Home Calcio Prima Categoria 25^ – Colpaccio Valceresio, bene anche l’Arsaghese. Goleada Gorla, male il Cas

Prima Categoria 25^ – Colpaccio Valceresio, bene anche l’Arsaghese. Goleada Gorla, male il Cas

0
Prima Categoria 25^ – Colpaccio Valceresio, bene anche l’Arsaghese. Goleada Gorla, male il Cas

CAPOLAGO – E’ sfida playoff a Capolago dove si incontrano i ragazzi di mister Casaroli, terzi con 47 punti, ed i biancorossi di Arsago, nel gruppo della squadre a 44 con Gorla Maggiore e Fagnano. Vincere per Mai e compagni significherebbe proprio agganciare i varesini (anzi sorpassarli in virtù degli scontri diretti), di contro la banda capitanata da Beretta vuole i tre punti per consacrare la terza posizione.
Novanta minuti intensissimi, anzi 99′ per la precisione, dove è stata soprattutto la ripresa a regalare le emozioni maggiori, lanciano l’Arsaghese al terzo posto grazie all’unico gol di giornata firmato Marco Fontana.

BelfortesePRIMO TEMPO – Partenza dai ritmi alti a Capolago a discapito talvolta della precisione, perché sono diversi i fraseggi sbagliati da una parte e dall’altra. Ma dopo qualche minuto di assestamento è l’Arsaghese che tenta di farsi viva dalle parti di Marcon prima con un palla pericolosa da corner, e poi nella stessa azione con il sinistro di Sciarini, che scende troppo tardi. La più ghiotta occasione per i gialloneri giunge con Tasco, che imbeccato dalla destra arriva a tu per tu ma svirgola clamorosamente da pochi passi. Temperamento, corsa, tenacia, ma poche chance nitide da gol fin quando si fa notare il destro a giro di Carlo Fontana da punizione: praticamente perfetto il volo di Marcon che con la manona di richiamo manda in angolo. Due minuti più tardi la punizione è solo più centrale, il numero undici stavolta non trova lo specchio. La Belfortese prova a tornare su e lo fa con un paio di conclusioni al volo da corner, la prima ribattuta, poi Ossola ritenta ma mando alto. Al 40’ la combinazione Lombardo – Tasco non è efficace come potrebbe, leggermente lungo il passaggio in profondità dell’esterno su cui non arriva la zampata del numero dieci. Un minuto di recupero, che diventano due a causa di un colpo subito da Marco Fontana, poi duplice fischio e tutti negli spogliatoi. Primo tempo a reti bianche, con poche azioni da gol, ma tanto ritmo da entrambe le parti.

ArsagheseSECONDO TEMPO – Si riparte senza cambi ma con nuove disposizioni in campo, che vedono Turri abbandonare la posizione di trequartista e avanzare un po’ formando cos’ il tridente insieme ai fratelli Fontana. E proprio da punta vera cerca gloria stoppando, girandosi e calciando di destro, troppo centrale per impensierire Marcon. Lo stesso Marcon rischia tantissimo su un disimpegno, con Fontana M. che tocca e per poco non ribatte in porta. Al 9’ ha del clamoroso la palla di Sciarini che dall’altezza del dischetto, a colpo sicuro, trova la risposta tutta d’istinto di Marcon che gli nega un gol fatto. Lodevole nell’azione la discesa di Clerici, abilissimo nel bersi il diretto avversario e nel servire il compagno. Gli uomini di Casaroli non riescono a scuotersi, in questo frangente sono più vivi gli ospiti. Ancora i biancorossi si fanno sentire stavolta con Turri da calcio da fermo, la sfera va ad infrangersi sulla traversa. Beretta cerca di caricare i suoi, che non sembrano essere ripartiti col piglio giusto in questa seconda frazione di gioco. Al 20’ un episodio curioso: il direttore di gara chiede l’intervento della panchina di casa per medicare una fiacca, gioco fermo per 4’, poi si riprende. Quando si ritorna in campo Piana opta per un cambio: dentro Caimano al posto di Turri. Squillo di Sciarini alla mezz’ora, il suo destro a scendere è bellissimo, ma trova anche stavolta la risposta di Marcon. Al 35’ cambia il risultato: batti e ribatti dell’Arsaghese, Sciarini trova Fontana M. sul filo del fuorigioco, complice anche un rimpallo, e stavolta il numero sette non fallisce: 0 a 1. I gialloneri tentano la reazione, Casaroli riorganizza la squadra a trazione anteriore, mandando sul terreno di gioco John e Airoldi. Il pareggio potrebbe arrivare con un colpo di testa dopo un tiro dalla bandierina, ma l’arbitro ferma tutto per un fallo di confusione. I padroni di casa ora ci provano con insistenza e per poco con il destro di Airoldi non pareggiano i conti, ma il suo tiro fa la barba al  palo lungo.  Monumentali Baratelli e Cardi, quando salvano due gol fatti: il primo di testa sull’incornata di Cereti, il secondo con la manona sul destro al volo di Lombardo. Fa gridare ancora al gol Airoldi quando in spaccata trova il colpo giusto che non beffa il numero uno ospite per questione di centimetri. E dopo ben 7’ di recupero, conditi da una serie di calci d’angolo pericolosissimi in area biancorossa, ecco il triplice fischio che regala tre punti d’oro all’Arsaghese.

