Promozione 23^ – Castellanzese bloccata, vince la Base 96. Cade il Gavirate, pari tra Brebbia e Besnatese

0
42

UBOLDO – Maugeri beffa la Castellanzese. All’ultimo respiro l’Uboldese evita la prima sconfitta casalinga dell’anno con il proprio centravanti che fissa il punteggio sull’1-1 e firma un gol fondamentale per la stagione rossonera. Probabilmente il più importante finora di quelli segnati finora dalla squadra di Maestroni che ferma la corazzata neroverde di Palazzi ritorna a fare punti.

UboldesePRIMO TEMPO – Distanza incolmabile in classifica tra le due compagini in campo quest’oggi, ma a Carnevale ogni scherzo vale. Maestroni lo sa e si affida proprio all’intraprendenza del suo undici per sorprendere la corazzata neroverde. Dal canto suo Palazzi può contare sull’indiscussa affidabilità della Castellanzese, una vera macchina da gol e vittorie, e sul suo terminale offensivo: il numero 10 Davide Milazzo, ex Uboldese, alla ricerca della vetta della classifica cannonieri, guidata ancora da Tartaglione. Al primo affondo gli ospiti passano con Cinotti che mette in mezzo per l’inserimento di Pedergnana, che da un metro non può proprio sbagliare. La formazione di Palazzi non si accontenta del minimo vantaggio e continua a premere sull’acceleratore, sfruttando anche la fisicità là davanti di Milazzo, sempre accerchiato da più avversari. Sotto il punto di vista tecnico-tattico la differenza è evidente, ma Palazzi esorta i suoi alla concentrazione per evitare pericolose disattenzioni: al 18’, infatti, la difesa neroverde si addormenta e regala la palla a Maugeri che non ne approfitta e calcia troppo piano per impensierire Pasiani.
E’ dalla sinistra che giungono i pericoli più grandi per l’Uboldese che non riesce a contenere Cinotti, una freccia sulla fascia, costringendo più volte Menegon ad uscire dalla porta per mettere una pezza alle sbavature dei difensori. L’ultimo sussulto è dei padroni di casa, fin qui non pervenuti, che vanno vicini al gol con il colpo di testa sotto misura di Rossi.

CastellanzeseSECONDO TEMPO – Dopo una prima frazione in sordina, è l’Uboldese a prendere l’iniziativa in avvio di ripresa con il destro di Martucci dal limite che fa la barba al palo. I padroni di casa cercano il pari, ma rischiano tanto sui contropiedi della Castellanzese che resta sempre pericolosissima sui ribaltamenti di fronte. Rimane dunque un’unica soluzione: attaccare. Maestroni che preleva Clerici ed inserisce Madeo alzando il baricentro della squadra che prova il forcing finale, sfruttando le palle inattive. La Castellanzese soffre l’assalto degli avversari e rischiano di farsi del male da soli al 22’, quando Pasiani esce dall’area e svirgola in fallo laterale. Al 34’ Martucci è tutto solo in area di rigore, ma sul più bello si fa recuperare da un avversario che mette in angolo.
Palazzi nel frattempo sceglie un assetto più conservativo inserendo Tatani al posto di Colombo. Funziona bene l’asse Martucci-Maugeri: i due dialogano spesso con triangoli e scambi che portano il numero 11 rossonero al tiro al 27’, murato dal castello difensivo neroverde che sembra un po’ meno impenetrabile rispetto al primo tempo. Nel finale Maestroni getta nella mischia anche Oddo, prodotto della Juniores rossonera, alla disperata ricerca del gol. Ancora Maugeri, al 44’, controlla il pallone in area e spara verso la porta ma non trova lo specchio per una serie di deviazioni. Chi la dura la vince: Maugeri non si perde d’animo e in pieno recupero sguscia tra le maglie della difesa avversaria e scaraventa in rete il gol del pari.

