Home Calcio Promozione 19^ – Base 96 ko, la Castellanzese semina il vuoto. Tris Uboldese, vince anche il Gavirate

Promozione 19^ – Base 96 ko, la Castellanzese semina il vuoto. Tris Uboldese, vince anche il Gavirate

0
Promozione 19^ – Base 96 ko, la Castellanzese semina il vuoto. Tris Uboldese, vince anche il Gavirate

BREBBIA – L’Uboldese arriva a Brebbia con la missione di fare risultato per continuare ad abitare i primi posti in classifica, nonostante il lungo infortunio del bomber Tartaglione. Il Brebbia, invece, ha avuto giorni travagliati per le dimissioni di mister Antonuccio, ma scende in campo motivato e combattivo. Nel primo tempo i padroni di casa sbagliano diverse occasioni da gol, permettendo all’Uboldese di arrivare alla ripresa ancora in partita. Poi i calci piazzati la fanno da padroni: al vantaggio ospite su punizione indiretta risponde il Brebbia con la stessa moneta, poi però Martucci si inventa la punizione dell’1-2 e Maugeri dagli undici metri arrotonda il successo rossonero. Uboldese corsara a Brebbia con il risultato di 1-3.

PRIMO TEMPO – Parte meglio l’Uboldese, che gestisce il possesso e prova più volte a farsi vedere dalle parti di Zocco. È il Brebbia, però, ad avere due clamorose occasioni in contropiede nel primo quarto d’ora: al 9′ Marzetta, innescato da Quadrelli, calcia addosso a Menegon; Petruzzi, invece, al 13′ tenta il dribbling sul portiere e viene anticipato. È sempre il Brebbia in ripartenza a rendersi pericoloso: una combinazione tra Marzetta e Milano libera Petruzzi al tiro, ma il 7 gialloblù è ancora impreciso da buona posizione. Al 26′ i padroni di casa sono ancora propositivi: Milano impatta di testa sul bel cross di Petruzzi, Menegon blocca senza problemi. I padroni di casa sono costretti ad un cambio già al 34′: De Taddeo si infortuna, entra Sinigaglia. La manovra dell’Uboldese è farraginosa, ma porta comunque al tiro senza esiti prima Rossi e poi Corradi. A due minuti dalla fine del primo tempo ancora Brebbia: Cunati lancia una palla precisissima per Milano, che calcia di nuovo contro Menegon. Maugeri al 46′ spreca una punizione da 20m calciando altissimo. 0-0 all’intervallo, ma il Brebbia avrebbe decisamente meritato qualcosa in più.

SECONDO TEMPO – Come nel primo tempo, l’Uboldese incomincia cercando di imprimere il suo ritmo sulla partita. Zocco, però, continua ad essere sostanzialmente non impegnato. Gli ospiti riescono ad avvicinarsi al vantaggio al 61′: cross di Corradi, Hamatay respinge il colpo di testa di Maugeri e la palla finisce sui piedi di Martucci che da ottima posizione calcia di poco a lato. Al 67′ Petruzzellis pesca Maugeri con un cross dalla destra e Zocco compie il suo primo intervento mettendo miracolosamente in corner la girata al volo del numero 11 ospite. È il preludio al gol: punizione di Petruzzellis dalla sinistra, Martucci spizza di testa all’indietro e trova l’angolino. Il Brebbia perde un altro uomo per infortunio: al 74′ Mirabella sostituisce Squizzato, che ha accusato un dolore a una costola dopo una caduta. Al minuto 78 il Brebbia pareggia su una situazione simile al gol dello 0-1: Marzetta cerca il secondo palo su punizione dalla destra e trova Di Carluccio tutto solo. La girata del terzino di casa è straordinaria e Menegon non può nulla. L’Uboldese ci ritenta con una punizione dal limite dopo un fallo di Hamatay: Martucci al minuto 89 buca la barriera e trova il gol dell’1-2 con una conclusione potente su cui Zocco poteva fare meglio. Al 93′ Marzetta su una punizione da 30m trova la respinta centrale di Menegon, ma né Petruzzi né Meledje riescono ad arrivarci di testa. Sulla ripartenza, contrasto in area tra Cunati e Maugeri e calcio di rigore per l’Uboldese. Dagli undici metri Maugeri spiazza Zocco per l’1-3 all’ultimo secondo. Uboldese sempre più avanti in classifica.