I MIGLIORI IN CAMPO
Marcon 7 – Belfortese:
compie due miracoli ed è reattivo su ogni pallone che vaga in area, sul gol non può nulla.
Baratelli 7.5 – Arsaghese: divide la palma di migliore con Fontana M. che fa un gol pesantissimo, ma oggi è preciso, pulito, provvidenziale in ogni circostanza, soprattutto quando di testa al 90’ salva un gol fatto.

I COMMENTI 
Casaroli (all. Belfortese): “Sono troppo arrabbiato, quando ci sono gli scontri diretti e c’è da tirar fuori gli attributi noi ci tiriamo indietro, questa cosa è inaccettabile”.
Piana (all. Arsaghese): “Nel primo tempo credo abbiano fatto meglio loro, noi abbiamo sofferto un po’ il nostro modulo con il trequartista, ecco perchè poi nella ripresa ho optato per il tridente. Ed è andata bene, abbiamo creato, abbiamo lottato e trovato un vantaggio meritato. Poi loro sono un’ottima squadra, era normale ci fosse la reazione, siamo stati bravi a contenerli. Comunque penso che siamo due squadre che meritano il posto che hanno in classifica”.

IL TABELLINO
Belfortese – Arsaghese 0-1 (0-0)
Belfortese:
Marcon 7, Binda 6.5, Sinatra 6, Da Pos 6 (37’ st Airoldi 6.5), Ossola 6.5, Beretta 6, Cereti 6, Arena 5.5, Lazzarini 5.5 (32’ st John 6.5), Tasco 5.5, Lombardo 6. A disposizione: Rauschnberg, Filippini, Mariano, Pisciottu, Vincenzi, John, Airoldi, Allenatore: Casaroli.
Arsaghese: Cardi 7, Baratelli, 7.5, Clerici 7, Monticelli 6.5, Mai 6.5, Nebuloni 6.5, Fontana M. 7 (41’ st Ferrario sv), Lo Bello 6, Turri 6 (29’st Caimano 6.5), Sciarini 7, Fontana C. 6 (37’ st Falvella sv). A disposizione: Buso, Ghirardello, Castoldi, Caimano, Zaro, Falvella, Ferrario. Allenatore: Piana.
Arbitro: Barilaro di Sesto San Giovanni
Marcatori: st: 35′ Fontana M (A)
Note: Terreno in sintetico, spettatori 70 circa. Ammoniti: Baratelli (A), Lombardo (B), Ossola (B). Angoli: 7-4. Recupero 2’+7′.

LA FOTOGALLERY

Inviata Mariella Lamonica

MOZZATE – Mozzatese che è ancora in cerca di punti per scappare dalla zona playout, mentre la Vanzaghellese in situazione di classifica più tranquilla non vuole però perdere punti per non rischiare di essere risucchiata nel finale di stagione. Padroni di casa schierati inizialmente con un 4-4-1-1 con Bensouda alle spalle dell’unica punta Coppola, mentre Spinelli opta inizialmente per un 4-3-3.