I MIGLIORI IN CAMPO
Martucci (Uboldese) voto 6,5:
inventa per la sua squadra e distrugge le iniziative avversarie.
Cinotti (Castellanzese) voto 7: imprendibile sulla fascia, sforna assist in continuazione per i compagni e garantisce la dovuta sostanza in fase difensiva.

I COMMENTI
Maestroni, allenatore Uboldese:Sono contento della prova di carattere dei ragazzi. Già nelle scorse partite avevamo dimostrato di non mollare mai ed oggi siamo stati premiati anche dagli episodi. Possiamo migliorare ancora soprattutto sulla destra dove dobbiamo spingere un pò di più, vista l’assenza di Tartaglione fino alla fine del campionato. Andiamo avanti comunque con questo modulo che ci dà sicurezza“.
Palazzi, allenatore Castellanzese:Siamo partiti molto bene. Nel primo tempo eravamo in totale controllo della situazione. Poi non so cosa sia successo nella ripresa, ci siamo abbassati e siamo stati beffati alla fine. Certo se qualche episodio fosse girato a nostro favore probabilmente staremmo parlando di una vittoria e non di un pareggio. Ma dobbiamo accettare il verdetto del campo, senza intestardirci sulle decisioni arbitrali, perchè le nostre avversarie non mollano e non possiamo permetterci di sbagliare“.

IL TABELLINO
UBOLDESE – CASTELLANZESE 1-1 (0-1)
Uboldese:
Menegon, Rossi, Fuschi, Moneta, Trionfo (36’ st Oddo), Corrado, Clerici (16’ st Madeo), Maiorano, Petruzzellis, Martucci, Maugeri. A disposizione: Martini, Borgia, Mencarelli, Colombo, Guerrini, Madeo, Oddo. All: Maestroni.
Castellanzese: Pasiani, Pignatello, Arrigoni, Libralon, Banfi, Martini, Pedergnana (45’ st Carraro), Moretta, Colombo (23’ st Tatani), Milazzo, Cinotti (32’ st Marelli). A disposizione: Salvadori, Negri, D’Aloia, Bertolotti, Tatani, Marelli, Carraro. All: Palazzi.
Arbitro: D’Orto di Busto Arsizio (Ferrari – Semplici)
Marcatori: pt: 10’ Pedergnana (C); st: 47’ Maugeri (U).

 

 Inviato Alessio Colombo

BREBBIA – Brebbia e Besnatese danno vita a una brutta partita, nella quale gli ospiti non fanno valere il maggior tasso tecnico e, dopo avere sbagliato un rigore con Randon A. nel primo tempo, calano nella ripresa. Alla fine finisce zero a zero, un punto che fa classifica.

Brebbia-BesnatesePRIMO TEMPO – La Besnatese si dimostra squadra di maggiore levatura tecnica nel primo tempo, ma ha il demerito di non capitalizzare il predominio territoriale. Al 13’ l’occasione più importante di tutta la prima partita: entrata scomposta di Gaballo su Bertola, per il direttore di gara è calcio di rigore. Dal dischetto Randon A. spiazza Ramazzotti, ma la palla prende il palo interno ed esce. La qualità degli avanti di Epifani fatica a emergere e, complice il fondo sconnesso del terreno di gioco, molti sono gli errori da una parte e dall’altra. Al 23’ gioco di gambe di Petruzzi su Betton e mancino  giro debole che Novello controlla agevolmente. Al 29’ ancora la Besnatese con Giardini che spizzica di testa un calcio da fermo di Randon F., con palla fuori di poco. Il Brebbia si difende senza riuscire mai a sviluppare un’azione corale né una ripartenza. Palese al 35’ alza la mira da fuori area. Prima del duplice fischio c’è tempo di vedere un bel scambio al volo tra Giardini e Palese, con pallonetto di quest’ultimo: palla lenta a spiovere che Ramazzotti, regalando qualcosa allo spettacolo, devia in angolo.