I MIGLIORI IN CAMPO

Petruzzi (Brebbia) 7: incarna l’anima gialloblù. Un giocatore che corre su ogni pallone, non esce mai dalla partita e punge sempre in contropiede. Il Brebbia per uscire dalla sua situazione di classifica ha bisogno di queste caratteristiche.
Martucci (Uboldese) 7.5: nel primo tempo è poco coinvolto e la manovra rossonera ne risente. Poi, nella seconda metà della ripresa, prende in mano la partita: prima segna di testa lo 0-1, poi si inventa la punizione dell’1-2 che sostanzialmente chiude i conti. Partita di quantità e qualità.

I COMMENTI
Pasqualini (ds Brebbia):
«Il calcio è così: concedi poco o niente e in quelle rare occasioni in cui gli avversari arrivano al tiro trovano il gol. Oggi è stata una partita di questo tipo. L’Uboldese è una buona squadra, ha giocato bene, ma sostanzialmente non aveva mai tirato prima dei gol. Noi abbiamo altre due partite difficili davanti, poi ce la giochiamo contro le dirette concorrenti per la salvezza. Siamo fiduciosi di poter uscire da questa situazione, sperando in un po’ di fortuna in più. L’allenatore? Non è giusto che Barbarito vada in panchina, sono già in contatto con due o tre persone e speriamo di avere un nuovo allenatore già dalla prossima partita».
Amato (giocatore/ds Uboldese): «Campo difficile e pesante contro una squadra che non merita la classifica che ha, due fattori che danno ancora più valore a questa nostra vittoria. Alla fine credo che oggi abbia vinto chi è riuscito a fare qualcosina in più. Noi non possiamo distrarci, il nostro obiettivo è stare nella zona playoff e se vogliamo farcela dobbiamo giocare ogni partita al 100%. L’assenza di Tartaglione è un peccato per il campionato intero, non solo per noi. Ci siamo mossi bene sul mercato portando in squadra Martucci e Rossi, che sono due elementi di valore. Oggi eravamo in campo con sei giovani, crediamo molto in loro. Hanno tutto il futuro davanti e faranno parlare di sé. Qualche risultato altalenante ci può stare con questo assetto, ma sono convinto che quando torneremo al completo faremo paura a diverse rivali».

IL TABELLINO
Brebbia – Uboldese 1-3 (0-0)
Brebbia
: Zocco 5.5, Di Carluccio 7, De Taddeo 6 (dal 33′ pt Sinigaglia 6), M. Cunati 6, Hamatay 6.5, Gaballo 6.5, Petruzzi 7, Squizzato 5.5 (dal 29′ st Mirabella sv), Quadrelli 6, Milano 6 (dal 31′ st Meledje sv), Marzetta 6.5. A disposizione: Bianchi, Perna, Manfredi, Galbignani. All.: Barbarito.
Uboldese: Menegon 6.5, Rossi 6.5, Fuschi 6, Moneta 6, Trionfo 6.5, Corradi 6.5, Clerici 6, Maiorano 6.5, Petruzzellis 6.5 (dal 37′ st Guerrini sv), Martucci 7.5, Maugeri 6. A disposizione: Scialpi, Borgia, Mencarelli, Amato, Madeo, Coppola. All.: Amato.
Marcatori: st: 25′ Martucci (U), 33′ Di Carluccio (B), 44′ Martucci (U), 49′ rig. Maugeri (U).
Arbitro: Sig. Borchielli di Milano (assistenti Sola e Calabrese di Busto Arsizio).
Note: spettatori 100 circa. Pioggia torrenziale. Terreno di gioco fangoso. Ammoniti: Rossi (U), Gaballo (B), Trionfo (U), Petruzzi (B), Hamatay (B), Guerrini (U), Meledje (B). Angoli: 0-6. Recupero: 1′ + 4′.

Inviato Filippo Antonelli

VERGIATE – Troppo forte la Castellanzese per la Vergiatese alla terza sconfitta nelle ultime quattro gare. La capolista ha quindi sbancato cinicamente il “Comunale” al cospetto di una Vergiatese che comunque non è dispiaciuta anche se è caduta in maniera implacabile sotto i colpi dell’undici di mister Emiliano Palazzi. Per i ragazzi del trainer Giuseppe Fiorito si trattava in tutti i modi di un importante test per mantenere contatto con la zona playoff. Sull’altro fronte i neroverdi però si sono dimostrati ormai lanciatissimi verso l’Eccellenza e confermano la loro leadership indiscussa, dando un altro (ulteriore) segnale significativo al campionato. La Castellanzese sembra davvero di un’altra categoria.

