Prima Categoria 20^ – Cinquina Guanzatese, poker Valceresio. Derby all’Antoniana, bene l’Arsaghese

0
23

ARSAGO SEPRIO– Vittoria importante per la squadra di Piana, che in casa batte il Luino per 3-1 e sale a 33 punti in classifica a ridosso delle prime posizioni. Gara decisa nel primo tempo grazie a una grande prestazione del reparto offensivo dell’Arsaghese. Per i ragazzi di De Bernardinis si complica la lotta salvezza. Il Luino resta infatti penultimo a 13 punti.

PRIMO TEMPO –  I padroni di casa provano subito a prendere in mano il pallino del gioco affidandosi ai lanci di un ispirato Sciarini. La prima occasione peró capita al 6′ sui piedi di Fusco che tutto solo in area calcia alto sprecando da ottima posizione. Passano due minuti e l’Arsaghese passa in vantaggio grazie a un gran gol di Caimano, bravo a rientrare sul sinistro in area e battere Vecchietti con un tiro angolato. Gli ospiti provano subito a reagire, ma la squadra di Piana concede poco spazio agli avversari difendendosi con ordine. Al 17′ Ancellipao prova la conclusione dalla distanza, ma il tiro termina fuori. Un minuto dopo ancora pericolosa l’Arsaghese con Fontana, che in area impatta male e calcia addosso al portiere sprecando il tap-in del 2-0.
Il Luino sfiora il gol del pareggio al 25′ con una punizione insidiosa di Fusco, che costringe Cardi a mettere la palla in calcio d’angolo. Con il passare dei minuti cresce la squadra di Piana. Al 29′ Caimano firma la sua doppietta sfruttando un’incertezza di Vecchietti, poco sicuro in uscita su una palla tagliata di Zaro. Continuano a insistere i padroni di casa che sfiorano il gol del 3-0 ancora con Zaro, bravo a smarcarsi e calciare forte di destro.
Al 40′ non sbaglia però il numero 7 che trova il gol del 3-0 al termine di una grande azione personale. Partita già chiusa nei primi 45′. La squadra di De Bernardinis paga alcune incertezze difensive.

SECONDO TEMPO– Nella ripresa il Luino prova subito ad aggredire alto l’avversario. Al 5′ un intervento scoordinato di Nebuloni causa il rigore. Dal dischetto si presenta Ancellipao, che spiazza il portiere e riapre la gara. L’ Arsaghese prova subito a reagire con Caimano,  ma la sua conclusione termina di poco a lato. Con il passare dei minuti la squadra di Piana bada più ad amministrare il doppio vantaggio. Il mister dell’Arsaghese nel giro di pochi minuti effettua un doppio cambio: fuori Sciarini e Zaro per Ferrario e Fontana. Al 20′ bell’azione di Fontana che conclude da fuori area. Vecchietti però blocca senza troppi problemi. La partita non regala particolari emozioni, il Luino negli ultimi minuti tenta il forcing finale, ma la squadra di Piana non subisce più di tanto. Da segnalare al 38′ un grande intervento di Cardi su Morandi. Alla fine finisce 3-1 per i padroni di casa. Successo importante per l’Arsaghese che sale a 33 punti in classifica, a ridosso delle prime posizioni. Brutto stop invece per il Luino, che resta a 13 punti al penultimo posto.

I MIGLIORI IN CAMPO
Caimano 7 – Arsaghese:
 Una doppietta decisiva che chiude la gara già nei primi 45′. Non dà mai riferimenti alla difesa.
Ancelliero 6.5 – Luino Maccagno: Freddo dal dischetto prova a riaprire la gara a inizio secondo tempo. Lotta fino alla fine.

I COMMENTI
Piana (allenatore Arsaghese):” Sono soddisfatto della prestazione di oggi. Non era facile visto le condizioni del campo. È un periodo in cui dobbiamo gestire le energie visto il recupero delle partite. I ragazzi però hanno interpretato bene la gara”.
De Bernardinis (allenatore Luino): “Paghiamo sempre alcune disattenzioni difensive. Oggi abbiamo giocato su alti ritmi fino alla fine. Venivamo da tre partite in otto giorni non era semplice. Oggi mi mancavano 6 giocatori tra influenza e squalifiche. Dobbiamo continuare a lavorare e crederci”.

