Subito la Grumellese per dimenticare Dro

0
18

Almeno c’è poco tempo per pensarci. Per la Pro Patria è già vigilia. Domani il recupero contro la Grumellese (ore 15, stadio “Speroni”) potrebbe (forse) già far dimenticare la prestazione piccola così di domenica a Dro. A stretto giro di posta, arriverà anche l’altra gara interna con il Fanfulla. Sei punti rilancerebbero la formazione di Bonazzi. Meno certificherebbero una profonda crisi. Peraltro già oggi d’attualità.

06-11-2016 Grumello del monte (BG) Campionato Dilettanti 2016/17 Gir B Grumellese - Aurora pro patria Nella foto:Il Dro e il contro. Un punto nelle ultime 4 gare in cui sono state realizzate solo 2 reti (tutte a Seregno). Dodici gol al passivo nelle 10 gare del girone di ritorno, il doppio di quelli subiti nelle precedenti 10 (6) e quasi quanti quelli dell’intera andata (14). I numeri dicono senza spiegare. Ma nella rottura prolungata dei tigrotti c’è anche dell’altro.

Perdiamoci di vista. Prima del (ri)esordio nel suo Trentino, l’ultima gara giocata da Alessio Gionta era stata il 23 ottobre a Pontisola (3-0 per i locali). L’arbitro di allora era lo stesso di domenica: Simone Galipò di Firenze. Per gli amanti della scaramanzia a tutti i costi, l’auspicio è che le strade della Pro Patria e del fischietto toscano non si debbano più incrociare.

Tu chiamalo se vuoi braccino. Dopo 7 vittorie consecutive al “Brianteo”, per il Monza è arrivato l’affannoso pari con il Caravaggio. Insomma, più si avvicina il traguardo della promozione e più subentra l’ansia da prestazione. Il più 11 sul Ciliverghe garantisce sonni tranquilli. Domenica ad Alzano con la Virtus Bergamo (unica squadra in grado di battere i brianzoli) l’ultimo vero ostacolo prima del traguardo.       

Maurito abbreviato. Per Mauro Ulizio il terzo filone del processo “Dirty Soccer” ha prodotto effetti in serie rispetto ai precedenti: un anno e 2 mesi di inibizione più preclusione e 30.000 euro di ammenda da sommare ai 3 anni inflitti dal Tribunale Federale Nazionale lo scorso 27 settembre. La Pro Patria (di cui Ulizio sarebbe stato socio occulto e direttore di fatto tra la fine del 2014 e l’inizio del 2015) è stata invece prosciolta da ogni accusa. Iter di giustizia sportiva terminato? Al netto degli appelli, questa volta, pare proprio di sì.

Colombo no. Colomba . In mancanza di Riccardo Colombo, l’ospitalità droense ha garantito un anticipo di Pasqua con colomba e prosecco serviti nell’insolita tribuna stampa del “Comunale Oltra”, un rifugio alpino con vista terreno di gioco. Come dire, la Serie D nella sua versione più ruspante.

06-11-2016 Grumello del monte (BG) Campionato Dilettanti 2016/17 Gir B Grumellese - Aurora pro patria Nella foto:A casa con i tuoi. La Grumellese prossimo avversario biancoblu era anche l’unica (con la Pro Patria) a non aver mai pareggiato in casa. L’1-1 di domenica con lo Scanzorosciate ha sanato la lacuna. I giallorossi di Giuliano Melosi non vincono in trasferta dal 18 dicembre (0-3 a Ciserano) e nel girone di ritorno hanno ottenuto solo 2 punti in 4 uscite fuori confine. Curiosamente (causa sosta e calendario) hanno giocato le ultime 3 gare al Comunale “Luciano Libico”. All’andata il 6 novembre successo bustocco 0-1 griffato Pedone.

E continuavano a chiamarlo il Pro Patria. Interpreti diversi, solita solfa. Per la Pro Patria lo svarione di genere è sempre d’attualità. Ultimi a mettersi in coda quelli de “Il Dolomiti”, il cui titolo domenicale (“Impresa Dro contro il Pro Patria”) è stato l’ennesimo inciampo dei maschilisti dell’articolo determinativo. Impareranno mai? Meglio non farsi illusioni.

Ferrieri-Caputi-MariaSoleDonne e rigori, gioie e dolori. E sempre a proposito di eterno femminino, per la sfida di domani è stata designata Maria Sole Ferrieri Caputi di Livorno (assistenti Christian Pepi e Marco Toce di Firenze). L’arbitro labronico (sociologa con laurea magistrale da 110 e lode) ha diretto 9 gare in stagione con un bilancio di un successo interno, 6 pareggi, 2 vittorie in trasferta, 36 gialli, 2 rossi e 4 rigori.

Giovanni Castiglioni