20 C
Comune di Varese
Home Città di Varese Un altro cuore biancorosso ci lascia. L’ultimo saluto a Cesare Sonzini

Un altro cuore biancorosso ci lascia. L’ultimo saluto a Cesare Sonzini

0
Un altro cuore biancorosso ci lascia. L’ultimo saluto a Cesare Sonzini

Questa mattina, nella chiesa della Madonna di Caravaggio a Biumo Superiore, è stato tributato l’estremo saluto a Cesare Sonzini, difensore e capitano del Varese negli Anni Cinquanta, che si è spentoall’età di 82 anni, per una grave malattia, all’ospedale di Circolo. Sonzini militò nelle file biancorosse nella stagione 1951/52 e poi, ininterrottamente, dal 1953 al 1961, e potè così vantare un numero di presenze (214)che lo pone al terzo posto nella classifica “fedeltà” di tutti i tempi, alle spalle del primatista Edoardo Gorini (252) e del suo storico compagno di reparto Giampiero Mutti (217).

Il coriaceo Cesare visse la prima grande crisi societaria del dopoguerra, che vide i biancorossi sprofondare  per la prima volta nei campionati minori (Promozione 1954/55), ma anche la rinascita, di cui fu uno dei protagonisti, che riportò il Varese, nel 1958, in serie C. Fondamentale il suo apporto alla “marcia trionfale” che vide i biancorossi, guidati dal mitico Piero Magni, il calciatore bobbiatese entrato nella storia del calcio per aver ricoperto nella Juventus tutti i ruoli, vincere con 11 punti di distacco il campionato di Promozione, ottenendo risultati eclatanti come il 9-1 sul Laveno al “Franco Ossola”.

Nel Varese degli Anni Cinquanta, Cesare Sonzini, difensore roccioso ma anche tecnico, costituì un solido reparto arretrato con il citato Giampiero Mutti e Antonio Turri. Due anni fa, nel pomeriggio del 27 agosto del 2015, Sonzini fu vittima di un singolare infortunio, che per fortuna non ebbe gravi conseguenze, nel giardino della sua casa in via Masolino da Panicale a Biumo Superiore. Arrampicatosi su un muro per recuperare  il suo gatto, Sonzini cadde dall’altezza di tre metri battendo la testa.  Prontamente soccorso e portato al pronto soccorso dell’ospedale di Circolo, fu curato solo per qualche graffio. Alle figlie Emanuele e Laura, alla sorella Armida e ai nipoti le condoglianze di Varesesport.

Nella foto del Varese 1957/58, l’anno della promozione in serie C dopo un lungo “purgatorio” tra Promozione e IV Serie, Cesare  Sonzini è il primo a sinistra in piedi

f.b.