PRIMO TEMPO – La Vergiatese che inizialmente si dispone con il 4-1-3-2, nei primi minuti prova alcune azioni che però non sortiscono alcun effetto in area di rigore ospite. La Castellenzese si schiera invece con il 4-3-1-2. Alla prima vera occasione del match sono proprio gli ospiti a sbloccare il risultato. Al 13′ Venco scivola un po’ sul terreno di gioco e la sfera carambola accidentalmente su Milazzo, il quale di prima intenzione infila Fabbricatore in uscita e porta così in vantaggio i suoi. Al 20′ però angolo di Emiliano e Ruffo in mezzo all’area di destro al volo pareggia per i granata. Alla mezzora i neroverdi mettono la freccia grazie ad un autentico eurogol. Venco rinvia su Milazzo che dai 25 metri lascia partire una conclusione che si insacca imparabilmente sotto l’incrocio dei pali. Milazzo vera e propria “croce e delizia” degli ospiti. Al 41′ infatti tocca Fabbricatore durante il rinvio e lo fa cadere a terra. L’arbitro punisce il giocatore della Castellanzese per il comportamento antisportivo e lo espelle immediatamente dal terreno di gioco.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa gli ospiti in dieci si difendono con estremo ordine, non rischiando praticamente mai niente. Le emozioni sono scarse da ambo le parti. Al 25′ calcio di punizione di Arrigoni e Fabbricatore mette in corner. Sul successivo calcio d’angolo battuto dallo stesso Arrigoni, Banfi in area sfrutta un’uscita non corretta dell’estremo vergiatese e in mischia scarica il pallone in rete. Al 27′ la Vergiatese tenta di riaprire la contesa: va al tiro Shala ma la sfera si perde alta sopra la traversa. Al 34′ nelle file della Vergiatese viene quindi espulso proprio capitan Shala per comportamento scorretto, e la parità in campo è così ristabilita. Da qui al 90′ (nonostante i 5′ di recupero), non accadrà più nulla e i neroverdi suoneranno l’ennesima sinfonia in trasferta.

I MIGLIORI IN CAMPO:
Tirelli (Vergiatese) – voto 7
: Senza dubbio uno degli ultimi a mollare tra i suoi. Denota altresì ordine perché cerca di risolvere situazioni intricatissime per i compagni. Dimostra di valere ampiamente la categoria.
Banfi (Castellanzese) – voto 8: Sontuosa prestazione difensiva coronata anche con il gol della sicurezza. Perno inamovibile della compagine di Palazzi, infonde fiducia ai compagni dal primo all’ultimo minuto. Senza discussioni è l’uomo in più.

I COMMENTI
Fiorito (allenatore Vergiatese):
 “La gara è stata decisa da un paio di episodi che fondamentalmente sono stati determinanti. Soprattutto la loro seconda marcatura è stato un eurogol. Spiace perché in superiorità numerica, soprattutto in avanti, avremmo potuto fare qualcosa in più. Non mi sento di rimproverare nulla alla squadra. La Castellanzese merita il primo posto e penso che l’abbiano ampiamente dimostrato oggi. Noi per i playoff ce la giocheremo fino alla fine”.
Palazzi (allenatore Castellanzese): “E’ stata una prova di carattere importante da parte nostra. Eravamo di fronte ad una squadra che ha dei valori e peraltro allenata benissimo. Paradossalmente abbiamo giocato meglio quando siamo rimasti in dieci. La prestazione odierna è stata bella da parte di tutta la squadra. Ci mancano cinque vittorie per coronare un grandissimo sogno”.

 

IL TABELLINO
Vergiatese-Castellanzese 1-3 (1-2)
Vergiatese: Fabbricatore 5,5, Cerri 6, Giacoppo 5,5, (30′ st Crugnola 6) Tirelli 7, Shala 5,5, Venco 5, Emiliano 5,5, Martinoia 5,5 (5′ st Ballgjini 6), Lodo 5 (24′ st Paolillo 5,5), Gningue 5,5, Ruffo 6,5. A disposizione: Renna, Becerri, Modde Muharemi, Paolillo. Allenatore: Fiorito.
Castellanzese: Pasiani 6,5, Pignatiello 7, Arrigoni 7,5, Libralon 7, Banfi 8, Tamai 7, Moretta 6,5 (1′ st Martini 6,5), Fiore 6,5, Colombo 6 (46′ st Tatani ng), Milazzo 6, Pedergnana 6 (46′ st Carraro ng). A disposizione: Caputo, Porchera, Marera, Cinotti. Allenatore: Palazzi.
Arbitro:Cannata di Collegno (Francavilla di Gallarate – Cossovich di Varese).
Marcatori: 13′ e 30′ pt Milazzo (C), 20′ Ruffo (V), 26′ st Banfi (C).
Note: ammoniti Ruffo (V), Tirelli (V), Martinoia (V), Arrigoni (C), Venco (V), Fabbricatore (V), Fiore (C). Espulsi Milazzo (V) e Shala (C ).

