CERRO – Una fiammata per tempo. L’Uboldese si rialza dalla scoppola di Seveso e batte per 2-0 il Portichetto. Nel turno infrasettimanale di recupero sul neutro di Cerro, decidono le reti di Maugeri nella prima frazione su calcio di punizione e quella di Costanzo che chiude la pratica a metà ripresa. Match a senso unico. Portichetto pressoché inesistente, non riesce a capitalizzare le pochissime palle gol, frutto delle esigue incertezze di una difesa, quella rossonera, quasi mai in difficoltà. Tre punti fondamentali che rilanciano la corsa dell’undici di Maestroni in vista del weekend.

UboldesePRIMO TEMPO – Meroni mette subito i brividi a Menegon: lob troppo sofisticato che sfiora l’incrocio. Padroni di casa che provano a rispondere sfruttando le palle inattive e l’altezza delle proprie torri. E’ proprio da lì che i rossoneri pescano il vantaggio. Lo firma Maugeri con una punizione deliziosa che si insacca nel sette al 22’. Portichetto che prende coraggio ma non spaventa. L’unico a provarci è Meroni che dalla distanza non centra lo specchio. Al 38’ Tartaglione si invola verso la porta, Barberi si fionda su di lui e gli impedisce il pallonetto. Una leggerezza difensiva avversaria offre la palla del raddoppio a Maugeri che calcia alto. Ultimo brivido della prima frazione: traversa di Tartaglione su punizione dalla trequarti.

PortichettoSECONDO TEMPO – Avvio di ripresa scoppiettante: Tartaglione scalda i guantoni a Barberi col destro dal limite dell’area. Al 4’ l’Uboldese lamenta un calcio di rigore per presunto mani in area di un difensore avversario non visto dall’arbitro. Padroni di casa che accettano il rischio e piantano il piede sull’acceleratore alla ricerca del secondo gol. Che arriva al 24’ con l’incursione di Costanzo, premiato dal filtrante di Tartaglione: esterno destro ad anticipare l’uscita del portiere e palla in buca. Provvidenziale Rossi poco prima mette una pezza al buco difensivo dell’Uboldese. Portichetto a rischio tracollo nel finale. Maugeri flirta con il tris di testa. Fa lo stesso Airaghi, centravanti prodotto della Juniores, che va ad un soffio dal tocco vincente per chiudere i conti. Basta così, l’Uboldese ritrova i tre punti dopo una domenica da coma.

I MIGLIORI IN CAMPO
Maugeri (Uboldese) – voto 7:
la sponda ideale al centro dell’attacco, quando ha la palla tra i piedi non perdona.
Meroni (Portichetto) – voto 6,5: il più pericoloso dei suoi, rischia sempre di far del male ad ogni sua iniziativa, gli manca solo il gol.

I COMMENTI:
Maestroni, allenatore Uboldese: “Vittoria importante, ma la squadra è messa un po’ male fisicamente. Siamo molto stanchi. Stiamo tirando fuori il massimo che possiamo. Domenica c’è il Morazzone, dopo la partita assurda di domenica scorsa, e poi la Coppa che sarà un dentro-fuori. Questa sera mi è piaciuta molto la pazienza della squadra nel trovare la rete. Potevamo forse fare qualche gol in più, ma la squadra ha preferito risparmiare energie quando a risultato acquisito e non continuare a spingere come siamo abituati a fare. Va bene così perché la partita non era affatto semplice”.
Riva, direttore sportivo Portichetto: “Siamo rimasti in partita fino al loro primo gol. Non abbiamo mai mollato e di questo sono contento. Dobbiamo continuare con questo atteggiamento. Questa sera la loro qualità ha fatto la differenza. Abbiamo sofferto molto le loro ripartenze. E poi gli episodi ci hanno sfavorito, mi riferisco al rigore negato clamoroso. Lotteremo fino alla fine più per i playout. ”

