Home UYBA Volley Secondo round di Coppa Italia: UYBA a Novara per conquistare le Final Four

Secondo round di Coppa Italia: UYBA a Novara per conquistare le Final Four

0
Secondo round di Coppa Italia: UYBA a Novara per conquistare le Final Four

Al via il secondo round: sì, perchè dopo la gara di andata dei quarti di finale di Coppa Italia giocata giovedì sera al Palayamamay, UYBA e Igor Gorgonzola Novara si incroceranno di nuovo domani sera (ore 17) questa volta in casa delle piemontesi per la seconda e decisiva partita. La squadra che passerà il turno festeggerà l’ingresso nelle Final Four della competizione che si svolgeranno in un luogo ancora da definire nel weekend del 4 e 5 marzo prossimo.

LE COMBINAZIONI – Riavvolgendo il nastro, giovedì la UYBA ha perso in casa per 3-2 e ha sfiorato la rimonta dopo lo 0-2 subito nei primi due set. La rimonta non è arrivata, ma la sconfitta non ha pregiudicato le possibilità di conquistare il pass per le Final Four. Il regolamento, infatti, prevede che a qualificarsi sia la formazione che vince entrambi i confronti o, in caso di parità, il golden set di spareggio.
Dunque, la UYBA passerebbe direttamente se dovesse vincere 3-0 o 3-1 a Novara; in caso 3-2 in favore delle farfalle, si disputerebbe il golden set (al 15); se Novara dovesse imporsi con qualunque risultato, sarebbero le ragazze allenate da coach Fenoglio ad entrare nella griglia delle semifinali di Coppa Italia.

QUI UYBA – Coach Mencarelli anche domani sera sarà alle prese con l’assenza ormai nota di Vasilantonaki e con i problemi accusati pure in questi ultimi giorni da Diouf, dolorante alla schiena. Recuperata, come si è visto giovedì, Martinez che è risultata molto importante per l’economia d’attacco della UYBA. A meno di sorprese dell’ultima ora, Signorile sarà in regia, Diouf agirà da opposto, Stufi (ottima prova per lei all’andata) sarà al centro con capitan Pisani, Martinez e Fiorin giocheranno in posto quattro e come libero dovrebbe partire nel sestetto Witkowska, anche se la super prestazione di Spirito potrebbe far venire qualche dubbio al coach biancorosso.
La UYBA non può sbagliare e per sperare nel passaggio del turno ha soltanto un risultato: la vittoria. Ecco, quindi, che le bustocche dovranno rischiare qualcosa fin dal servizio per cercare di mettere sotto pressione la ricezione di Novara. Da arginare, inoltre, saranno le solite Barun e Plak, veri incubi per le biancorosse in ogni confronto stagionale.

QUI NOVARA – Come la UYBA, anche Novara ha l’obbligo di vincere per centrare le Final Four. L’essersi imposta al Palayamamay è già un primo tassello dell’opera che, però, va completata domani sera. Coach Fenoglio ha analizzato il calo del terzo e del quarto set delle sue ragazze che ha consentito alla UYBA di rifarsi sotto e di portare le azzurre al tie-break. Inoltre, come sempre, avrà una doppia possibilità in regia, con Dijkema e Cambi in ballottaggio. Confermate le altre, ovvero Barun opposto, Chirichella e Bonifacio al centro, Plak e Piccinini in banda e Sansonna libero.

 

Unet Yamamay Busto Arsizio – Igor Gorgonzola Novara
Unet Yamamay Busto Arsizio: Sartori, Stufi, Signorile, Cialfi, Spirito (L), Fiorin, Witkowska (L), Martinez, Diouf, Moneta, Berti, Negretti, Pisani. All. Mencarelli, 2° Musso.
Igor Volley Novara: Alberti, Cambi, Plak, D’Odorico, Donà, Pietersen, Bonifacio, Chirichella, Sansonna (L), Piccinini, Dijkema, Zannoni, Barun. All. Fenoglio, 2° Micoli.

 

Il programma dei quarti di finale:
ANDATA – giovedì 5 gennaio, ore 20.30
Liu Jo Nordmeccanica Modena – Pomì Casalmaggiore 3-0 (25-18, 25-22, 25-16)
Savino Del Bene Scandicci – Foppapedretti Bergamo 3-0 (25-16, 25-22, 26-24)
Sudtirol Bolzano – Imoco Volley Conegliano 0-3 (23-25, 22-25, 26-28)
Unet Yamamay Busto Arsizio – Igor Gorgonzola Novara 2-3 (23-25, 17-25, 25-23, 25-15, 9-15)

RITORNO – domenica 8 gennaio, ore 17.00 
Pomì Casalmaggiore – Liu Jo Nordmeccanica Modena
Foppapedretti Bergamo – Savino Del Bene Scandicci
Imoco Volley Conegliano – Sudtirol Bolzano
Igor Gorgonzola Novara – Unet Yamamay Busto Arsizio

Laura Paganini
(foto di Alessandra Molinari)