Il Cas freme, shopping Vanzaghellese e Valceresio, news da Brebbia

0
49

L’estate è ufficialmente alle porte, il caldo si sta facendo sentire, i tornei hanno preso piede, cosa manca all’appello? Il calciomercato. Eccolo qui che arriva puntuale, provando a svelare gli assetti delle squadre di prima categoria della stagione 2018/19, nonostante l’ufficialità si potrà avere solo dal 1° luglio.

AMICI DELLO SPORT: c’è voglia di ripartire e di farlo in grande spolvero per il Cas, ancora amareggiato per la stagione conclusa che non ha certo riservato i risultati sperati. La conferma è la guida tecnica, ovvero mister Cau, che salvo cambi di rotta clamorosi, continuerà a guidare i bustocchi. Per quanto riguarda la rosa, invece, si preannunciano nomi di primordine in ogni reparto ma al momento l’unica certezza è Pietro Caccia, il centrocampista della San Marco classe 98 che rimane a Busto Arsizio ma cambia sponda. Per il resto bisognerà avere ancora qualche giorno di pazienza perché non ci sono ufficialità, ma si preannuncia un mercato scoppiettante.

ANTONIANA: si cambia, e tanto anche. Dopo il ritorno di Giovanni Canestrale in panchina, anche la rosa subirà degli scossoni. Continueranno a vestire la maglia giallorossa il portiere Paroni, Moro, Maneggia, Corbetta, Santaniello, Negri più alcuni juniores promossi ufficialmente in prima squadra, salutano invece Pastanella, Gorletta, Ferrario, Ana Petre e tutto il resto del gruppone. Chi arriva? Tanti giovani, soprattutto sponda Castellanza convinti proprio dal nuovo tecnico, ma non solo: Andrea Ranieri pare sulla via del ritorno, e con lui approda in via Ca’ Bianca anche il fratello Saverio, nell’ultima stagione entrambe avevano vestito la maglia del Fagnano. Ma per saperne di più bisognerà attendere ancora qualche giorno.

ARSAGHESE: confermato mister Marsich, confermata praticamente in toto la formazione che per il secondo anno consecutivo è approdata ai playoff, la caccia è sempre alla punta che possa garantire un buon bottino di gol, utile per proseguire sulla strada playoff. Sondati diversi terreni, non c’è nulla però di concreto, decisive le prossime settimane.

BREBBIA: è piuttosto improbabile che l’iscrizione della squadra del patron Barbarito si iscriva alla prima categoria. La volontà è di proseguire solo con il settore giovanile e di cedere il titolo ma la fumata bianca che si attendeva dall’incontro con l’Olgiatese non è avvenuta, anzi. L’altra pista che dovrebbero sondare i gialloblù è quella del Cairate: si vocifera, infatti, che la squadra di mister Curatolo, neoretrocessa in seconda categoria, potrebbe essere interessata. Vedremo se le prossime ora sapranno dirci qualcosa in più.

CANTELLO-BELFORTESE: fresca di fusione è la squadra del presidente Fontana che torna in prima categoria e lo fa cambiando sede e nome ma non ossatura. La volontà dei varesini è infatti quella di fare una squadra competitiva e proprio per questo, oltre la conferma di mister Saporiti, si terrà stretta i suoi “gioiellini”: da Catanese a Markaj, da Ossola a Da Pos, senza dimenticare Arena e tutti i giovani. Gli unici punti di domanda ruotano intorno a Cereti (che ha qualche problemino di lavoro) e Tarchi (che potrebbe trasferirsi per motivi di studio), mentre salutano Lovisetto e Tasco (che andranno al Bosto) oltre a Beretta. Si cercano dunque quelle 3/4  pedine che possano completare l’organico, in particolare un terzino, due centrocampisti ed un attaccante. Le trattative sono avviate, ma ci sarà bisogno ancora di qualche giorno per le conferme.

FOLGORE LEGNANO: un rinforzo per reparto ed una salvezza più serena, è questa la politica in casa Folgore dove il primo cambio riguarda la guida tecnica con Giuseppe Colombo in arrivo dalla Crennese e pronto a sostituire Fontana. A Legnano si tengono stretti bomber Catalano, ed anche la maggior parte della rosa (nonostante qualche scelta opposta e qualche ritiro come quello di Qaku), per il resto sono in corso le operazioni che porteranno rinforzi. Difficile avere i nomi prima delle firme ufficiali, ma pare che le new entry alzeranno non poco il livello della squadra.

GORLA MAGGIORE: due i punti di domanda (e non da poco) ovvero chi allenerà? E in quale categoria? Non proseguirà la sua avventura mister Rimoldi sono quindi in corso i colloqui per scegliere il nuovo mister; mentre per quanto riguarda il dilemma prima categoria/promozione bisognerà attendere ancora una decina di giorni visto che le graduatorie di qualche giorno fa posizionano il Gorla Maggiore in 11° piazza, considerando che le prime 5 dovrebbero salire, non è così lontano il sogno promozione che sarebbe ben accetto in casa Gorla, pronta a giocarsi qualche chance in struttura che tra tribune e spogliatoi ha apportato anche diverse migliorie. La squadra, invece, non dovrebbe subire particolari cambiamenti visto che eccezion fatta per Bonizzi (il centrocampista ha più di un’offerta in ballo), tutti gli altri big paiono confermati e ben predisposti. Certo il mercato è lungo, una volta sciolti questi nodi si potranno avere idee più chiare.

