Home Pallacanestro Varese Un turno di scontri diretti: apre Cremona-Pesaro, chiude Venezia-Avellino

Un turno di scontri diretti: apre Cremona-Pesaro, chiude Venezia-Avellino

0
Un turno di scontri diretti: apre Cremona-Pesaro, chiude Venezia-Avellino

Una domenica di scontri diretti e di veri e propri spareggi. È questo che ci attende il 2 aprile, ad appena sei turni dal termine della stagione regolare. Si parte a mezzogiorno con una gara da brivido: la Consultivest Pesaro ospita la Vanoli Cremona. All’andata i biancorossi vinsero in trasferta (71-73) e perciò un successo nella gara di ritorno significherebbe +4 in classifica e vantaggio negli scontri diretti. Cremona, a quel punto, dovrebbe vincere tre gare in più rispetto a Pesaro nelle ultime cinque giornate.

Alle 18.15 le gerarchie dei playoff potrebbero assumere contorni più definiti: c’è la sfida tra Betaland Capo d’Orlando e Grissin Bon Reggio Emilia, con i siciliani quinti che hanno due punti di vantaggio sulla squadra di Menetti, e in contemporanea si incontrano anche Banco di Sardegna Sassari e Enel Brindisi. Meo Sacchetti sfida il suo passato con un’importante posta in palio: i pugliesi, al momento, sono ottavi e hanno due soli punti di ritardo dalla Dinamo.

Giocano contro le loro fragilità e paure Germani Basket Brescia e Pasta Reggia Caserta: i lombardi non possono più sbagliare se vogliono sperare ancora nei playoff, i bianconeri invece hanno vinto solo due volte nel girone di ritorno e, in caso di successo cremonese nell’anticipo, si troverebbero a +4 sulla zona retrocessione. Brescia, comunque, è nel momento peggiore della sua stagione: è reduce da quattro ko consecutivi e da un -33 rimediato sul campo di Reggio Emilia.

Un’occasione d’oro ce l’avrà la Dolomiti Energia Trentino: cosa potrebbe esserci di meglio di una vittoria esterna sul campo – ancora involato in campionato – della EA7 Emporio Armani Milano? L’impresa potrebbe non apparire così complessa se si considera il momento vissuto dalle due squadre: nel girone di ritorno Trento ha vinto otto gare su nove, Milano è invece alle prese con le assenze di diversi giocatori chiave (Simon, Sanders, Kalnietis, Fontecchio e Dragic) e ha perso a Pistoia nell’ultimo turno.

Alle 19.30 spazio per un’altra sfida playoff: Fiat Torino contro The Flexx Pistoia. È Pistoia in particolare – attualmente a -2 dall’ottavo posto – ad avere l’obbligo di vincere, anche solo per lasciarsi alle spalle il trend negativo in trasferta, ma Torino (che ha recuperato White e ha inserito Hollins) vuole continuare nella sua corsa tra le mura amiche. MIA-Red October Cantù e Openjobmetis Varese si affrontano domenica alle 20.45, lasciando il lunedì ad un’altra sfida da non perdere.

La Sidigas Avellino, dopo la batosta subita a Brindisi per mano di una squadra galvanizzata dall’arrivo di Samardo Samuels, non deve sbagliare la trasferta in laguna contro l’Umana Reyer Venezia. Una vittoria orogranata significherebbe, per la compagine di Sacripanti priva dell’estro e del talento di Joe Ragland, ritrovarsi a -4 dal secondo posto. E in un campionato così, in cui le certezze milanesi stanno vacillando sotto il peso degli infortuni, sarebbe un peccato per gli irpini – considerando le ambizioni stagionali – non concludere la regular season col miglior piazzamento possibile.

PROGRAMMA E CLASSIFICA

Filippo Antonelli