Le Tempeste Busto Arsizio, la formazione femminile di flag football dei Blue Storms, hanno chiuso al sesto posto la prima finale nazionale della propria giovane vita. E’ da questo risultato, del tutto inatteso, che le ragazze di coach Alessandro Di Lorenzo ripartiranno, un po’ più consapevoli dei propri punti di forza e delle proprie debolezze.
“Dal punto di vista del risultato sportivo sono molto soddisfatto, in quanto siamo arrivati alle finali come ottava squadra italiana e ne usciamo come sesta squadra nazionale – spiega Di Lorenzo -. Rispetto all’anno scorso, direi che il salto qualitativo è stato notevole: in una sola stagione abbiamo scalato 5 posizioni nel ranking nazionale e questo risultato è arrivato dopo un lungo lavoro, svolto nel corso di tutto l’anno, anno durante il quale abbiamo avuto parecchi cambiamenti, che la squadra e le ragazze hanno saputo affrontare impegnandosi al meglio”.

Il percorso per le Tempeste si è fatto immediatamente in salita e le ragazze hanno affrontato le Pink Elephants Catania, ossia coloro che poi sono diventate per la seconda volta consecutiva campionesse d’Italia. Il 40-0 subito è simbolo della differenza tecnica vista sul campo. Contro le Ranzide Trieste, vice campionesse in carica, le bustocche hanno perso 39-14, mostrando però passi avanti in attacco e in difesa. Contro le Lions Bergamo la pioggia ci ha messo del suo (44-13 per le orobiche), mentre contro le Golden Phoenix è arrivata la prima, netta vittoria per 37-6 che ha consentito alle Tempeste di qualificarsi alla finale per il quinto posto. A centrarlo, però, sono state le Lions Bergamo, ancora una volta vincenti contro Busto, che, dunque, si è accontentata di una buonissima sesta piazza finale.

Tempeste_Final Bowl“Le nostre ragazze, dopo tutti i sacrifici fatti durante la stagione si meritano sicuramente un riconoscimento in più e tutti i miei complimenti: sono molto orgoglioso del gruppo che si è formato e del trend positivo, della voglia di lavorare e di migliorarsi che ho visto in campo – continua Di Lorenzo -. La stagione, tra Coppa Italia e Campionato è stata faticosissima, tanti i km macinati, tante le ore di gioco condensate in poche giornate, tanti i soldi spesi per le trasferte. I miei ringraziamenti vanno ai miei assistenti Luca Gobbi e Andrea Fimiani, a Leonardo Carboni che ci ha fatto da ‘jolly tuttofare’ durante tutte le nostre trasferte, ai giocatori della prima squadra che ci venivano a trovare durante gli allenamenti per permetterci di allenarci meglio, alla dirigenza dei Blue Storms che ci ha supportato durante tutto il percorso. Infine, un orgoglioso ringraziamento lo faccio alle ragazze che hanno veramente lavorato con seria convinzione durante l’anno: Cristina Bonazza, Lucia Carella Liliana Cazan, Alice Fimiani, Lara Gorla, Sofia Guffanti, Stefania Pasetto, Giada Turra, Carola Vanetti. Ora ci aspetta il lungo lavoro in preparazione alla stagione 2019″.

 [email protected]