IL TABELLINO
Arsaghese-Luino 3-1 (3-0)
Arsaghese: Cardi, Cagnetta, Conserva, Lo Bello, Mai, Nebuloni,  Zaro (St 16′ Fontana), Mantovan, Fontana, Sciarini (St 15′ Ferrario), Caimano (St 23′ Falvella). A disposizione: Buso, Clerici, Fontana, Falvella, Turri, Monticelli, Ferrario. Allenatore: Piana.
Luino: Vecchietti, Cannuncciari, Diana, Vallone, Vigezzi, Castorino, Bosetti (St 31′ Morandi), Ahmed, Ancelliero, Follis (St 24′ Piazza), Fusco. A disposizione: De Girgi, Romano, Morandi, Piazza. Allenatore: De Bernardinis.
Marcatori: pt: 6′, 29′ Caimano (A), 40′ Zaro (A). St: 5′ Ancelliero (L)
Note: terreno non in perfette condizioni di gioco. Ammoniti: Cannuncciari (L), Bosetti (L), Sciarini (A), Diana (L), Cagnetta (A), Piazza (L), Castorino (L)

Inviato Marco Mazzetti

SACCONAGO – I derby non si giocano, i derby si vincono. Con questa premessa inizia la stracittadina Cas – Antoniana, che ancora una volta vede due formazioni pronte a tutto per aggiudicarsi punti pesanti e per innalzare ulteriormente il morale. E alla fine in un derby sentito, combattuto e vissuto fino al 94’, la risolve Malatesta che dà il giusto premio ad un’Antoniana più compatta e decisa nell’arco di tutto il match.

CasPRIMO TEMPO – I primi dieci minuti di stallo servono alle squadre per studiarsi e prendere confidenza con un terreno davvero pesante. Mentre il Cas preferisce aspettare e ripartire, lasciando su il solo Manssianga, l’Antoniana cerca di dare ritmo alla gara e di affacciarsi dalle parti di Ferni. Lo fa con un paio di calci da fermo, su uno la capoccia di Iorfida la toglie dal secondo palo, su quello seguente, dopo un batti e ribatti in area, la sfera la conquista Pacchioni che poisi gira bene e tenta di sinistro, ma il numero uno di casa si distende e blocca. Dopo alcuni contropiedi, arriva alla mezz’ora l’episodio che  potrebbe sbloccare la gara: spalla a spalla in area Dugnani – Pacchioni con il numero quattro che forse allarga un po’ il braccio, per l’arbitro non ci sono dubbi ed assegna il calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Vacirca che cerca l’angolo alto alta ma vede il pallone infrangersi sulla traversa. Finisce anticipatamente la partita di Cavelli che dolorante alla schiena chiede il campo. Mister Rimoldi sceglie di mandare in campo Malatesta spostando Saporiti al centro della difesa ed abbassando Pacchioni sulla fascia sinistra. C’è più Antoniana in questa frazione, Vacirca tenta per due volte dopo una bella cavalcata, ma per due volte trova la respinta della difesa. L’estro di Agrello c’è seppur non accompagnato dalla solita precisione, Corbetta invece non ha paura di provare una conclusione al volo da distanza assiderale, palla che scende ma troppo tardi. E dopo un minuto di recupero, si va tutti negli spogliatoi. Vedremo se si tornerà in campo con lo stesso piglio mostrato nella seconda parte di primo tempo.