IL TABELLINO
UBOLDESE – PORTICHETTO 2-0 (1-0)
Uboldese:
Menegon, Rossi (36’ st Borgia), Moneta (22’ st Maiorano), Colombo, Trionfo, Corrado, Tartaglione, Costanzo (31’ st Airaghi), Petruzzellis, Bartucci, Maugeri. A disposizione: Polidoro, Fuschi, Maiorano, Borgia, Banfi, Calabria, Airaghi. All: Maestroni.
Portichetto: Barberi, Gasparini, Condolucci, Baitieri, Giorgianni, Carrino, Battaglino (12’ st Brianda), Ambrosetti, Coccioli, Meroni (25’ st Ostarello), Zanotta. A disposizione: Tagliavini, Brenna, Rizzi, Brianda, Ostarello, Pecora, Belluzzi. All: Riva.
Arbitro: Brozzoni di Bergamo
Marcatori:
pt: 22’ Maugeri (U); st: 24’ Costanzo (U).

 Inviato Alessio Colombo

MORAZZONE – Il recupero delle settima giornata di campionato, giocato sul campo neutro di Morazzone si è concluso con la vittoria dell’Olimpia per tre reti a due. Cinica la formazione di Rinaldi a segno due volte nella prima frazione, generoso e ingenuo il Brebbia che, sbaglia un rigore a fine primo tempo, rimonta nella ripresa, ma nel finale subisce la terza rete su calcio di rigore.

OlimpiaPRIMO TEMPO – La partita la fa l’Olimpia fin dalle prime battute di gioco, con il Brebbia ripiega nella propria metà campo. La formazione di Rinaldi muove bene palla con inserimenti da dietro ad allargare il campo che mettono in difficoltà il Brebbia. Al 14’ passa in vantaggio l’Olimpia con Sassi che controlla un pallone proveniente dalla sinistra batte Stifanelli con un forte diagonale rasoterra. L’Olimpia controlla agevolmente la partita, mentre il Brebbia fatica a reagire, poche le conclusioni verso la porta. Al 30’ azione sulla destra dell’Olimpia, Ba si inserisce con il giusto tempo e dentro l’area trafigge l’estremo difensore di Contaldo per la seconda volta. Sotto di due reti il Brebbia prova a riaprire l’incontro. Al 32’ conclusione sbilenca di           Quadrelli dal limite dell’area. Al 37’, sugli sviluppi di un calcio da fermo, Gaballo, salito a colpire di testa, gira si sinistro, Boschini respinge. Il Brebbia vive il suo momento migliore e allo scadere ha la grande occasione per accorciare le distanze con Roncari che viene strattonato in area e guadagna un calcio di rigore. Dal dischetto calcia  malamente lo stesso numero 3, con palla abbondantemente a lato.

BrebbiaSECONDO TEMPO – La ripresa inizia senza novità tra i ventidue in campo, ma il Brebbia cambia schieramento tattico passando dal 3-5-2 del primo tempo al 4-4-2 con gli esterni larghi. Avanza pericolosamente sulla destra la formazione di Contaldo, con cross dal fondo di Bardotti e palla che balla in area piccola senza che nessun giocatore gialloblù trovi il tempo e lo spazio per la stoccata vincente. Dopo l’iniziale fiammata gialloblù la partita vive una fase di estremo equilibrio, con  l’Olimpia che esercita maggiore possesso palla. Al 14’ il match si riapre: Bardotti porta avanti palla, centra in mezzo, il pallone sfila sulla sinistra, sul successivo contro cross è lo stesso Bardotti che, sottomisura, sposta palla dal destro al sinistro e insacca. La partita diventa divertente con le formazioni che si affrontano a viso aperto. Il Brebbia ci crede e al 26’ una conclusione dalla distanza con palla a scendere di Roncari è smanacciata in angolo da Boschini. La generosa spinta del Brebbia, dopo vari tentativi, si concretizza al 38’ con Quadrelli che sugli sviluppi di un calcio d’angolo è il più lesto di tutti e insacca in acrobazia. Il pareggio non spegne l’incontro, con le due squadre che continuano a cercare la rete. Al 42’ Borella lavora bene un pallone al  limite dell’area, il suo sinistra dal limite dell’area è respinto da Stifanelli. La difesa del Brebbia non riesce a liberare e sugli sviluppi dell’azione Dall’Olmo viene affrontato in modo scomposto in area. Per il direttore di gara è rigore, dal dischetto Borella spiazza l’estremo difensore del Brebbia, per il definitivo 3-2.