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia con il Brebbia che inserisce Meledej al posto di Galbignan. Il neoentrato va a far coppia in avanti con Quadrelli, in un Brebbia che ora gioca con due punte e una difesa e centrocampo schierate su due linee di quattro giocatori. Nessun cambio nella Besnatese con Palese terminale offensivo supportato dal trio Randon A., Dani e Giardini e Randon A. davanti a una difesa a quattro. Il copione del match riprende quanto visto nei primi 45’ di gioco ma, se possibile, in modo ancor più compassato. Al 16’ Epifani prova a dare una sferzata ai suoi: fuori Randon F. per Lo Moro e ospiti con il tridente. Al 26’ discesa sulla sinistra di Randon F. palla a Lo Moro e destro dai venti metri che finisce a lato di poco. Nella ripresa si vedono un po’ di più i padroni di casa che arrivano pericolosamente al cross dal fondo in paio di circostanze, ma difetta la precisione nell’ultimo passaggio. La partita si trascina stancamente fino al novantesimo con la Besnatese incapace di prendere in mano il gioco e il Brebbia che chiude in avanti, ma senza mai impensierire seriamente Novello.

I MIGLIORI IN CAMPO
Petruzzi (Brebbia) 6.5
: “Non si risparmia, sia in fase di possesso palla sia di non possesso”.
Palese (Besnatese) 6.5:
“Nel grigiore generale, qualche lampo di buon gioco”.

I COMMENTI
Mister Epifani (Besnatese):
“Oggi predomina il rimpianto per una vittoria che era alla nostra portata e non siamo riuscita a concretizzare nelle occasioni che abbiamo avuto?.

IL TABELLINO
Brebbia
-Besnatese  0-0  (0-0)
Brebbia
: Ramazzotti 6, De Taddeo 6, Di Carluccio 6 (dal 39’ st Marzetta sv), Galbignan 5 (dal 1’ st Meledej 6), Hamatay 6, Gaballo 6, Petruzzi 6.5, Cunati M. 6, Quadrelli 5.5 (dal 34’ st Sinigaglia sv), Squizzato 5.5, Cunati L.6 A disposizione: Bianchi, Pernamatti, Manfedi, Mirabella. All. Bollini.
Besnatese
: Novello 6, Degradi 6, Betton 6.5, Pellegrini 6, Comani 6, Randon F. 6 (dal 16’ st Lo Moro 6), Palese 6.5, Randon A. 6, Dani 5.5, Bertola 6 . A disposizione: De Leo, Dal Cortivo, Mara, Maria, Perilli, Gandolfo. All.: Epifani.
Arbitro:
Sig. Giovanni Negri di Legnano.
Marcatori:  –
Note: Spettatori 120 circa. Ammoniti: Randon F. (B), Pellegrini (B) . Espulsi: . Angoli: 2-4. Recupero: 1+3

Inviato Marco Gasparotto

VERGIATE – La Base 96 Seveso sbanca il “Tullio Masetto Landoni” e supera così l’esame da big. La partita, senza troppi fronzoli, valeva un posto al sole per entrambe le compagini sul terreno di gioco. La difesa granitica degli ospiti (migliore di tutto il torneo) ha legittimato con estremo ordine il vantaggio maturato al 14′ della prima frazione di gara, grazie al penalty siglato con precisione dallo specialista Salvetti. I brianzoli hanno corso peraltro pochissimi rischi nell’arco dei 90′, amministrando la contesa e cercando di creare apprensione a Shala e compagni agendo poi prevalentemente di rimessa. Per i ragazzi di Giuseppe Fiorito nulla è compromesso, anche se la corsa ai playoff ora si fa irrimediabilmente molto più complessa.