AntonianaSECONDO TEMPO – Si riparte con un cambio: esce Armiraglio S. ed entra Armiraglio G. Palla subito buona per Macchi che riceve un filtrante, ma l’arbitro rileva un fuorigioco piuttosto contestato dagli ospiti. Sono sempre i giallorossi a spingere di più sull’acceleratore, ma all’8 devono rilevare un altro brutto colpo, ovvero l’infortunio di Pacchioni costretto ad abbandonare il campo. Al 12’ fa tutto bene Malatesta che s’invola sulla fascia destra, velocissimo trova la deviazione di Dugnani al momento del cross. Bello lo scambio Corbetta – Macchi con quest’ultimo che arriva al tiro ma non riesce a dargli forza. Il match si accende, l’arbitro inizia a perdere un po’ la bussola, il Cas potrebbe colpire con il destro al volo di Agrello da dentro l’area, si oppone Pastanella con il corpo e manda in corner. Più passano i minuti e più diventa difficile giocare così come stare in piedi. I padroni di casa avrebbero una ghiotta chance con Manssianga che riceve un po’ fortunosamente in area, prima calcia addosso al portiere, poi manda alto sempre nell’uno contro uno. Ancora i blues si fanno sentire con Dugnani che riceve da corner e tenta di prima intenzione, alta di un soffio. Squadre spaccate e difese sempre arcigne, ribaltamenti di fronte continui, l’Antoniana a Dugnani risponde con Macchi, bravo ad accentrarsi non altrettanto a calciare, palla a lato. Ma al 33’ il gol arriva: Malatesta dalla destra si beve il diretto avversario (i biancoblù lamentano un fallo), poi calcia di sinistro in caduta sorprendendo Ferni sul palo lontano. Il Cas cerca di raccogliere le energie e di gettarsi in avanti alla ricerca del pareggio, Pastanella e compagni ci mettono le pezze e stringono i denti. Nonostante quattro minuti di recupero non succede più nulla, il derby si tinge di giallorosso.

I MIGLIORI IN CAMPO
Iorfida 6.5 – Amici dello Sport:
da vero capitano è l’ultimo a mollare nella bagarre di un derby sentito e combattuto fino al novantesimo e oltre.
Malatesta 7 – Antoniana: è il giustiziere del derby regalando una prestazione generosissima ma soprattutto un gol tanto bello quanto pesantissimo.

I COMMENTI
Cau (allenatore Cas):Purtroppo abbiamo difficoltà nel fare gol, a  volte ci manca la cattiveria lì davanti ed altre la serenità per gestire meglio le situazioni. A causa di diverse assenze siamo poi costretti in alcune scelte, ma non mi appello a questo anzi sono contento degli juniores che abbiamo schierato, hanno dato buone risposte e hanno messo mezz’ora nelle gambe che può tornarci utile anche in vista dei prossimi impegni. Detto questo continuiamo a lavorare“.
Rimoldi (allenatore Antoniana): “Sono molto contento della prestazione e di tutti i ragazzi, eravamo in una situazione rimaneggiata ed invece siamo stati bravi ad adattarci anche durante la partita quando abbiamo dovuto fare dei cambi per infortunio e risistemare nuovamente il modulo. Dobbiamo allontanarci il prima possibile dalla zona rossa, tenteremo di giocarcela con tutti fino alla fine“.

IL TABELLINO
Amici dello Sport – Antoniana 0-1 (0-0)
Amici dello Sport:
Ferni 6, Borsani 6, Armiraglio 5.5 (1’ st Armiraglio G. 6), Dugnani 6, Iorfida 6.5, Re 6, Grampa 6 (26’ st Zaroli 6.5) , Ciocia 5.5, Manssianga 5.5, Agrello 6, Grandi 6 (35’ st Lodelo sv). A disposizione: Melchiorre, Castiglioni, Macchi, Lodelo, Armiraglio G., Zaroli, Toia. Allenatore: Cau.
Antoniana: Paroni 6, Pisoni 6.5, Saporiti 6.5, Vago 6.5, Cavelli 6 (37’ Malatesta 7), Pastanella 7, Pacchioni 6.5 (10’ st Locci 6.5), Corbetta 6.5, Macchi 6, Vacirca 6.5 Lo Piccolo 6.5. A disposizione: Gritti, Malatesta, Locci, Gorletta, Moro, Boschetti. Allenatore: Rimoldi.
Arbitro: Lecci di Varese
Marcatori: st: 33’ Malatesta (An).
Note: Terreno in pessime condizioni, spettatori 50 circa. Espulso: Ammoniti: Dugnani (Am), Grandi (Am), Agrello (Am), Grampa (Am). Angoli: 4-4 . Recupero: 1’+4’ .