INSUBRIA: vincitori del campionato in seconda categoria, l’Insubria è pronta a tornare in prima. Lo farà con mister Castiglioni, anche se negli ultimi giorni il mormorio racconta di un po’ di malumori in prima squadra e di qualche interrogativo di troppo, interrogativi che probabilmente svaniranno solo col tempo.

ISPRA: in casa Ispra è ancora presto per lasciar trapelare notizie concrete. Confermato mister Colombo, e confermata gran parte della rosa, ci sarà sicuramente qualche innesto, con ogni probabilità uno per reparto per dare qualcosa in più alla squadra che nell’ultima stagione da neopromossa è arrivata persino a sfiorare a i playoff. Anche in questo caso le prossime settimana saranno decisive.

LUINO-MACCAGNO: dopo la salvezza acciuffata con le unghie e con i denti, a Luino si cambia. Via la truppa di Maccagno, via anche il ds Castorino e mister Albertoli, tutto rimarrà nelle mani dei vecchi proprietari del Luino a cui dovrebbero aggiungersi un nuovo presidente, Dozzio oltre che l’ex Pisoni. In panchina potrebbe sedere Caporali, ex Tre Valli e Lavena Tresiana, mentre la rosa manterrà solo 4/5 giocatori dello scorso anno.

SAN MARCO: anche la San Marco ha tutte le intenzioni di alzare l’asticella. Ci proverà, come già anticipato, con il tecnico in arrivo da Morazzone Marchiorato, ma ci proverà anche con Riccardo Migliore, esterno alto classe ’96 in arrivo dall’Ardor Lazzate, e con Alessandro Corno, esterno basso mancino classe ’98 ex Legnano e Rescalda. Per il resto la prossima sarà una settimana chiave, dovrebbero infatti sbarcare in via Villoresi 6 giocatori, vedremo se sarà effettivamente così.

TRADATE: Belvisi sì, Belvisi no, Belvisi sì! E’ questa la notizia ufficiale degli ultimi giorni a cui si aggiunge il nuovo ruolo di Marco Galluzzo che oltre che capitano della squadra, sarà anche direttore sportivo. Il direttore tecnico, invece, è il nuovo compito di Marcello Maiorca. In settimana ci saranno i colloqui definitivi con tutti i giocatori, si va verso una generale riconferma, ma si cerca anche una punta, Gandolfo dalla Vanzaghellese potrebbe essere un papabile, mentre per il centrocampo piace Nardone, ma è ancora tutto da vedere.

UNION TRE VALLI: con Vincenzi riconfermato in panchina, anche l’Union Tre Valli proverà a fare qualcosa in più della passata stagione. Non ci sono, però, news di spicco, si attendono le mosse ufficiali.

VALCERESIO: la compagine di Arcisate ha voglia di migliorarsi ecco perché un parziale rinnovamento della rosa è la carta su cui punta la società. La guida spetterà ancora al tecnico D’Onofrio, i nomi dei riconfermati sono quelli di Carini, Soave, Di Cara, Di Carluccio, mentre sul piede di partenza ci sono Iori, Turri e Italiano (per lui suonano le sirene della Belfortese). Arriveranno, quindi, un paio di centrocampisti, un terzino sinistro ed un attaccante oltre quella che torna vestire biancoverde: Matteo Ponti dopo le peripezie degli ultimi dodici mesi sarà nuovamente un giocatore della Valceresio.

VANZAGHELLESE: ha fatto letteralmente shopping la Vanzaghellese del riconfermato mister Trubia che vuole assolutamente essere protagonista nella prossima stagione. Nella lista dei riconfermati troviamo il portiere Mainini, i difensori Grassi, Foglia, De Laurentis, Finato, Pisoni Simone, i centrocampisti Mombrini, Vago, Pisoni Stefano e l’attaccante Bellin. Per il resto è tutto nuovo a Vanzaghello. Si è in attesa di capire chi sarà il secondo portiere, ma anche qualche certezza è già giunta alle nostre orecchie. Partiamo dal reparto avanzato con il giovanissimo Nicolò Ascente (classe ’99) pronto a farsi largo fra tre big eccellenti: sposano la causa il centravanti Izzo, che saluta la Castanese, Spadaccino, che dice addio al Fagnano e persino Vendemmiati, in arrivo dalla San Marco. Ma non è tutto percchè risponderanno presenti anche nuove pedine per la difesa ed il centrocampo. In questo caso sbarcano a Vanzaghello Matteo Lo Piccolo dall’Antoniana, Federico Colombo dalla Folgore Legnano e Andrea De Paoli, giovane ’99 che saluta Arconate. Tutto qui? Staremo a vedere.

Mariella Lamonica