Per il GS ENS Varese il sogno dell’Eurocup di basket a Lodz, in Polonia, è finito. Alla fine del torneo europeo disputato tra il 22 e il 25 novembre i sordi varesini si aggiudicano il quinto posto su dodici squadre partecipanti.
“Per quanto ci aspettavamo di più – ha commentato il presidente Cristian Gnodi -, l’esperienza in Polonia è stata meravigliosa. Non solo ci siamo confrontati sportivamente , ma abbiamo potuto conoscere tutte le realtà dei sordi degli altri paesi partecipanti all’Eurocup”.

giuseppe bruno ens varese sordi poloniaLa prima sfida varesina in Europa è stata disputata il 22 novembre contro Gliwice ed è finita con il risultato di 92-97 dopo una serie di nervosismi a causa della condotta antisportiva da parte dei polacchi. Lo stesso giorno, i varesini battono gli israeliani con un risultato di 89-58, dando loro la giusta spinta per la qualifica ufficiale.
Il 23 novembre arriva per Varese la seconda sconfitta: Mosca, vice campioni d’Europa, dà una sonora lezione ai varesini battendoli 65-85. Ma il 24 novembre i polacchi del Lodz vengono battuti dai varesini per 86-91 e quindi si gioca per il quinto posto che Varese si aggiudica sconfiggendo i turchi del Bursa per 92-82.

In ogni caso, il GS ENS Varese torna in  Italia in particolare con due soddisfazioni: viene infatti consegnata la bandiera da parte della DIBF, società organizzatrice del torneo, in quanto il prossimo anno l’Eurocup verrà organizzata in Italia. Inoltre il giocatore varesino Giuseppe Bruno vince il premio come miglior guardia e quello di miglior realizzatore del torneo con 140 punti totali.
Nonostante il risultato, il GS ENS Varese ha creduto in questo sogno europeo, l’ha realizzato e ne ha tratto delle grandi soddisfazioni.

[email protected]