Vergiatese-Base 96PRIMO TEMPO – La Vergiatese inizialmente si dispone con il 4-1-3-2. Sull’altro fronte gli ospiti adottano un marcato 4-3-3. I locali si rendono pericolosi dopo una manciata di minuti. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo infatti, Gningue in mischia non riesce a trovare la stoccata vincente. Al 12′ pasticcio di Fabbricatore, Quici tenta un pallonetto sul quale Venco riesce a metterci una pezza propria sulla linea di porta. Gli uomini di Sala si rendono temibili in contropiede e alla prima  vera occasione riescono a sfondare. Al 14′ fallo in piena area di rigore vergiatese di Cerri su Molteni. Il direttore di gara non ha dubbi e indica il dischetto. Dagli undici metri Salvetti realizza con freddezza battendo Fabbricatore. Al 20′ giunge puntuale la risposta della Vergiatese: grandissima azione di Ballgjini sulla mancina per Paolillo che davanti all’estremo della Base calcia però alle stelle. Al 36′ uscita avventata di Giraldi, e Ballgjni stavolta tenta un morbido pallonetto che si perde abbondantemente alto sopra la traversa.

SECONDO TEMPO – L’inizio di ripresa vede gli uomini del d.s. Franco Tosca in attacco. Nel giro di pochi minuti i padroni di casa confezionano tre calci d’angolo che però non sortiscono alcun effetto. Al 9′ cross di Ciapessone dalla sinistra e colpo di testa di Piva da dentro l’area di rigore che scheggia la traversa della porta granata. Al 25′ poi il direttore di gara grazia Tirelli, il quale in evidente ritardo colpisce sulla mediana Ciapessone involatosi in contropiede. Al 38′ Emiliano dalla destra crossa per Giacoppo che però giunge in ritardo al momento della battuta a rete. 1′ dopo, l’onnipresente Ciapessone calcia in porta da posizione defilata sull’assist di Quici ma Fabbricatore non si lascia sorprendere. I minuti finali scorrono inesorabili e per la Vergiatese non c’è più tempo. Alla fine la Base 96 può festeggiare un successo che vale la seria ipoteca del secondo posto.

I MIGLIORI IN CAMPO
Matinoia (Vergiatese) – voto 6,5:
Anima della Vergiatese per buona parte della partita. E’ anche uno degli ultimi a mollare e corre come un matto su ogni pallone. Nella ripresa prova a dare un altro ritmo alla squadra ma non tutti i compagni lo supportano.
Ciapessone (Base 96) – voto 7: Alla fine non segna ma è la spina nel fianco della difesa della Vergiatese. Con i suoi continui movimenti manda in affanno la retroguardia eretta da Fiorito. Si sacrifica e spesso subisce anche qualche colpo “proibito”.

I COMMENTI
Fiorito (allenatore Vergiatese):
“Peccato avere perso perché la squadra per 80′ ha disputato una buona gara. Siamo stati puniti da un calcio di rigore francamente molto discutibile. Loro nel secondo tempo non hanno praticamente mai tirato in porta, e le situazioni più pericolose sono arrivate solo in contropiede. Alla fine questa era una partita che si poteva pareggiare solo con un tiro dalla distanza o con una grande giocata del singolo. Lo avremmo meritato ampiamente ma è andata male. Adesso mancano sette partite da qui alla fine e se vogliamo disputare i playoff non possiamo più sbagliare nulla”.
Sala (allenatore Base 96 Seveso): “Era una partita importante per noi anche perché potevamo sfruttare il fatto che le avversarie si affrontavano negli scontri diretti. E’ andato tutto secondo i nostri piani. Siamo contenti. I ragazzi hanno fornito una buona prestazione. Volevamo disputare un campionato tranquillo, ora siamo in corsa per i playoff e ce la possiamo giocare veramente”.