Inviata Mariella Lamonica

ARCISATE – La Mozzatese ritrova la sua stella Bensouda (entrato al 45′ del primo tempo al posto dell’infortunato Bonanomi), ma non riesce a crear gioco in casa di una Valceresio compatta e propositiva. Ci si mette di mezzo, dopo che i padroni di casa sono già passati in vantaggio, anche l’inferiorità numerica: Coppola viene espulso al 36′ per doppio giallo. La squadra di Roncoroni controlla, punge e prova più volte a battere di nuovo uno Zuccotti in gran giornata. Ci riescono Nigro di testa al quarto d’ora della ripresa, Ponti dopo aver saltato il portiere a pochi minuti dal termine della gara e Nicora su cross di Piccinotti nel recupero. Gli arcisatesi arrivano al fischio finale con un 4-0 che è un segnale importante nella corsa playoff.

PRIMO TEMPO – Il pressing alto della Mozzatese tiene solo a tratti nelle fasi iniziali della gara: Piccinotti, innescato la prima volta da Ponti e la seconda da Toniolo, ci prova per due volte nei primi dieci minuti, senza impegnare Zuccotti. La partita sale di tono al 15′ quando, dopo una polemica per un contatto in area su Nigro, Ponti sugli sviluppi di un corner colpisce la traversa dall’area piccola e sulla ribattuta Ndzie di testa viene murato sulla linea da Kaya. Altro corner e altro muro della Mozzatese: la difesa ospite respinge nell’area piccola i tentativi di Ndzie e Piccinotti. Al 24′ punizione dal lato sinistro dell’area per i padroni di casa: Italiano calcia direttamente in porta, Zuccotti blocca con qualche difficoltà sulla riga di porta. Al 29′ la Valceresio va in vantaggio con Toniolo, che sfrutta una respinta di Zuccotti su un tiro di Italiano da pochi passi. Il gol segnato rispecchia il dominio della squadra di casa nella prima mezz’ora di gara. La Mozzatese continua ad arrancare, ma al 34′ Caon si conquista una punizione saltando Visconti: Coppola calcia a girare senza trovare la porta. Lo stesso Coppola abbandona il campo due minuti dopo: era stato ammonito per proteste dopo il gol di Toniolo e un fallo su Italiano convince Villano ad estrarre il secondo giallo. La partita diventa più tesa, con falli duri e frequenti discussioni tra giocatori e direttore di gara. Al 40′ Toniolo fa un numero d’alta scuola mettendo a sedere Anzani con un doppio passo, Zuccotti è prodigioso a respingere il tiro di Piccinotti dopo il cross basso del numero 7 di casa. Bensouda rientra dopo tre mesi di infortunio a e rileva il dolorante Bonanomi al 45′. L’intervallo può servire agli ospiti per riorganizzarsi e ad entrambe le squadre per calmare le acque.

Valceresio-Mozzatese 2SECONDO TEMPO – La Valceresio prova subito a raddoppiare con Arena dal limite dell’area, ma il tiro del capitano termina sul fondo. Risponde la Mozzatese con il suo uomo della provvidenza: punizione morbida di Bensouda che accarezza la traversa, ma va alta. Nigro al 53′ ci tenta in rovesciata e il suo tentativo va vicino al bersaglio a grosso. Il raddoppio dei padroni di casa arriva al 57′: cross di Italiano dalla sinistra e tuffo di testa di Nigro che trova l’angolino. Al 68′ palla illuminante di Italiano per Ponti: il numero 10 della Valceresio prova ad incrociare dalla sinistra, ma manca il tris per un soffio. Toniolo continua ad essere un incubo per Anzani, tuttavia è impreciso quando, dopo l’ennesimo dribbling sul terzino avversario, sbaglia il suggerimento per un Ponti tutto solo al centro dell’area. Al minuto 80 Italiano ci prova ancora su punizione e sfiora il 3-0, ma il tiro è di poco alto. Dopo averlo rischiato per 80 minuti, Italiano si prende il giallo per un intervento duro su De Mori. Roncoroni decide di richiamare in panchina il suo numero 8, dentro Carini con Ndzie che scala a centrocampo. La punizione della Mozzatese produce una sponda di testa di Bensouda che libera Kaya al tiro, ma lo stopper ospite colpisce malissimo. Il 3-0 alla fine arriva: Ndzie mette Ponti davanti a Zuccotti e il numero 10 salta il portiere avversario con un tocco di destro e poi deposita in rete. Fa seguito anche il 4-0: cross di Piccinotti dalla sinistra, colpo di testa di Nicora da distanza ravvicinata e Zuccotti non può nulla. Dopo un lungo recupero per la botta presa da De Mori, Villano fischia la fine: 4-0 per la Valceresio.