PRIMO TEMPO – Primi 15 minuti del primo tempo senza sussulti ed occasioni, con la partita che è equilibrata dove però, sono i padroni di casa a farsi preferire per atteggiamento e aggressività. La prima occasione arriva al 20’ ed è per la Mozzatese, sugli sviluppi di una rimessa laterale, Nardi crossa basso in area di rigore, la sfera respinta dalla difesa ospite arriva sui piedi di Di Gennaro che si coordina ed al volo calcia in porta, il suo tiro è preciso ma Lella si distende e blocca in due tempi. La partita scivola via senza alcuna emozione, ma al 37’ la Vanzaghellese sfiora il vantaggio, Ana Petre ubriaca in area Paolillo e crossa rasoterra sul primo palo, trovando la pronta girata a rete di Marchetti, prodigiosa la risposta di piede di Zuccotti, che d’istinto respinge il pallone, strozzando in gola l’esultanza degli ospiti. Risponde la Mozzatese con due occasioni, prima Turconi da dentro l’area calcia alle stelle nonostante si trovasse in posizione favorevole. Al 39’ invece De Mori va via al suo diretto avversario, entra in area e calcia altissimo. Al 45’ altra occasione per gli ospiti con Candido che entra in area da posizione defilata e sull’uscita a valanga del portiere, invece di appoggiare all’indietro per l’accorrente Marchetti, calcia in porta col pallone che esce largo alla destra della porta mozzatese. Finisce 0-0 un primo tempo, che nonostante le scarse occasioni, è stato gradevole.

SECONDO TEMPO – Partenza sprint della Vanzaghellese, che si mangia un gol già fatto con Ana Petre, ben pescato da Marchetti, tutto solo in area piccola il bomber ospite cicca clamorosamente la conclusione, con la sfera che si spegne a lato. Al 3’ risponde la Mozzatese, Bensouda difende palla appena dentro l’area, lavorando bene col corpo, scarica poi per l’accorrente Di Gennaro che da dentro la lunetta dell’area rigore apre il piattone, alzando però la conclusione sopra la traversa. Al 6’ un tiro apparentemente innocuo di Candido rischia di beffare la Mozzatese, il pallone infatti una volta toccato il terreno, rimbalza male, sorprendendo Zuccotti, la palla però gli finisce sul viso, salvando di fatto i padroni di casa da un gol beffardo. Al minuto numero 11 la Vanzaghellese passa in vantaggio, bella palla in verticale di Candido, dopo una respinta corta di Nardi, che trova sul filo del fuorigioco sul dischetto del rigore il solissimo Marchetti, il numero 11 non può sbagliare a tu per tu con Zuccotti. Sembra aver accusato il colpo la Mozzatese, ed infatti al 14’ gli ospiti sfiorano il raddoppio, Ana Petre crossa in area, Marchetti prende il tempo ad Anzani e colpisce di testa, la sfera sfiora il palo alla destra di Zuccotti. Al 24’ grossa occasione per la Mozzatese, calcio d’angolo battuto da Coppola, Alberio incorna, ma la sua conclusione viene respinta di schiena, il pallone però giunge sui piedi di Paolillo che ha tutto il tempo per stoppare e prendere la mira, il suo tiro è potente ma alto, graziando così Lella e la Vanzaghellese. Ancora Mozzatese al 31’ Coppola raccoglie un lancio del neo entrato Monti, crossa di prima col mancino trovando Kaya appena dentro l’area, la sua conclusione però è centrale e Lella può bloccare senza problemi. Al 38’ Foglia sfiora l’eurogol, angolo battuto da Armentano, e pallone che dopo una serie di lisci arriva al numero 6 ospite, che dal dischetto di rigore, stoppa di petto e conclude in rovesciata, conclusione però centrale e Zuccotti può tranquillamente bloccare. Finale di partita dove la Mozzatese cerca con tutte le sue forze il pareggio, senza però impensierire mai il portiere avversario. Finisce 0-1 per la Vanzaghellese una partita sostanzialmente equilibrata.

I MIGLIORI:
Paolillo (Mozzatese) 6,5: nonostante sia un difensore centrale, oggi risulta il più pericoloso dei suoi. In fase difensiva sempre puntuale, in fase offensiva ci prova in più occasioni risultando però impreciso.
Marchetti (Vanzaghellese) 7: ha fatto il gol partita e in più di un’occasione è risultato imprendibile, suo il cross per Ana Petre a inizio ripresa, suo il colpo di testa che sfiora il raddoppio. C’è sempre in ogni sortita offensiva degli ospiti.

