Home Pro Patria Turno propizio per i tigrotti nonostante il rinvio di Lecco

Turno propizio per i tigrotti nonostante il rinvio di Lecco

0
Turno propizio per i tigrotti nonostante il rinvio di Lecco

Monza fermato, Pergolettese beffata, Ciliverghe rimontato. Nonostante il controverso rinvio del match con il Lecco, la Pro Patria ha limitato i danni virtuali. Delle prime 5, soltanto la Virtus Bergamo (secco 5-0 all’Olginatese) ha infatti portato a casa i 3 punti. Così, quando verrà recuperata la sfida con i blucelesti, i tigrotti di Bonazzi avranno la possibilità di accorciare le distanze con la vetta.

Se non ora, quando? Dando per scontato il recupero nel mese di febbraio (in queste ore i due club troveranno un’intesa di massima), una data utile potrebbe essere quella di mercoledì 8 febbraio. A metà strada tra la trasferta di Ciserano e il match interno con la Virtus Bolzano per la Pro Patria, e tra la sfida casalinga con il Fanfulla e la gara fuori con la Grumellese per il Lecco.

La fatal Darfo. La Pro Patria ci aveva rimesso la ghirba prima di Natale interrompendo una serie di 8 vittorie consecutive. Il Monza ci ha pareggiato domenica (0-0) dopo aver vinto le prime 9 trasferte stagionali.Il Darfo Boario si conferma una discreta buccia di banana per le squadre lanciate. Tra l’altro, con 10 punti nelle ultime 4 gare, i neroverdi camuni sono statisticamente la migliore formazione a cavallo tra andata e ritorno.

Recu…pari. Dal ’95 ad oggi, in sette occasioni la Pro Patria è stata costretta a rinviare una partita per impraticabilità di campo. Il bilancio? Due vittorie e cinque pareggi. Andando a ritroso, dal 2-5 di Monza (nella foto) del 9 febbraio ‘13 (match inizialmente previsto per il 16 dicembre ’12 e rinviato per neve), all’1-1 del 23 gennaio ’02 allo “Speroni” con la Sangiovannese (ghiaccio il 23 dicembre ’01). Tra queste anche l’1-1 del “Rigamonti-Ceppi” con il Lecco dell’1 febbraio ’09 (ancora ghiaccio nel posticipo del 12 gennaio).

Cambia che ti passa. La 19^ è stata la giornata delle strisce interrotte. Come detto, primo mancato successo in trasferta del Monza, ma anche primo punto (dopo 7 sconfitte) per il Fanfulla e prima gara interna senza reti per la Pergolettese. I canarini di Curti, dopo essere andati a segno nelle prime 12 gare, sono rimasti a secco in 4 delle ultime 7 (a partire dal 3-0 di Busto del 27 novembre). A testimonianza di un’involuzione che ha portato a perdere 12 punti dal Monza (dal +4 del 23 ottobre all’attuale -8). Ancora senza gol in trasferta lo Scanzorosciate che in 10 gare lontano da casa ha realizzato la miseria di una sola rete (peraltro da 3 punti a Lodi).

Borto sicuro. A precisa sollecitazione, sabato Elia Bortoluz ha risposto con un eloquente: “Prima possibile”. Assente dall’11 dicembre per una lesione muscolare parziale al bicipite femorale destro (prognosi di 6/8 settimane), Toro Scatenato ha nel mirino il rientro per la supersfida del 29 gennaio a Monza. Davvero possibile? Meglio essere prudenti. Ma le sensazioni sembrano positive.

Ce n’è per tre. Dopo una fase di appannamento, il Caravaggio (prossimo avversario biancoblu domenica alle 14.30 allo stadio “Speroni”), ha ripreso il ritmo di inizio campionato. I ragazzi di Bolis hanno raccolto 15 punti nelle ultime 8 gare pur restando a debita distanza dalla zona playoff (8 lunghezze). Quello di domenica sarà il terzo incrocio stagionale dopo il 2-2 (6-7 ai rigori) del 21 agosto in Coppa Italia e l’1-1 del 18 settembre in campionato. Entrambe le gare, giocate al “Comunale”.     

Giovanni Castiglioni