I MIGLIORI IN CAMPO
Toniolo (Valceresio) 7.5: un vero incubo per Anzani sulla fascia. Il classe ’96 punta sempre l’uomo e produce superiorità numerica, creando diverse palle gol per i suoi compagni. La rete che sblocca una partita tesa e nervosa, però, è la sua. Giornata memorabile.
Zuccotti (Mozzatese) 6.5: può sembrare strano premiare un portiere di una squadra che ha perso 4-0, ma se il fortino della Mozzatese regge per mezz’ora il merito è principalmente dell’estremo difensore ospite. Grandi riflessi e presenza in area, poi quando gli avversari cominciano ad arrivare da tutte le parti soccombe assieme ai compagni.

I COMMENTI
Roncoroni (all. Valceresio): «Molto bene, abbiamo giocato nella maniera giusta. Facciamo sempre fatica a sbloccare le partite, ma oggi dopo essere passati in vantaggio siamo riusciti a trovare anche i gol. Nervosismo in campo? Da parte loro principalmente, però nel secondo tempo è tutto rientrato e si è giocato senza problemi».
Balestrini (all. Mozzatese): «Abbiamo fatto la nostra partita per un tempo solo, anche questa volta. Dovevamo giocare chiusi dietro e provare a ripartire, ma nel secondo tempo un episodio su un fallo non sanzionato ha portato al 2-0 e non siamo più riusciti a giocare. Ci abbiamo messo del nostro, in ogni caso, in questo risultato».

IL TABELLINO
Valceresio – Mozzatese 4-0 (1-0)
Valceresio: Di Rita 6, Quiroz 6 (dal 44′ st Favaretto sv), Azzolin 6.5, Visconti 6, Arena 7, Ndzie 7, Piccinotti 6.5, Italiano 6.5 (dal 38′ st Carini sv), Nigro 7, Ponti 6.5, Toniolo 7.5 (dal 30′ st Nicora 7). A disposizione: Mambretti, Giardino, Cerabona, Gallazzi. All.: Roncoroni.
Mozzatese: Zuccotti 6.5, L. Anzani 5, Nardi 6, De Mori 5.5, Kaya 5, Alberio 5.5, Cardaci 6 (dal 30′ st Giudice sv), Bonanomi 6 (dal 45′ pt Bensouda 6), Coppola 5.5, Di Gennaro 5, Caon 6 (dal 13′ st Giavarini 6). A disposizione: Gentile, Monti. All.: Balestrini.
Marcatori: pt: 29′ Toniolo (V); st: 12′ Nigro (V), 43′ Ponti (V), 46′ Nicora (V).
Arbitro: Sig. Villano di Gallarate.
Note: spettatori 50 circa. Pomeriggio nuvoloso. Terreno di gioco in discrete condizioni. Ammoniti: Coppola (M), Visconti (V), Arena (V), Italiano (V). Espulsi: Coppola (M) al 36′ pt per doppia ammonizione. Angoli: 8-0. Recupero: 4′ + 4′.