I COMMENTI:
Balestrini (all. Mozzatese) in silenzio stampa
Zerbinati (presidente Mozzatese): “Loro hanno avuto un paio di occasioni pericolose in contropiede, ma noi abbiamo sbagliato due gol già fatti; credo che il pareggio potesse anche essere il risultato più giusto”.
Spinelli (all. Vanzaghellese): “Primo tempo un po’ sottotono, nella ripresa invece abbiamo alzato il ritmo e siamo andati in vantaggio, sbagliando però il raddoppio in più circostanze, peccato perché abbiamo tenuto in partita gli avversari. Sono soddisfatto perché con la vittoria di oggi potremmo aver chiuso totalmente il discorso salvezza; ci può essere anche qualche rammarico per qualche punto lasciato per strada, ma non dimentico che la Vanzaghellese è una neo-promossa, per cui direi che l’attuale classifica è più che soddisfacente.”

IL TABELLINO:
MOZZATESE – VANZAGHELLESE 0-1 (0-0)
Mozzatese: Zuccotti 6.5, Nardi 6, Kaya 6, De Mori 5.5 (12’ s.t. Gravina 5.5), Paolillo 6.5, Alberio 6, Turconi 6.5 (29’ s.t. Monti 5.5), Di Gennaro 6, Coppola 6, Bensouda 6, Anzani 6; a disposizione: Baldassa, Borghi, Fiorio, Lo Coco. Allenatore: Balestrini
Vanzaghellese: Lella 6, Grassi 6.5, Ferrario 6.5, Squizzato 6.5 (20’ s.t. Volpi 6), Mariani 6.5, Foglia 6.5, Candido 6.5, Mesiti 6.5, Ana Petre 5.5(35’ s.t. Andreolli s.v), Armentano 7, Marchetti 7 (35’ s.t Ferrario s.v.); a disposizione: Gabaldo, Diop, Quaini. Allenatore Spinelli
Marcatori: 11’ s.t. Marchetti (V)
Ammoniti: De Mori (M); Candido, Grassi (V)
Note: tempo soleggiato, clima primaverile, campo in discrete condizioni, spettatori 40 circa. Recupero 1 – 4

Inviato Diego Paccani

RISULTATI E CLASSIFICA

Guanzatese – Valceresio 1-2 (0-1)
Guanzatese: Di Marco, Sanfilippo, Sarra, Brambilla, Amadeo, Spotti, Sagnella, Locatelli, Girola, Lamanna, Colombo. A disposizione: Beneggi, Pirotta, Marinoni, Tarsia, Zaffaroni, Zanoni, Schifano. Allenatore: Porro.
Valceresio: Di Rita, Favaretto, Azzolin (1’ st Giardino), Carini, Arena, Ndzie, Piccinotti, Italiano, Gallazzi, Toniolo (40’ st Ponti), Broggini (30’ st Nicora). A disposizione: Mambretti, Visconti, Cerabona, Giardino, Nicora, Nigro, Ponti. Allenatore: Roncoroni.
Arbitro: Gallo di Seregno
Marcatori: pt: 25’ Broggini (V), st: 3’ Colombo (G), 25’ Piccinotti (V),
La Valceresio fa il colpaccio e si avvicina alla Guanzatese che ora dista solo tre punti.
Nel primo tempo il dominio territoriale della Valceresio porta al gol di Broggini: il numero undici al 25’ con un’azione personale trova con il mancino il secondo palo e sblocca la gara. Dieci minuti dopo annullato gol per fuorigioco a Piccinotti, fuorigioco su cui protesta molto la squadra ospite. La Guanzatese invece tenta di colpire con il bel tiro di Lamanna, bravo a girarsi, ma Di Rita è attentissimo e manda in angolo.
Nella ripresa pronti via ecco il gol del pareggio firmato Colombo, che di testa tutto solo, da corner manda in rete. La gara si protrae sul filo dell’equilibrio, fin quando arriva la prodezza di Piccinotti che da dentro l’area la controlla e la scaraventa sotto la traversa. I ragazzi di Roncoroni ne hanno ancora e cercano il gol del ko con Arena, stavolta il miracolo lo compie Di Marco. Poi ecco la reazione dei locali che si riversano in avanti, ma non riescono a scalfire la retroguardia arcisatese. Nervosismo nel finale con Spotti che per fallo di reazione finisce anzitempo sotto la doccia, ma al triplice fischio la festa è della Valceresio che ora potrebbe aver riaperto il campionato.