IL TABELLINO
Vergiatese-Base 96 Seveso 0-1 (0-1)
Vergiatese: Fabbricatore 6, Cerri 5,5, Giacoppo 6, Tirelli 5,5, Shala 6, Venco 6, Loo 5,5 (13′ st Emiliano 5,5), Martinoia 6,5, Ballgjni 6, Gningue 5,5, Paolillo 5 (34′ st Ruffo ng). A disposizione: Gambazza, Picco, Modde, Labioui, Marrocco. Allenatore: Fiorito.
Base 96 Seveso: Giraldi 6,5, De Laurentis 6, Molteni 6,5, Corbetta 6,5, Piva 6,5, Larese 6, Carraro 6,5 (46′ st Guerrero ng), Molteni 6,5, Ciapessone 7 (42′ st Pellecchia ng), Salvetti 6,5, Quici 6,5. A disposizione: Galimberti, Parravicini, Deboni, Bartesaghi, Perdichizzi. Allenatore: Sala.
Arbitro: Luchi di Milano (Paredi – Danelli di Como).
Marcatori: pt 14′ Salvetti (B) su calcio di rigore.
Note: giornata nuvolosa, terreno in buone condizioni. Spettatori circa un centinaio. Ammoniti: Martinoia, Piva, Ciapessone, Carraro, Molteni, Paolillo, Tirelli, Giraldi. Calci d’angolo 7-3 per la Vergiatese. Recupero pt 2′, st 3′.

 

Inviato Andrea Paleari

RISULTATI E CLASSIFICA

Le altre partite

Castanese – Tradate 6-1 (1-0)
Castanese:
Santangelo, Panozzo (st 24’ Stefanazzi), Naggi, Lepori, Caristina, Belloli, Scaglioni (st 11’ Caccia), Strazzella (st 15’ Vacirca), De Milato, Sulka, Barbaglia. A disposizione: Garghetti, Stefanazzi, De Bernardi, Terzi, Vacirca, Caccia, Izzo. All: Borgatti
Tradate: Coppetti, Palazzo, Galli, Carnaghi (st 8’ Granelli), Colnago, Agnero, Sementa (pt 25’ Felice), Basaglia, Skendi (st 8’ Marazzi), Sorrentino, Coccioli. A disposizione: Mantegazza, Gariboldi, Marazzi, Maneggia, Granelli, Felice, Verna. All: Ponti
Arbitro: Garatti di Lovere
Marcatori: pt 12’ Barbaglia (C); st 5’ Scaglioni (C), 15’ Barbaglia (C), 24’ Barbaglia (C), 28’ De Milato (C), 35’ Coccioli (T), 45’ Caristina (C)
La Castanese travolge il Tradate con il punteggio di 6-1. Gara mai in discussione, aperta al 12’ dalla rete di Barbaglia. Nella ripresa, arriva subito il raddoppio di Scaglioni, poi tocca ancora a Barbaglia segnare due volte (alla fine sarà tripletta per lui); De Milato fa pokerissimo, Coccioli realizza il gol della bandiera e nel finale c’è gloria anche per Caristina.

Lentatese – Olimpia 0-1 (0-0)
Lentatese
: Lucca, Meroni, Ponzoni, Tavella, Riboldi, Gaiotto (st 29’ Celardo), Colianni, Rampoldi, Epoli (st 38’ Cattaneo), Astrella (st 15’ Personè), Malacarne. A disposizione: La Rosa, Celardo, Fornaro, Guida, Tosto, Cattaneo, Personè. All: Gini
Olimpia: Boschini, Maroni (st 6’ Calizzi), Santillo, Rinaldi A, Berardi, Visconti, Esteri, Confeggi, Pizzini, Pavanello (st 48’ Pantelis), Buzzi (st 46’ Dell’Orto). A disposizione: Iantorno, Calizzi, Pantelis, Rinaldi E, Dell’Orto, Montarese, Sassi. All: Rinaldi
Arbitro: Lanzo di Pavia
Marcatori: st 10’ Pizzini su rigore (O)
All’Olimpia basta un rigore di Pizzini, al 10’ del secondo tempo, per piegare la Lentatese e ottenere un importante successo esterno che fa riprendere quota alla formazione di mister Rinaldi.

