Home Città di Varese Varese a Casale, formazione pronta. Rolando play?

Varese a Casale, formazione pronta. Rolando play?

0
Varese a Casale, formazione pronta. Rolando play?

Fischio d’inizio domani alle 14.30 al “Natale Palli” di Casale Monferrato dove sarà ospite il Varese che non vuole perdere ulteriormente terreno nei confronti del Cuneo. I biancorossi, secondi con la Caronnese a -3 dalla capolista, sono chiamati a vincere.

QUI VARESE – Nell’infermeria è rimasto il solo Zazzi e Baiano dovrà fare i conti con un’altra assenza pesante a centrocampo, quella di Davide Bottone che dovrà scontare un turno di stop dopo il giallo di domenica scorsa ricevuto in diffida. Quale modulo per il Varese? Confermare il 3-4-3 o tornare al 4-4-2? Questo il dubbio del tecnico che potrebbe affidare le chiavi del centrocampo alla giovanissima coppia Vingiano-Benucci, classe ’96 il primo, ’98 il secondo. Non sarà ancora disponibile, infatti, il mediano Gazo che è sulla via del recupero, ma non è ancora pronto. L’altra soluzione, più probabile, è quella di proporre Rolando nel ruolo di play, soluzione adottata già in un’altra partita. A quel punto i tre davanti sarebbero Becchio, Gucci e Giovio. Sugli esterni confermati Talarico e Bonanni; intoccabile l’esperta difesa composta da Ferri, Luoni e Viscomi. Torna in campo dopo il turno di stop il portiere Pissardo

QUI CASALE – Grazie alle otto vittorie e agli 11 pareggi conseguiti finora (a fronte di sei sconfitte), il Casale veleggia a metà classifica (nona posizione) e, con i 35 punti messi in carniere, guarda senza grandi timori al prosieguo del campionato. I nerostellati hanno vinto ben tre partite in campo avverso (1-0 al Verbania, 3-1 alla Folgore Caratese e 3-2 alla Varesina) mentre sono caduti una sola volta sul terreno amico, sconfitti dalla stessa Folgore Caratese per 2-1. Non avendo in squadra un vero “bomber” si distribuiscono l’onre di fare gol: i più polifici sono stati finora Andrea Cardini, con 8 reti, e l’italocubano Manuel Pavesi con 5. Domani sarà assente Modou, squalificato.

Elisa Cascioli