17.5 C
Comune di Varese
Home Calcio Prima Categoria – Nardone sceglie il Cas, Ispra si affida a Colombo. Fagnano e Antoniana spesa grossa

Prima Categoria – Nardone sceglie il Cas, Ispra si affida a Colombo. Fagnano e Antoniana spesa grossa

0
Prima Categoria – Nardone sceglie il Cas, Ispra si affida a Colombo. Fagnano e Antoniana spesa grossa

Settimana scoppiettante in prima categoria dove tra dimissioni e new entry non c’è stato un attimo di pace. Vediamo nel dettaglio i movimenti di tutte le società.

AMICI DELLO SPORT – Si era già avvicinato al Cas la scorsa estate, questa volta è davvero ufficiale: Alessio Nardone, centrocampista di personalità con un passato tra Castellanzese, Antoniana, Saronno Robur e Cantalupo, sbarca a Sacconago. Il ds Colombo piazza, dopo Napolitano e dopo essere riuscito a trattenere due perni come Agrello e Dugnani, un altro colpo che lascia ben intendere il volere del Cas per il prossimo anno, nuovamente diretto da mister Cau. Stand-by ora per quanto riguarda le entrate, si pensa a sfoltire la rosa: nei prossimi giorni se ne saprà qualcosa in più.

ANTONIANA
 – L’Antoniana spara ufficialmente i primi colpi di mercato aggiudicandosi tantissimi giovani ed un giocatore d’esperienza. Partendo da quest’ultimo: si tratta di Stefano Ferrario, centrocampista dell’Arsaghese che sceglie così la via bustocca. A rinforzare l’organico arrivano anche il portiere della Castellanzese Salvadori (98) e sempre da Castellanza il terzino Bertolotti (98). Altro giovane scuola Busto 81 a disposizione di mister Airoldi sarà Giuseppe Bongiorno (97). Tanti anche i ragazzi promossi dalla juniores: l’attaccante Ballarati (98), il centrocampista Cristian Fruttarol (99), un altro attaccante Luca Lualdi (98) ed il centrocampista Mirko Straface (99). Per completare la rosa si lavora per un centravanti di peso ed un difensore esperto, poi l’Antoniana si presenterà, intorno al 10 luglio, agli occhi di tutti.

ARSAGHESE – Ne sono successe di ogni questa settimana ad Arsago con il fulmine a ciel sereno delle dimissioni di mister Piana (“Si sono create situazioni che non riuscivo più ad accettare, non ho visto la volontà di crescere ulteriormente a cui si sono aggiunti miei motivi personali, per questo ho preso questa decisione”, le parole dell’allenatore) seguite poi nell’immediato da quelle del ds Brotto. Cosa succederà ora ad Arsago? Gli occhi sono stati puntati sul tecnico della Juventus Gemonio Marsich, che però si è preso del tempo per decidere e probabilmente scioglierà le riserve tra lunedì e martedì. Così facendo si è anche fermato il calciomercato perché gli arrivi di Brivio (difensore ex Buscate) e soprattutto dell’attaccante Andrea Ranieri (Fagnano) potrebbero essere congelati. I partenti, invece, cercano sistemazione: Ferrario ha scelto di ripartire dall’Antoniana, Falvella ha avuto qualche contatto con il Cas ma al momento ogni decisione è rimandata, restano in attesa di sistemazione Clerici, Ghirardello, Conserva, così come restiamo in attesa noi tutti per capire il futuro della società biancorossa.

BELFORTESE – Dopo la conferma in toto del gruppone artefice di un’ottima annata, eccezion fatta per Bonanni (che partirà per l’erasmus) e per Airoldi, attaccante a fine prestito che rientra a Morazzone, arriva anche il primo nome in entrata: si tratta di Gianluigi Furlan, esterno classe 96 ultimo anno trascorso a Morazzone dopo aver militato per due stagioni a Besnate. E’ quindi lui il primo rinforzo per mister Casaroli che invece ha visto sfumare l’affare Pantelis, centrocampista dell’Olimpia che alla fine ha ceduto alla corte del tecnico Dallo. “Cerchiamo un centrocampista ma non faremo follie” ha affermato il presidente Fontana, che sta dunque alla finestra in attesa di sviluppi.

FAGNANO – Il Fagnano fa la spesa a Solbiate e si aggiudica due centrocampisti esperti quali Simone Di Nola ed Ivan Carpentieri. Da Gerenzano arriva poi un altro pezzo importante per la mediana di mister Ulisse Raza, ovvero Bagi. Questi tre nomi vanno ad aggiungersi agli altri due acquisti già annunciati quali Saverio Ranieri, difensore ex Gorla e Vittorio Terzi, difensore ex Castano oltre che a Bacchion, che sceglie di non appendere gli scarpini al chiodo e di allungare la sua carriera di un altro anno. Il vice di Bertagnoli sarà, invece, Paolo Riganti, promosso della juniores, mentre il ds Riccio, che riabbraccia ufficialmente bomber Crea dopo un anno di stop causa infortunio, continua i colloqui per l’ultimo attaccante che completerebbe il reparto avanzato. Discorso fuoriquota: all’appello ne manca uno: si valutano le condizioni di Stefanetti, che sta faticando dopo l’infortunio, il giovane potrebbe quindi essere un ulteriore centrocampista.