LA FOTOGALLERY

Gorla Maggiore – Luino Maccagno 8-1 (2-1)
Gorla Maggiore: Savastano, Bernacchi, Cremona (23’ st Ranieri), De Laurentis, Favaretto, Di Bari, Sangiorgi (15’ st Bosello), Mazzon, Alessi, Ippolito, Falsaperna (32’ st Lamperti). A disposizione: Castiglioni, Hushi, Ranieri, Vallini, Bosello, Mahracha, Lamperti. Allenatore: Saporiti.
Luino Maccagno: Vecchietti, Cannucciari, Romano, Arioli, Vigezzi, Lucchini, Follis (40’ st Vallone), Castorino (20’ st Silipo), Ancelliero (25’ st Vecchio), Diana, Raiser. A disposizione: Degirgi, Vallone, Silipo, Vecchio. Allenatore: Deberardinis.
Arbitro: Barlocco di Legnano
Marcatori: 38’ Cremona (G), 42’ Vigezzi (L), 44’ Ippolito (G); st: 10’ Mazzon (G), 13’ 25’ Falsaperna (G), 38’ 40’ Alessi, 45’ Ippolito (G)
Finisce in goleada con il Gorla che fa la voce grossa e stende un Luino decimato.
Il primo gol arriva al 38’ con la punizione diretta di Cremona. 4’ più tardi ci pensa Vigezzi a pareggiare i conti mandando in rete di testa in mischia. Ma prima del duplice fischio ecco capitan Ippolito che riporta in avanti i suoi con un tiro da fuori area. Da segnalare al 40’ l’espulsione di Diana per doppio giallo.
Si ricomincia e la partita è senso unico. Mazzon al 10’ finalizza da dentro l’area il cross di Ippolito, al 13’ e al 25’ doppia gioia per Falsaperna che insacca prima da pochi passi dopo aver dribblato due avversari e poi con una conclusione da oltre i sedici metri. All’appello manca Alessi che risponde presente al 38’ e al 40’(conclusione dalla distanza e piattone da distanza ravvicinata). Altra espulsione per gli ospiti, ne fa le spese il portiere Vecchietti. L’ultima perla è di Ippolito che trova l’ennesima gioia con un tentativo da fuori e fissa il punteggio sull’ 8 a 1.

Solbiatese – Viggiù 1-0 (1-0)
Solbiatese: Isufi, Pedotti (26’ st Concato), Bidorini, Bianchini, Galmarini, Carpentieri, Busatto, Cirillo (37’ st De Munari), Re (41’ st Bono), Saramin, Della Torre. A disposizione: Colombo, Bonomi, Di Nola, Concato, De Munari, Girelli, Bono. Allenatore: Simionato.
Viggiù: Galparoli Mezzanotte, Vece, Rancati (32’ st Calandra), Cortesi, Pllumbi, Morello (15’ st Milicia), Pinton, Salmoiraghi, Valenti (1’ st Gioga), Orlando. A disposizione: Milicia, Galetti, Tozzo, Calandra, Gioga, Gjoni. Allenatore: Ermolli.
Arbitro: Greco di Seregno
Marcatori: pt: 34’ Re (S)
Basta un gol alla Solbiatese per mettere in cassaforte tre punti pesantissimi in chiave salvezza.
Il domini gialloverde porta alla rete di Re al 34’, quando lanciato da Della Torre buca Galparoli. Chance per il numero undici, che manda a lato, e per Saramin (gol annullato per fuorigioco) si va al riposo sull’1 a 0.
Nella ripresa conquista metri la squadra di Ermolli ma fatica a rendersi pericolosa, i padroni di casa gestiscono, creano qualche altra occasione ma non capitalizzano. E alla fine con una sola rete all’attivo conducono in porta il match.

