28^ giornata – Insubria, è qui la festa! Cuassese e San Michele lotta per il 2° posto – FOTO

0
77

SOLBIATE ARNO – L’Insubria festeggia nel migliore dei modi la vittoria del campionato nella speciale cornice dello stadio Chinetti di Solbiate Arno trionfando per 3-0 sul Sumirago. L’Insubria festeggia, mentre il Sumirago dovrà ancora lottare per evitare ufficialmente i playout.

PRIMO TEMPO – I giocatori dell’Insubria (con i capelli dipinti di giallo e blu per l’occasione) vogliono festeggiare con una vittoria la promozione in Prima Categoria davanti ad un buon pubblico, mentre il Sumirago cerca punti fondamentali per evitare i playout. Pronti e via e i padroni di casa trovano subito il vantaggio al 1’: l’arbitro lascia correre un fallo di Marra per vantaggio, quindi Ciccone allarga sulla sinistra per Ventura che si accentra e col destro lascia partire una splendida conclusione che si insacca nel sette della porta difesa da Mocchetti. L’Insubria è su di giri e al 3’ potrebbe addirittura raddoppiare: è ancora Ciccone a creare l’occasione spingendosi sulla fascia sinistra e mettendo in mezzo un buon pallone Bouraya che però non riesce ad inquadrare il pallone e calcia a lato. In questi primi minuti, è l’Insubria a dominare il gioco non concedendo praticamente niente al Sumirago che non riesce nemmeno a gestire il pallone a causa del forte pressing e della fisicità dei giocatori avversari che vogliono festeggiare al meglio la meritata promozione. All’8’, è ancora la squadra di casa ad attaccare: un pallone in area di rigore viene dimenticato dalla difesa del Sumirago e Ventura prova ad approfittarne per firmare la doppietta, ma il rimbalzo del pallone non gli è favorevole e il tiro finisce alto sopra la traversa. Dopo 10 minuti completamente a panaggio dell’Insubria, il Sumirago si fa vedere in avanti con Carullo che prova ad ingannare Galizia con un insolito tiro-cross dalla trequarti di sinistra che però si spegne fuori. Il Sumirago prende coraggio e al 13’ è ancora dalle parti di Galizia: questa volta Cascio cerca Boaretto in area con un cross, ma il numero 9 è marcato stretto dalla difesa del Sumirago e non riesce quindi a coordinarsi per il tiro. L’Insubria torna in avanti al 15’: Ferrenti si spinge sulla fascia e mette un pallone in area che viene sporcato da Mocchetti e che quindi risulta imprendibile per Lo Giudice, ma non per Bouraya che però trova la parata dell’attento Mocchetti. Al 21’, l’Insubria sfiora nuovamente il 2-0: i giocatori di mister Castiglioni trovano troppo spazio nella retroguardia del Sumirago e innescano Lo Giudice il quale uno contro uno sfiora solamente l’angolino basso alla sinistra di Mocchetti. Dopo l’inizio emozionante, la partita si abbassa di ritmo e si deve aspettare il 36’ per una vera azione da rete sempre a favore dell’Insubria: Cafaro viene servito al centro dell’area, ma ci mette qualche secondo a gestire il pallone e a concludere. Ciò permette a Mocchetti di posizionarsi al meglio per deviare col piede un nuovo tentativo di gol dell’Insubria. Prima della fine della prima frazione di gioco è nuovamente l’Insubria a cercare la via del gol al 44’: è Cafaro a scendere dalla fascia e ad accentrarsi per trovare un nuovo gol da fuori area, ma sfortunatamente per lui, il pallone vola alto senza impensierire l’estremo difensore avversario.

SECONDO TEMPO – La seconda frazione segue la falsariga della prima e l’Insubria raddoppia immediatamente: Ciccone sfonda sulla fascia destra e mette un delizioso assist in area per Lo Giudice che firma il meritato 2-0 per l’Insubria solamente al primo minuto di gioco del secondo tempo. Al 3’, Lo Giudice potrebbe mettere la parola fine alla partita con un’azione fotocopia di quella precedente solamente che il numero 10 manda alto il pallone del 3-0. L’Insubria torna pericoloso al 12’ con Ciccone che in contropiede trova campo aperto, prova a servire un compagno in mezzo all’area, ma non trova nessuno se non una deviazione di un difensore del Sumirago che per poco non ridà il pallone al numero 9 in posizione favorevole. L’Insubria governa la partita forte del doppio vantaggio, ma il Sumirago prova a riaprire la contesa agendo per vie centrali per poi allargarsi dando il pallone a Carullo e Cascio che però non riescono a mettere in mezzo la sfera per Boaretto a causa della bella difesa dell’Insubria che blocca sul nascere ogni tentativo offensivo degli ospiti. Il Sumirago ottiene comunque un calcio d’angolo al 25’: il cross in mezzo raggiunge la testa di Ambrosio che però non riesce a colpire al meglio la sfera di gioco che termina fuori. L’Insubria risponde con un nuovo calcio d’angolo al 29’: il pallone in mezzo viene mancato da due giocatori del Sumirago e trova la sforbiciata di Lo Giudice che chiude la partita con la doppietta personale. Il Sumirago è definitivamente spento dopo la terza rete e non crea più occasioni per ridurre lo svantaggio, mentre l’Insubria prova ad ottenere il poker attraverso continui passaggi intenti a cercare Lo Giudice lasciato troppo libero dalla difesa degli ospiti. La partita si avvia verso la conclusione senza tante emozione con i giocatori e i tifosi dell’Insubria che attendono il fischio finale per festeggiare la promozione e dopo l’ultimo tiro debole del Sumirago da fuori area da parte del subentrato Nicolini, il direttore di gara fischia il termine del match con il risultato finale di 3-0 per l’Insubria.

