Dopo due trasferte consecutive, la SAB Volley Legnano è tornata davanti al suo pubblico e ha sfidato, senza risultato, la Savino Del Bene Scandicci, uno dei top team del campionato che milita ai piani alti della classifica, dopo Novara e Conegliano.
Una partita difficile per le ragazze di coach Andrea Pistola, che hanno subito particolarmente l’aggressività della squadra avversaria, arrivata molto determinata a vincere dopo la sconfitta subita con la rivale Igor Gorgonzola Novara durante il turno infrasettimanale. Legnano, che ha dovuto fare a meno di Alicia Ogoms, a riposo per una distorsione alla caviglia, parte a rilento nel primo set, lasciandosi superare senza troppi intoppi (13-25), provando a reagire nel secondo (16-25) e sfiorando la vittoria nel terzo parziale, arrivando in parità 17-17 e allungando fino al 22-23, senza però riuscire a concretizzare la rimonta (22-25).
Sul campo giallonero molto bene Silvia Lussana, che ha dato un grande contributo in difesa e ricezione, mentre in prima linea la top scorer è Alice Degradi (10 punti). Sul campo delle fiorentine, a brillare sono Isabelle Haak e Adenizia Ferreira Da Silva, che hanno fatto entrambe 19 punti.
Le ragazze di Andrea Pistola avranno domani un giorno di riposo prima di tornare in palestra e preparare la prossima gara, che si terrà domenica 3 dicembre alle ore 17 sempre al PalaBorsani. In questa occasione la formazione di Legnano ospiterà le ragazze della Pomì Casalmaggiore.

La cronaca
La SAB Volley Legnano, entra in campo con Caracuta in palleggio, Mingardi opposto, la diagonale Degradi- Newcombe e al centro Pencova-Martinelli, con Lussana libero. Scandicci opta invece per Carlini palleggiatrice, Haak opposto, Bosetti e De La Cruz in diagonale, al centro Adenizia e Arrighetti e, come libero, Ferrara.
L’avvio di partita è molto equilibrato: a partire dal 3-3, la formazione fiorentina trova il distacco con Haak e De La Cruz, efficaci a muro e in contrattacco (4-8). Andrea Pistola richiama le sue all’ordine, ma Scandicci non pemette alle giallonere di recuperare molto terreno (7-10), volando in pochi scambi a +7 (9-16). Degradi prova a scatenare la reazione delle proprie compagne firmando il break del 12-19, ma la squadra ospite ha ormai raggiunto un buon ritmo di gioco e rende vano ogni tentativo di recupero, chiudendo il primo set in tranquillità con un attacco di De La Cruz (13-25).
Nel secondo parziale in gioco è molto movimentato per i primi scambi, con entrambe le squadre che giocano in maniera ordinata (3-4). Un errore delle giallonere dà il via ad una serie di azioni positive della squadra fiorentina, che sfrutta al meglio la prima linea Haak- Bosetti e si porta in netto vantaggio sulle atlete di casa (5-12). La SAB prova la rimonta con Degradi in ace (7-12), continuando con una scatenata Drews fino a 11-14 ma viene interrotta da Haak, che va a segno per l’11-15 e trascina le compagne a +7 (11-18). Le ragazze di coach Pistola provano nuovamente a reagire, con Drews e Coneo sulla linea d’attacco (14-19), ma le ragazze in maglia biancorosa non si lascia intimidire e, capitanate da Bosetti, molto positiva soprattutto in questa parte della frazione, riescono a conquistare senza troppi problemi anche il secondo parziale (16-25).
Il terzo set parte come gli altri due: dopo un primo momento di gioco equilibrato (2-3), le fiorentine trovano il distacco  con Haak (3-8) e costringono Andrea Pistola a fermare il gioco. Una prima reazione delle gialonere mette in guardia Scandicci (7-9), che corre ai ripari con una inarrestabile De La Cruz, che mura e contrattacca senza pietà (7-13). Il gioco della Savino del Bene continua a mettere in difficoltà le legnanesi, che non riescono a trovare il punto in attacco, data la solidità della difesa fiorentina e la potenza del suo contrattacco (12-17). Un errore al momento sbagliato di Scandicci rappresenta una grande opportunità per le giallonere, che trovano finalmente il pareggio con Newcombe positiva al servizio (17-17). Le avversarie reagiscono immediatamente con Haak (17-20), lasciandosi però inseguire dalle atlete di casa, che con Mingardi al comando riescono a metterle in difficoltà (20-22), allungando con Degradi e Newcombe fino a 22-23. Scandicci, tuttavia, non ne vuole sapere di portare la partita al quarto set e mette a terra subito i due palloni che le mancano al raggiungimento della vittoria, chiudendo il terzo set con Haak (22-25).

I commenti
Andrea Pistola (All.SAB Volley): “Sandicci ha giocato con la concentrazione di chi voleva vincere a tutti i costi dopo la sconfitta con Novara e hanno dimostrato tutto il loro valore; non a caso è una delle squadre accreditate a vincere lo scudetto. Tecnicamente sono state nettamente superiori su alcuni fondamentali di prima linea perchè sia in attacco che a muro hanno fatto la differenza. Peccato essere partite così timorose, potevamo giocarcela un po’ di più come abbiamo fatto alla fine del secondo set e in tutto il terzo.”
Amanda Coneo (SAB Volley): “Scandicci è una squadra molto forte: noi abbiamo provato a seguire tutte le indicazioni di Andrea, ma ci è mancato qualcosa. Cerchiamo sempre di lavorare in palestra per dare il meglio in campo, ma oggi non siamo riuscite a dare di più. La squadra, comunque, sta lavorando molto bene e penso che con tanta continuità potremmo arrivare a fare molto meglio le prossime partite.”

SAB Volley Legnano-Savino Del Bene Scandicci 0-3 (13-25, 16-25, 22-25)
SAB Volley Legnano: Degradi 10, Bartesaghi ne, Lussana (L), Pencova 4, Cumino 1, Ogoms ne, Mingardi 6, Martinelli 1, Coneo 2, Cecchetto (L) ne, Caracuta 1, Newcombe 6, Drews 6. All. Pistola.
Savino Del Bene Scandicci: Carlini 2, Samadova ne, Bianchini, Adenizia 19, Di Iulio ne, Papa ne, Mancini ne, Haak 19, Arrighetti 5, Bosetti 9, Ferrara (L), De La Cruz 7. All. Parisi.
Arbitri: Talento e Rapisarda.
Note: Spettatori 850 circa SAB: battute vincenti 2, battute sbagliate 6, attacco 25%, ricezione 48%-38%, muri 3, errori 14. Scandicci: battute vincenti 3, battute sbagliate 5, attacco 45%, ricezione 49%-40%, muri 14, errori 15.

[email protected]
(foto di Loris Marini)