Saronno Robur-Tre Valli 0-3 (0-2)
Saronno Robur
: Cozzi, Quarti, Oldani, Frugoni, De Micheli, Baldassarre, Borsani, Guidali, Mariutsyn, Ciccone, Borghi. A disposizione: Furini, Bene, Frigerio. All: De Micheli
Tre Valli: Ambrosetti, Crosti, Mancuso, Bosetti, Napoli, Gilardi, Gandini, Grosset (st 30’ Molinari), Binda, Brugaletta, Corleto (st 20’ Confeggi). A disposizione: Lucisano, Molinari, Testa, Confeggi, Ambrosoli. All: Vincenzi
Arbitro: Forti di Legnano
Marcatori: pt 35’ Brugaletta (T), 42’ Mancuso (T); st 35’ Binda (T)
Il Tre Valli coglie un importante successo sul campo del Saronno Robur. Finisce 0-3, in virtù delle reti nel primo tempo di Brugaletta (mischia sugli sviluppi di un corner) e Mancuso (assist di Binda) e dello stesso Binda al 35’ della ripresa su lancio di Confeggi.

Antoniana – Fagnano 0-1 (0-1)
Antoniana: Paroni, Pisoni, Pacchioni, Vago, El Harrouchi, Pastanella, Vacirca, Lo Piccolo, Malatesta, Turconi, Corbetta. A disposizione: Gritti, Macchi, Locci, Moro, Saporiti, Bianchi, Cavelli. Allenatore: Rimoldi.
Fagnano: Policastro, Maso, Bacchion, Mastromarino, Cicchetti, Cancian, Beltemacchi (20’ st Gemmo), Battagion, Manuzzato (45’ st Stefanetti), Spadaccino, Fichera (32’ st Ranieri). A disposizione: Bertagnoli, Gemmo, Simone, Panizza, Stefanetti, Ranieri, Crea. Allenatore: Riccio.
Arbitro: Scarano di Seregno
Marcatori: pt: 15’ Fichera (F)
Fagnano fa altri tre punti sul campo dell’Antoniana e si porta a quota 47.
Nel primo tempo sono proprio i Riccio Boys a fare la gara non solo con il gol di Fichera, che riceve sul secondo palo da Beltemacchi, rientra e colpisce, ma anche con altre chance importanti su cui ci vuole un super Paroni. Nella ripresa l’Antoniana prende campo e si scuote un po’, ma non riesce ad acciuffare il pari. Fagnano va ancora in gol nel finale con Gemmo, dopo un doppio palo colpito da Ranieri, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Alla fine basta Fichera per i tre punti fagnanesi.

Gerenzanese – Amici dello Sport 3-0 (1-0)
Gerenzanese: De Candia, Airaghi, Perfetti, Gattuso, Calegari, Franchi, Plebani (7’ st Rimoldi), Palumbo, Zumbè, Giammella (20’ st Costanzo), Cattaneo (13’ st Kuhn). A disposizione: Cavaleri S., Frusca, Corti, Guffanti. Allenatore: Valtolina.
Amici dello Sport: Ferni,  Panarese, Armiraglio (20′ st Manssianga), Dugnani, Borsani, Re, Bongini, Azimonti, Negri (21′ st Castiglioni), Grampa (1′ st Ciocia), Cavaleri. A disposizione: Melchiorre, Castiglioni, Ciocia, Macchi, Magister, Manssianga, Toia. Allenatore: Cau.
Arbitro: Cisternini di Seregno
Marcatori: pt: 10′ Zumbè (G); st: 45′ Rimoldi (G), 48′ Costanzo (G)
Cade il Cas sul terreno di gioco del fanalino di coda Gerenzanese, che in questo turno riesce a strappare tre punti che contribuiscono a farla sperare nei playoff.
Le marcature le apre Zumbè, lesto ad insaccare dopo una sponda di Giammelli, gli ospiti hanno dagli undici metri la chance del pareggio ma De Candia è pressoché perfetto e tira giù la saracinesca sul rigore di Dugnani.
Nella ripresa, mentre i locali gestiscono e si dimostrano all’altezza, i blues cercano con la foga un pareggio che non arriva, che li costringe in dieci dopo il doppio giallo di Ciocia e che li vede capitolare nei minuti finali con due contropiedi perfetti di Rimoldi e Costanzo.

In redazione Mariella Lamonica