E’ lo spagnolo Raul Portillo Salamando il re del cronometro al Campionato del Mondo per cicloamatori bosino tagliano il traguardo n 28’15”. L’atleta spagnolo della categoria 45/49 anni ha fatto meglio anche dei più giovani sul percorso disegnato sulla strade della Valganna volando a oltre 47 di media oraria. Al posto d’onore il francese Fabien Secondo, primo nella categoria 19/34 anni, terzo l’austriaco, Maximilian Veraszto. Sono stati 563 gli atleti che hanno affrontato la prova contro il tempo, l’ultima ha accumulato un distacco di oltre 25 minuti e si comprende come molti corridori siano a Varese con lo spirito di partecipare alla rassegna iridata nel segno del motto: “io c’ero”. L’Italia ha festeggiato la vittoria di categoria di Olga Cappiello, mentre tra le vincitrici c’è l’eterna Jeannie Longo ( classe 1958) che chi segue il ciclismo ricorda come grande interprete del ciclismo internazionale femminile e nei duelli con l’italiana Maria Canins.

La Società Ciclistica Alfredo Binda ha retto bene la prima giornata organizzativa in vista del grande impegno di domenica 2 settembre quando si svolgerà la prova regina della rassegna iridata, la granfondo. Domani (venerdì) prova a staffetta a squadre nel centro cittadino con la partenza da via Sacco a Varese alle ore 18.30. Le gare non sono valide per l’assegnazione delle maglie iridate e vedranno in corsa formazioni di quattro corridori, tre uomini e una donna. Nella squadra italiana anche tre varesini: Alessandro Locatelli, Claudio Monti e Alessio Tosato.
Tutte le classifiche su: https://www.mysdam.net/events/event/results-v6_44431.do

[email protected]
(Foto Stefano Benvegnù – Agenzia Blitz)