Transizione e lavoro al Varese. I tifosi attendono

0
15

Una giornata di transizione, una giornata, comunque, di lavoro per il Varese. Dopo l’annuncio del passaggio delle quote di lunedì scorso da Basile a Benecchi, la settimana biancorossa è proseguita con i colloqui tra Berni e i creditori per preparare il documento ‘spalmadebiti’.
In sede sono passati i componenti dello staff tecnico della passata stagione, da mister Tresoldi all’ex preparatore Ciro Improta che non è più in biancorosso dallo scorso dicembre. Un’intesa di massima è stata trovata, così come con tutti i giocatori, ma ora serve mettere tutto nero su bianco con delle firme in calce. Lo stesso discorso vale per i principali creditori: Vanoni, Macron Store di Azzate, A2A tanto per citarne alcuni. Anche in questo caso gli accordi verbali sono stati raggiunti ma ora… carta deve cantare. Proprio oggi alcuni di loro sono stati contattati e a breve la situazione si dovrebbe sbloccare.
Come più volte sottolineato, chi ha già invece scritto nero su bianco sono i giocatori che hanno fatto arrivare le vertenze al Varese negli scorsi mesi. La penalizzazione arriverà, da scontare nella prossima stagione, ma il debito (25mila euro circa) dovrà tassativamente essere saldato prima di formalizzare l’iscrizione. Tempi tecnici? Fine mese, prima decade di luglio e i giocatori non sono stati ancora contattati.
Il lavoro che viene fatto in piazzale De Gasperi è sicuramente importante e fondamentale, ma il popolo dei tifosi biancorossi si attende al più presto qualche comunicazione ufficiale sul futuro della squadra.

Michele Marocco