Solaro – Cairate 1-1 (0-1)
Solaro
: Drago D, D’Amico, Quaglia, Frasson, Di Mauro, Gatti, D’Onofrio (st 20’ Costantino), Ferraro (st 20’ Ouhadani), Ruggeri, De Giovanni (st 27’ Gliro), Drago M. A disposizione: Menescardi, Cerminara, Macreti, Morandi, Ouhadani, Gliro, Costantino. All: Zorzetto
Cairate: Palamini, Caimi, Diomande, Macchi, Marazzi, Cozza, Abati, Curatolo F, Ba, De Luca, Mura (pt 44’ Shabaj). A disposizione: Vergani, Shabaj, Tosetto, Putzolu, Perri, Guffanti, Antonini. All: Curatolo
Arbitro: Bignami di Cremona
Marcatori: pt 5’ Ba (C); st 27’ Drago (S)
È pareggio anche tra Solaro e Cairate. Finisce 1-1, in virtù dell’immediato vantaggio siglato da Ba dopo soli 5’ e del successivo pareggio, poco prima della mezz’ora nella ripresa, messo a segno da Drago.

Garbagnate – Morazzone 1-1 (1-0)
Garbagnate
: Fabrizio, Ricciardelli, Iacolare, Thiam (st 33’ Dell’Anna), Basilico D, Gulli, Termine, Gimmelli, Migliore (st 35’ Dioguardi), Resnati, Basilico R (st 39’ Airaghi). A disposizione: Guerra, Colombi, Donato, Dioguardi, Dell’Anna, Airaghi, Iacolare. All: Santambrogio
Morazzone: Beltrami, Sacco, Facchin, Suman, Costa, Milani, Vezzoli, Caon (st 16’ Pascale), Ghizzi (st 16’ Cattini), Berton, Vicentini (st 28’ Chakir). A disposizione: Tomasini, Cattini, Campana, Touli, Pascale, Furlan, Chakir. All: Dallo
Arbitro: Prestini di Pavia
Marcatori: pt 35’ Basilico R (G); st 49’ Berton (M)
Sfuma all’ultimo minuto la vittoria del Garbagnate contro il Morazzone. Basilico R. porta in vantaggio i padroni di casa alla mezz’ora del primo tempo superando Beltrami in uscita con un tocco sotto che bacia il palo ed entra in rete; nella ripresa, arriva il contestato pareggio di Berton al 49: l’arbitro fischia una punizione indiretta, ma il tiro del numero 10 ospite finisce dritto in porta senza che nessun giocatore abbia toccato il pallone.

Mariano – Gavirate 4-2 (3-0)
Mariano
: Comi (st 15’ Franco), Casartelli (st 24’ Zaga), Ballabio, Trabattoni, Zingaro, Garbero, Tripodi, Ababio, Villa, Giugliano, Iacopetta (st 19’ Purita). A disposizione: Franco, Meroni, Purita, Tettamanti, Rovelli, Zaga, Giglio. All: Battistini
Gavirate: Nicosia, Robustellini, Lionello, Patella, Budelli (st 17’ Della Torre), Candeliere, Ricci (st 1’ Maggi), Caon, La Iacona, Miele, Ferraro (st 1’ Tessarolo). A disposizione: La Sala, De Maddalena, Tessarolo, Della Torre, Smeraglia, Iori, Maggi. All: Iori
Arbitro: Bonomi di Milano
Marcatori: pt 25’, 35’, 40’ Villa (M); st 20’ Della Torre (G), 31’ Villa (M), 37’ Miele su rigore (G)
Il Gavirate cade sotto i colpi di uno scatenato Villa, autore di tutte e quattro le marcature che valgono la vittoria del Mariano. Il numero 9 dei padroni di casa sblocca la gara al 25’ su assist di Iacopetta, raddoppia 10’ più tardi e cala il tris nel finale sfruttando una palla persa da Caon. Nel secondo tempo Della Torre accorcia su cross di Maggi, ma è ancora Villa ad andare in rete con un tiro dalla distanza. Al 37’ Miele segna su rigore il gol del definitivo 4-2.

In redazione Indro Pajaro