I MIGLIORI IN CAMPO
Lo Giudice (Insubria Calcio) – voto 7.5:
Una doppietta corona la grande giornata in fase realizzativa del bomber dell’Insubria che risulta anche imprendibile per la difesa del Sumirago che non riesce a contenerlo.
Mocchetti (Sumirago Boys Soccer) – voto 7: Come al solito tiene in piedi la sua squadra con molte parate che evitano che il risultato diventi ancora più largo. Può ben poco sulle tre reti dell’Insubria.

I COMMENTI
Castiglioni (all. Insubria Calcio):
“Il nostro obiettivo primario è finire con onore il campionato ed oggi abbiamo fatto ciò. Sono molto soddisfatto dell’atteggiamento dei ragazzi che nemmeno oggi hanno regalato niente ai nostri avversari. L’anno prossimo? Non mi pongo obiettivi precisi, vediamo cosa accadrà”.
Caponigro (all. Sumirago Boys Soccer): “Ci mancano tre partite, oggi era quasi un’impresa impossibile, ma ci abbiamo comunque provato, ma non c’è stato niente da fare. Adesso abbiamo tre partite importante, ma sono fiducioso. C’è stato comunque un ottimo atteggiamento da parte dei ragazzi”.

IL TABELLINO
Insubria Calcio-Sumirago Boys Soccer 3-0 (1-0)
Insubria Calcio:
Galizia 6.5, Ferrenti 6.5, Castelli 6, Cosenza 6, Bellumore 6.5 (dal 27’ st Figliolia sv), Cafaro 6.5 (dal 22’ st Bossi 6), Ventura 7.5, Broggini 6 (dal 30’ st Frattini sv), Ciccone 7 (dal 18’ st Cerutti 6.5), Lo Giudice 7.5, Bouraya 7 (dal 13’ st Caon 6.5). A disposizione: Bottani, Frattini, Caon, Cerutti, Bossi, Bardelli, Figliolia. Allenatore: Castiglioni
Sumirago Boys Soccer: Mocchetti 7, Guidali 5.5, Castellaneta F. 5 (dal 37’ st Pili sv), Casadei 5.5 (dal 16’ st Nicolini 6), Ambrosio 5, Marra 6, Castellaneta M. 5.5, Trotti 5, Boaretto 6 (dal 42’ st Zebyou sv), Carullo 6, Cascio 6 (dal 27’ st Dicara 5.5). A disposizione: Sosto, Dicara, Pili, Zebyou, Nicolini, De Mita. Allenatore: Caponigro
Arbitro: Ventura di Gallarat
Marcatori: pt: 1’ Ventura (I); st: 1’ Lo Giudice (I), 29’ Lo Giudice (I)
Note – giornata nuvolosa, campo in buone condizioni. Partita giocata al Chinetti di Solbiate Arno. Recupero pt: 2’; st: 1’. Tiri (in porta): 10(6)-3(1). Angoli: 6-3.

LA FOTOGALLERY DELLA FESTA

Inviato Lorenzo Valentino
Fotogallery Al Underhouse

 

– RISULTATI E CLASSIFICA

Le altre partite

VITTORIE INTERNE – Roboante 5-2 del Laveno Mombello (doppietta di Moro, Reale e Malnati oltre ad una autorete) sul Cantellorasa, (a segno con Cosso e Broggini). 4-1 della Ternatese sul San Luigi Albizzate (doppietta di Zanzi, Sgarrini, Esposito, per gli ospiti a segno Lo Russo).

PAREGGI – Senza reti la sfida tra San Michele e Caravate, 2-2 invece tra Calcinatese (Louaraini e Sigurtà) e Malnatese (Sattin e Zoccarato).

VITTORIE ESTERNE – Il Ceresium Bisustum vince 1-3 a Viggiù, grazie alle reti di Buzzi, De Bortoli e Savo, per i padroni di casa gol di Gravina, stesso risultato dell’Aurora Induno (Voza, Bruno e Petrosino) contro la Lavena Tresiana (Campello). 0-1 della Cuassese sul campo del Buguggiate, decide Franzetti.

In redazione Ulisse Giacomino