Inviato Filippo Antonelli

RISULTATI E CLASSIFICA

Solbiatese – Belfortese 1-2 (0-1)
Solbiatese: Isufi, Pedotti, Galmarini, Bianchini, Soave, Carpentieri (37’ st Bidorini), Busatto (26’ st Franzetti), Cirillo, Sourir, Saramin, Della Torre (13’ st Re). A disposizione: Colombo, Bidorini, Santamato, Re, Bono, Bonomi, Franzetti. Allenatore: Simionato.
Belfortese: Marcon, Binda., Lovisetto, Da Pos, Ossola, Beretta, Ambrosino (29’ st Mel Lasme), Bonanni, Lazzarini, Cereti (37’ st Arena), Lombardo. A disposizione: Briatico, Sinatra, Ghiringhelli, Arena, Filippini, Mel Lasme. Allenatore: Casaroli.
Arbitro: Moretti di Como
Marcatori: pt: 25’ Lovisetto (B); st: 25’ Re (S), 43’ Lombardo (B).
Alla fine la spunta la Belfortese che passa al a due dal termine chiudendola sul 2 a 1.
La gara la sblocca, però, Lovisetto che di testa trasforma in reta la punizione di Cereti. La Solbiatese prova ad alzare un po’ il baricentro solo nella ripresa ed è premiata quando l’asse Sourir – Re trova il pareggio, abile quest’ultimo in area a battere Marcon. I ragazzi di Casaroli non ci stanno e alla fine, trovano anche il 2-1: Mel Lasme recupera un pallone e ci prova, palla deviata che sbatte sul palo, carambola poi addosso a Isufi ed infine sui piedi di Lombardo che a porta sguarnita non può sbagliare e fissa il risultato.

Viggiù – Gorla Maggiore 1-1 (1-1)
Viggiù: Ambrosino, Tozzo, Marangoni, Gioga, Pllumbi (40’ st Maffa), Cortesi, Morello, Compri (1’ st Puka), Cestaro (10’ st Calandrino), Valenti, Rancati. A disposizione: Calandrino, Puka, Maffa. Allenatore: Ermolli.
Gorla Maggiore: Savastano, Di Bari, Cremona, Lauretano, Favaretto, Ranieri, De Laurentis (20’ st Mastorgio), Mazzon, Falsaperna (30’ st Alessi), Ippolito, Bosello (1’ st Hushi). A disposizione: Castiglioni, Bernacchi, Hushi, Sangiorgi, Mastorgio, Alessi. Allenatore: Saporiti.
Arbitro: Fantini di Busto Arsizio
Marcatori: pt: 10’ Ippolito (G), 20’ Cestaro (V)
Non va oltre l’1 a 1 il Gorla Maggiore di mister Saporiti, registra un punto d’oro, invece, la squadra di coach Ermolli.
Al 10’ gli ospiti passano già grazie ad una bella azione personale di Ippolito che si incunea dalla sinistra e poi mette il pallone in buca d’angolo. Passano 10’, però, ed è pareggio: Ranieri si perde l’uomo (o forse cerca di far scattare la trappola del fuorigioco) e Cestaro ne approfitta battendo Savastano in uscita con un pallonetto. L’occasione per riportarsi in avanti per il Gorla arriva al 40’ quando l’arbitro concede un calcio di rigore per fallo su Ippolito. Dagli undici metri si presenta Falsaperna che però colpisce in pieno la traversa. Nella ripresa i gorlesi si riversano nella metà campo avversaria ma Viggiù regge e gli attacchi non sortiscono effetto. Al triplice fischio è 1 a 1.

Guanzatese – Saronno Robur 5-1 (1-0)
Guanzatese: Di Marco, Sanfilippo, Sarra (15’ st Gerosa), Pirotta, Amadeo (1’ st Schifano), Spotti, Zaffaroni, Locatelli, Girola (35’ st Tarsia), Lamanna, Miscellini. A disposizione: Beneggi, Marinoni, Brambilla, Gerosa, Sagnella, Tarsia, Schifano. Allenatore: Porro.
Saronno Robur: Cozzi, Cortazzi (26’ st Frigerio), Pellegrino (33’ Assis), Monaco, De Micheli, Oldani, Borsani, Guidali, Borghi, Ciccone, Mariutsyn. A disposizione: Frigerio, Assis. Allenatore: De Micheli.
Arbitro: Mattiacci di Milano
Marcatori: pt: 18’ Sarra (G); st: 12’ Sagnella (G), 16’ rig. 30’ Locatelli (G), 26’ Mariutsyn (S), 33’ Girola (G).
La capolista non fa sconti e rifila una cinquina anche alla Saronno Robur. Il primo e unico gol del primo tempo arriva al 18’ quando Sarra di testa sfrutta al meglio un angolo di Locatelli e fa centro. Ed il primo tempo non vede altre marcature. Nella ripresa, dopo il palo di Girola, arriva al 12’ la seconda rete e la firma Sagnella con un tapin vincente. Quattro minuti più tardi Girola si procura un rigore che il compagno Locatelli non fallisce. 3-0. Saronno prova a dare un segnale e pesca il jolly con Mariutsyn, che da fuori area la piazza all’incrocio. I padroni di casa non si scompongono e trovano prima il poker, ancora con Locatelli che stavolta la manda alle spalle di Cozzi con una conclusione dai 30 metri, e poi il pokerissimo grazie a Girola che castiga nuovamente il numero uno ospite, con un tiro da fuori, ma non esente da colpe. Finisce 5-1.

