima M2), Jette Krause (prima M1), Rashiba Caprini (prima Junior) e Ilaria Del Grande (prima M2).

[email protected]