 Inviato Andrea Paleari

RISULTATI E CLASSIFICA

Le altre partite

Castanese – Mariano 0-1 (0-1)
Castanese:
Mainini, Vacirca, Panozzo, De Bernardi (st 35’ Strazzella), Caristina, Belloli, Stefanazzi (st 15’ Izzo), Caccia, De Milato, Sulka, Tolotti (st 33’ Terzi). A disposizione: Santangelo, Terzi, Strazzella, Meloni, Scaglioni, Izzo, Maggio. All: Borgatti
Mariano: Comi, Casartelli (st 22’ Meroni), Ballabio, Trabattoni, Zingaro, Garbero, Zaga (st 18’ Rovelli), Ababio, Villa, Giugliano, Purita. A disposizione: Franco, Meroni, Tripodi, Tettamanti, Iacopetta, Giglio, Rovelli. All: Battistini
Arbitro: Lanzo di Pavia
Marcatori: pt 43’ Villa (M)
Il Mariano batte la Castanese e resta agganciato alle zone alte della graduatoria. Di Villa, a due minuti dall’intervallo, l’unica rete dell’incontro.

Lentatese – Besnatese 1-2 (1-1)
Lentatese
: Bestetti, Colianni, Meroni, Sessi, Riboldi, Gaiotto, Passanante, Tavella, Epoli (pt 15’ Vitulli), Cavalieri (st 25’ Personè), Rampoldi (st 27’ Malacarne). A disposizione: Lucca, Celardo, Ponzoni, Astrella, Malacarne, Personè, Vitulli. All: Gini
Besnatese: Novello, Sponga, Bettoni, Pellegrini, Comani, Martignoni (st 45’ Degradi), Palese (st 43’ Bertola), Randon, Angelucci, Dani, Gandolfo (st 38’ Corcione). A disposizione: De Leo, Dal Cortivo, Degradi, Corcione, Bertola, Battistello, Lo Moro. All: Epifani
Arbitro: Conte di Bergamo
Marcatori: pt 39’ Vitulli (L), 43’ Angelucci (B); st 30’ Palese (B)
La Besnatese passa in rimonta sul campo della Lentatese e conquista un importante successo per lasciarsi alle spalle le zone calde della classifica. Vitulli porta in vantaggio i padroni di casa al 39’, ma pochi minuti dopo Angelucci ristabilisce la parità. Nella ripresa, alla mezz’ora, tocca a Palese capovolgere il risultato con il gol del definitivo 1-2.

Solaro – Gavirate 0-1 (0-0)
Solaro
: Drago D, Quaglia, Macretti, Frasson, Di Mauro (st 40’ Di Tommaso), Gatti, Carugati (st 26’ Gliro), Ouhadani, Ruggeri, Drago M, D’Onofrio (st 25’ Costantino). A disposizione: Menescardi, Cerminara, Morandi, Di Tommaso, Mottura, Gliro, Costantino. All: Zorzetto
Gavirate: Nicosia, Lionello, Robustellini (st 39’ Piazza), Jammeh, Budelli, Candeliere, Ferraro, Caon, La Iacona (st 25’ Della Torre), Miele (st 39’ Iori), Fiumicelli. A disposizione: La Sala, Smeraglia, Tessarolo, Ricci, Della Torre, Iori, Piazza. All: Iori
Arbitro: Tlich di Crema
Marcatori: st 20’ La Iacona (G)
Al Gavirate basta un gol per vincere a Solaro e confermarsi terza forza del campionato. Dopo aver creato diverse occasioni nel primo tempo con Fiumicelli, fermato dalle ottime parate di Drago, a metà del secondo tempo arriva il gol che decide la partita: punizione dalla sinistra di Caon, colpo di testa di La Iacona e palla che termina dritta all’incrocio dei pali.