Union Tre Valli – Vanzaghellese 3-2 (1-1)
Union Tre Valli: Ambrosetti, Gandini, Bosetti, Crosti, Gilardi, Bellini, Testa (32’ Grosset), Dozzio (25’ st Mancuso), Ambrosoli , Londino (35’ st Tansini), Binda. A disposizione: Lucisano, Mancuso, Corleto, Tansini, Martellacci, Grosset.  Allenatore: Vincenzi.
Vanzaghellese: Gabaldo, Diop (30’ st Volpi), Ferrario C, Monza, Mariani, Grassi, Marchetti (28’ st Ferrario L.), Mesiti, Napolitano, Candido, Ana Petre (1’ st Andreolli). A disposizione: Ponti, Ferrario L., Volpi, Squizzato, Andreolli, Zaro. Allenatore: Spinelli.
Arbitro: Susini di Saronno
Marcatori: pt: 10’ Marchetti (V), 33’ Ambrosoli (U); st: 2’ rig. Londino (U), 25’ Ambrosoli (U), 44’ Candido (V).
Partita vivissima fra Union Tre Valli – Vanzaghellese giocata sul campo di Malnate.
La gara la sblocca Marchetti al 10’ quando riceve da Candido, salta il diretto avversario e di sinistro batte Ambrosetti. Il pareggio arriva al 33’ con Ambrosoli che è pronto a sfruttare al meglio un errato disimpegno difensivo. 1-1. Nelle ripresa dopo appena 2’ Londino porta in avanti i suoi trasformando un rigore conquistato da Ambrosoli. Contestazione al minuto 25’ quando è ancora Ambrosoli il protagonista che a detta della Vanzaghellese si porta avanti la palla con la mano, per poi entrare in area e trafiggere Gabaldo nonostante il recupero disperato di Diop. C’è ancora tempo per riaprire la gara con la punzione di Candido al 44, ma non c’è più tempo per cambiarne le sorti. L’Union Tre Valli si aggiudica l’incontro per 3-2.

Fagnano – Gerenzanese 3-0 (2-0)
Fagnano: Policastro, Gemmo, Bacchion, Mastromarino, Simone, Cancian, Spadaccino, Battagion, Manuzzato, Beltemacchi, Fichera. A disposizione: Bertagnoli, Adamo, Stefanetti, Maso, Brun, Panizza, Ranieri. Allenatore: Riccio.
Gerenzanese: A disposizione: Allenatore: Piccolo.
Arbitro: Maurello di Sesto San Giovanni
Marcatori: 10’ Beltemacchi (F), 16’ Fichera (F); st: 30’ Panizza (F)
Tutto facile per il Fagnano che fa tris in casa con la Gerenzanese.
La gara si sblocca al 10’ grazie al tapin di Beltemacchi, bravo a sfruttare il cross di Manuzzato. Fagnano raddoppia grazie a Fichera al 16’, quando l’attaccante da destra rientra sul sinistro e a giro disegna una parabola imprendibile per il numero uno ospite. La rete che chiude  definitivamente i conti arriva al 30’ della ripresa quando Panizza, appostato sul secondo palo, viene servito da Gemmo con un cross e non sbaglia il gol del 3 a 0.

In redazione Mariella Lamonica