I MIGLIORI IN CAMPO
BORELLA 6.5  (OLIMPIA)
: sempre pericoloso con la palla tra i piedi. Decide il match da dischetto.
BARDOTTI 7  (BREBBIA): gioca semplice, senza fronzoli, dando dinamismo all’azione del Brebbia. Segna la rete che riapre il match con ottimo cambio di piede.

I COMMENTI
Rinaldi (allenatore Olimpia)
: “bene il risultato e i primi 40’, poi ci siamo spaventati e abbiamo subito la bella reazione del Brebbia”.
Contaldo (allenatore Brebbia): . “abbiamo giocato una partita di carattere, sviluppando un bel gioco. Paghiamo errori individuali in fase difensiva e un’ingenuità collettiva in occasione del rigore. Dobbiamo continuare così e giocarcela fino in fondo”

IL TABELLINO
Olimpia
-Brebbia 3-2  (2-0)
Olimpia
: Boschini 6, Montarese 6, Brivio 6, Pasci 6 (dal 40’ st Okaingni sv), Sassi 6.5, Visconti 6, Borella 6.5, Confeggi 6, Dall’Olmo 6, Ba 6.5, Piazza 6.5. A disposizione: Chiesa, Maino, Scaramuzza, Niesi, keller. Allenatore: Rinaldi.
Brebbia
: Stifanelli 6, Bardotti 7, Roncari 6, Pietroboni 6, Gaballo 6, Hamataj 6.5 (dal 36’ st Milano sv), De Taddeo 6, Squizzato 6, Quadrelli 6, Cunati 6, Abati 6.5. A disposizione: Raccagni, Cizzico, Shabani, Canale, Scalamandre,  Galbignani . Allenatore: Contaldo.
Arbitro:
Sig. Samuel Diana di Milano.
Marcatori: pt: 14’ Sassi (B), 30’ Ba (B); st: 14’ Bardotti (B), 38’ Quadrelli (B), 44’ Borella (O).
Note: Spettatori 60 circa. Ammoniti: nessuno. Espulsi: nessuno. Angoli: 5-3. Recupero: 1+3.

Inviato Marco Gasparotto

L’altra partita
Base 96 – Vergiatese 2-1 (1-1)
Base 96
: Gilardi, De Laurentis, De Petri, Cicola, Quitadamo, Larese, Longoni (st 23’ Boniardi), Molteni N, Tagliabue, Carraro (st 30’ Ferrario), Molteni A (st 8’ D’Ovidio). A disposizione: Redaelli, Piva, Busnelli, Galliani. All: Martinelli
Vergiatese
:: Fabbricatore, Fronte, Dutto, Martinoia, Adami, Picco, Cerri (st 44’ Cattaneo), Paolillo (pt 27’ Ruffo), Loo, Gningue, Cotarello (st 4’ Modde). A disposizione: Didoni, Conrero, Brondolin, Tutone. All: Fiorito
Arbitro: Malerba di Sesto San Giovanni
Marcatori: pt 18’ Cicola (B), 41’ Gningue (V); st 49’ Cicola (B)
Nel recupero della 26° giornata, la Base 96 supera la Vergiatese all’ultimo respiro e conquista l’intera posta in palio. I padroni di casa sbloccano al 18’ con un gran tiro di Cicola dai 30 metri, Gningue rimette le cose in equilibrio poco prima dell’intervallo. Ma proprio quando la partita sembra destinata al pareggio, arriva il gol fortunoso ancora di Cicola (palo su punizione, palla sulla schiena del portiere e poi in rete) che vale la doppietta personale e il successo per la Base 96.

[email protected]