Garbagnate – Tradate 5-2 (4-1)
Garbagnate
: Fabrizio, Iacolare, Colombi, Resnati (st 22’ Basilico D), Dioguardi, Gulli, Donato (st 11’ Dell’Anna), Gimmelli (st 34’ Ricciardelli), Migliore, Ceccarelli, Mignosi. A disposizione: Guerra, Ricciardelli, Basilico D, Dell’Anna, Paglioli, Basilico R, Vicentini. All: Santambrogio
Tradate: Massara (pt 42’ Copetti), Palazzo (st 1’ Granelli), Colnago, Carnaghi, Puricelli, Galli, Skendi, Basaglia (st 15’ Sorrentino), Felice, Coccioli, Morandi. A disposizione: Copetti, Gariboldi, Sorrentino, Granelli, Verna, Sementa, Marazzi. All: Ponti
Arbitro: Facchinetti di Lovere
Marcatori: pt 21’ e 29’ Mignosi (G), 30’ Coccioli (T), 34’ Migliore (G), 41’ Dioguardi (G); st 14’ Resnati (G), 16’ Coccioli (T)
Torna a vincere il Garbagnate, che batte nettamente il Cairate per 5-2 nello scontro tra le ultime della classe. Partita già decisa nel primo tempo, chiuso dai padroni di casa in vantaggio per 4-1. Mignosi firma una doppietta nel giro di 8’, Coccioli accorcia subito dopo, ma prima Migliore e poi Dioguardi nel finale calano il poker. Nella ripresa vanno a segno Resnati e Coccioli.

Cairate – Olimpia 2-2 (2-0)
Cairate
: Palamini, Diomande, Marazzi, Curatolo A, Caimi, Cozza, Macchi, Tosetto (st 28’ Putzolu), De Luca, Abati, Ba. A disposizione: Vergani, Putzolu, Mura, Antonini, Giudici, Perri, Contini. All: Curatolo
Olimpia: Boschini, Dell’Orto, Santillo, Berardi (st 1’ Buzzi), Pantelis (st 36’ Confeggi), Visconti, Borella, Pavanello (st 43’ Sassi), Pizzini, Esteri, Stan. A disposizione: Iantorno, Rinaldi, Sassi, Calizzi, Buzzi, Maroni, Confeggi. All: Rinaldi
Arbitro: Milloshi di Monza
Marcatori: pt 32’ Abati (C), 37’ Ba (C); st 17’ Pantelis su rigore (O), 20’ Pavanello (O)
Il Cairate sciupa il doppio vantaggio e si fa acciuffare nel finale dall’Olimpia. I padroni di casa creano tanto nel primo tempo, chiuso in vantaggio grazie ai gol nel giro di 5’ di Abati (tap-in di testa sulla sponda di Curatolo) e Ba, su assist dello stesso Abati. Gli ospiti non si arrendono e pareggiano tra il 17’ e il 20’ della ripresa, prima con Pantelis su rigore, poi con il rasoterra dalla distanza di Pavanello. Nel finale il Cairate sfiora per due volte il terzo gol: al 42’ Putzolu centra il palo, al 46’ Abati calcia addosso a Boschini da buona posizione.

Morazzone – Base 96 Seveso 1-0 (0-0)
Morazzone:
Teseo, Campana, Facchin, Pascale (st 30’ Caon), Suman, Milani, Vezzoli, Touli, Ghizzi (st 40’ Cattini), Berton, Vicentini (st 38’ Chakir). A disposizione: Teseo, Cattini, Lo Presto, Caon, Bottelli, Soardi, Chakir. All: Dallo
Base 96 Seveso: Giraldi, Longoni, Larese, Corbetta, Piva, Parravicini, Carraro, Guerriero, Tagliabue (st 1’ Pellecchia), Salvetti, Molteni T. A disposizione: Colombo, De Laurentis, De Boni, Franzoso, Pellecchia, Ciappesoni, Quici. All: Sala
Arbitro: Sassi di Legnano
Marcatori: st 30’ Berton (M)
Il Morazzone sgambetta la Base 96 e consente alla Castellanzese di mettere una seria ipoteca sulla vittoria del campionato. Decisivo, al 30’, il gol realizzato da Berton che riceve un lancio di Suman da metà campo, controlla, salta un difensore e batte Giraldi con un preciso diagonale.

In redazione Indro Pajaro