20 C
Comune di Varese
Home Pallacanestro Varese Senza Maynor si spegne la luce. Playoff difficili ma non impossibili

Senza Maynor si spegne la luce. Playoff difficili ma non impossibili

0
Senza Maynor si spegne la luce. Playoff difficili ma non impossibili

Si ferma a sei la striscia di vittorie di Varese, che cade sul campo di Reggio Emilia per 73-68 (conservando, ad onor di cronaca, il favore degli scontri diretti contro la Grissin Bon), al termine di una partita nella quale l’Openjobmetis ha patito enormemente l’assenza di Eric Maynor (a disposizione, ma non entrato a causa dei postumi di un incidente stradale occorso domenica scorsa, dopo la vittoria nel derby).
L’impatto con la difesa ben organizzata di Reggio è stato fatale per Varese, che ha chiuso il primo quarto con solo 7 punti segnati. Gli undici punti di vantaggio maturati nel quarto di apertura si sono rivelati decisivi, dal momento che Varese ha resistito nella seconda e terza frazione, per poi provare una insperata rimonta nei minuti finali, dopo aver toccato il massimo svantaggio sul 69-51.
Nella prima metà di gara Varese ha pagato la netta superiorità di Reggio Emilia a rimbalzo, che ha garantito seconde opportunità alla squadra di Menetti. Varese ha faticato anche a costruire un fluido gioco offensivo, soprattutto con il tiro perimetrale: solo 10 le triple provate in tutta la partita (sono 21 in media), con una sola realizzazione, da parte di Johnson, nell’ultimo periodo. Col passare dei minuti si sono scaldati sia Johnson che Eyenga, i quali, in assenza di Maynor, erano chiamati ad essere i fari offensivi di Varese, ma sono stati troppo soli, non potendo contare sull’apporto sia di Pelle che di Anosike, entrambi ridimensionati dalla coppia di pivot di Reggio. Riccardo Cervi, infatti, ha fatto il bello e cattivo tempo sui lob e pick and roll, mentre Jalen Reynolds ha dominato a rimbalzo (10 in soli 18 minuti). Una nota positiva per Varese è rappresentata da Aleksa Avramovic, che ha risposto presente alla chiamata di coach Caja: per lui 9 punti in 19 minuti, con qualche soluzione al ferro con la sua prediletta mano mancina.
Le sconfitte di Brindisi e Torino non fermano le ambizioni di playoff di Varese, che sono comunque flebili. A Masnago, sabato 15, arriva Trento, forte del nuovo innesto Shevon Shields (arrivato per sostituire gli infortunati Marble e Baldi Rossi).

Marco Mastrorilli
(foto della gara di andata)