A2M – Crenna da brividi, vince il girone e sogna la serie A1. Prossimo step: Final8

0
16

Impresa storica per la Pallamano Crenna. Per la prima volta vince il girone di serie A2 e approda alla Final8 che determinerà l’unica squadra ad andare in massima serie e la stessa sarà anche proclamata vincitrice della Coppa Italia di A2. Tutti i dettagli saranno comunicati dalla Federazione nella giornata di oggi, 23 aprile, a seguito del sorteggio.

La partita contro Ferrarin, in programma nel weekend, è stata una vera e propria battaglia; il peso specifico della gara stessa ha inevitabilmente condizionato molto la prestazione dei gallaratesi; la squadra di Milano invece, sgombra da ogni tensione, si è presentata con la giusta determinazione. L’inizio è molto contratto da parte di Crenna, Ferrarin per molto del primo tempo conduce nel punteggio. Il primo tempo sul 12-12.

Nel secondo tempo tensione e nervosismo rimangono e il risultato rimane sempre in bilico. Il primo vantaggio per Crenna arriva solo dopo 40’,15-14. Nel rush finale, con un parziale di 5-1, Crenna s’impone con il 21-18 e negli ultimi minuti i padroni di casa riescono a gestire la gara e a vincerla, 24-20 il risultato finale.

Al termine della gara mister Cennamo commenta così: “Abbiamo sofferto molto, sicuramente più di quello che i valori in campo evidenziavano; ma in queste partite succede così, il peso di una vittoria così importante crea spesso quella tensione che porta ad errori banali; errori dai 6 metri o di passaggio sono stati molto numerosi; il problema in questi casi è recuperare la concentrazione in fretta e non farsi prendere dal nervosismo o dal panico; noi ci abbiamo messo molto a scrollarci di dosso il tutto, ma la sensazione era che in qualsiasi momento avremmo potuto prendere il vantaggio necessario per chiudere la contesa.
Tutti ovviamente vanno accumunati da un grosso applauso; un risultato che ovviamente ci fa molto felici e, sebbene nelle nostre possibilità, non era facilmente prevedibile. In definitiva pensiamo comunque che il risultato del campo sia comunque giusto e malgrado l’arrivo a pari punti di 3 squadre, la differenza reti negli scontri diretti ci favorisce ma non è stata certo casuale. Siamo il miglior attacco del campionato, miglior differenza reti totale (oltre ovviamente a quella determinante degli scontri diretti) e non ultimo, siamo l’unica squadra ad aver vinto tutte le partite in casa! Da tutti questi motivi si evince che la vittoria finale non è stata affatto casuale.
Poi commenta il prossimo impegno: “Ora ci attende una Final8 da vivere tutta d’un fiato, senza patemi e con la chiara intenzione di fare il meglio possibile, senza porci limiti. Purtroppo il tempo per prepararci è pochissimo, domenica prossima ci sarà già il quarto di finale al quale seguiranno solo ovviamente in caso di vittoria, lunedì e martedì le conseguenti semifinali e la finale”.

Federica Scutellà