Grandi soddisfazioni per i college sportivi dell’Università degli Studi dell’Insubria, le cui studentesse-atlete Giulia Mignemi, del College di Canottaggio, e Giulia Murada, del College di Prove nordiche, sono riuscite rispettivamente a vincere una medaglia d’oro e una d’argento. Ciò dimostra l’efficacia del progetto di conciliazione tra studio e sport che l’Università degli Studi dell’Insubria è riuscita a creare negli ultimi anni.

canottaggio insubria

Giulia Mignemi, insieme alla collega Silvia Crosio è riuscita a salire sul gradino più alto del podio alla “D’inverno sul Po”, vincendo la gara di fondo su 5 km nella specialità del doppio senior, tenutasi sabato 10 e domenica 11 febbraio a Torino. Regata internazionale con migliaia di atleti provenienti da società di canottaggio di tutta Europa (e non solo) e organizzata ogni anno dalla Società Canottieri Esperia-Torino, vede risalire la prima edizione nel lontano 1982.
Catanese classe 1999, società AETNA, Giulia vive a Galliate ed è iscritta al primo anno del corso di laurea in Ingegneria per la sicurezza del lavoro e dell’ambiente. Insieme alla Mignemi, altri tre atleti fanno parte del college di Canottaggio dell’Università degli Studi dell’Insubria: Silvia Terrazzi di Pisa, iscritta a Scienze Biologiche; Cristian Biolcati, di Leggiuno, iscritto a Informatica; Elisa Mondelli di Cernobbio (CO), iscritta a Scienze Motorie.

Altra medaglia, come detto sopra, ottenuta da Giulia Murada (in foto in alto di Maurizio Torri), che nella tappa di giovedì 8 febbraio della Coppa del Mondo di sci alpinismo 2018  sulle nevi francesi di Puy-Saint-Vincentun si è piazzata al secondo posto nella gara femminile junior nella gara di vertical race. Per merito di questa prestazione più che positiva, è stata convocata ai Campionati europei di Sci Alpinismo in programma sull’Etna (CT) il 22 e 25 febbraio. 19enne valtellinese di Albosaggia (SO), Giulia è iscritta al Corso di Laurea in Scienze del Turismo a Como. Oltre a lei, altri quattro atleti fanno parte del College di Prove nordiche dell’Università dell’Insubria: Francesca Dei Cas, Furio Agradi, Consuelo Confortola e Michele Matli.

[email protected]