GORLA MAGGIORE – Un Gorla scatenato sta cercando di costruire una squadra con il giusto mix di senatori e giovani. L’ultima settimana è stata molto produttiva visto che dopo i due acquisti quali Mireku e Strazzella (con Pisano che è saltato all’ultimo preferendo la Guanzatese), si è trovato l’accordo anche con il centrocampista di spessore Gianluca Saramin. A loro vanno ad aggiungersi il terzino sinistro Stilo, rientrante dalla Svizzera, e il giovanissimo portiere classe 99 La Fata (che farà da secondo a Massara). Il ds Morandi aveva anche tentato il tutto per tutto per riportare a casa Eugland Gjoka, beniamino della piazza grigiorossa, ma alla fine il centrocampista che ha a lungo militato nel Gorla, ha scelto di restare in Piemonte e lo farà con la casacca dell’Omegna (promozione). Non resta dunque che completare l’organico con altri giovani per dare ulteriori chance di gioco a mister Baratelli. In difesa si sta sondando il terreno per Morlacchi del Cairate e per Di Simone, ’98 del Busto 81 e si cerca anche un terzino destro che possa essere un’alternativa a Hushi e Foresti.

ISPRA ANGERA – Sembrava fosse tutto fatto per Martusciello alla guida della squadra per la prossima stagione, ed invece il dietrofront ha portato ad un nuovo nome che la società ha confermato ufficialmente: sarà Mirko Colombo, ex Gorla, il tecnico per la prossima annata. Per il resto è tutto in corso d’opera sia sul fronte entrate che sul fronte uscite, la società sta infatti dandosi da fare per costruire una rosa all’altezza della prima categoria.

MOZZATESE – Come già scritto domenica scorsa, il presidente Zerbinati annuncia che la società si dedicherà soltanto al settore giovanile e non proseguirà il suo percorso né con la prima squadra in Prima Categoria, né con la formazione Juniores. Il titolo sportivo non è stato ceduto a nessun altro club.

SAN MARCO – Con il ds Michele super attivo e preso tra un colloquio e l’altro, non trapelano ancora nomi certi che l’anno prossimo indosseranno la maglia della San Marco anche se i primi obiettivi sono un centrale esperto di difesa ed un punta giovane ma di spessore (si sta provando con un ’97 che ha disputato l’eccellenza). Sul fronte uscite il quadro è abbastanza chiaro ma non ufficiale, l’unica certezza è che l’esterno offensivo Simone De Michele cambierà aria, finendo con ogni probabilità a Gallarate. Ci vorrà almeno un’altra settimana per delineare con maggior certezza la San Marco di mister Rasini.

SOLBIATESE – Dopo le note vicende emerse nel corso della settimana, con le difficoltà di riuscire a riformare una prima squadra, il presidente Carnevali e tutta la dirigenza gialloverde si sono presi del tempo per decidere il da farsi. E’ certo che la Solbiatese non cederà nessun titolo e lavorerà tanto sui giovani riuscendo con ogni probabilità a formare anche la juniores, ma per la prima squadra è tutto in stand-by. I giocatore sono stati lasciati liberi di accasarsi altrove ed infatti in quattro hanno già preso altre strade, vedi Di Nola e Carpentieri a Fagnano, Saramin a Gorla Maggiore e Soave alla Valceresio, ma per il resto è tutto un grosso punto di domanda.

TRADATE – Dopo tanti dubbi e voci su una possibile non presenza in Prima Categoria del Tradate, il presidente Rosario Tramontana non solo ha scacciato le nubi sul futuro della sua società ma ha anche piazzato i primi colpi. L’ex ds nonché giocatore Riccardo Massara l’anno prossimo scenderà in campo con il Gorla Maggiore e al suo posto è arrivato a ricoprire la carica di ds Maurizio Salese. A sedersi sulla panchina, invece, sarà Carlo Belvisi. Nei prossimi giorni arriveranno le ufficialità anche dei nuovi giocatori.

UNION TRE VALLI – Nulla di nuovo durante questa settimana in casa Union Tre Valli. Dopo la conferma in panchina di mister Vincenzi, subentrato in corso d’opera e che ha portato ad una tranquilla salvezza, la società è alla ricerca di un portiere (Ambrosetti, classe 1997, infatti, è rientrato alla base Valceresio quando l’accordo con il ragazzo per un’altra stagione sembrava ormai raggiunto), un difensore centrale che potrà rimpiazzare Crosti (addio per motivi di distanza) e un paio di attaccanti. Piace Borella e il centrocampista Picariello, che ha giocato in Svizzera nella stagione da poco conclusa, appare più vicino.

VALCERESIO – La Valceresio si tiene stretta il capocannoniere dello scorso campionato Matteo Ponti, e si tiene stretta anche il fulcro del centrocampo ovvero Michele Italiano, che declina così le offerte ricevute tra cui quella del Morazzone. Salutano l’ambiente arcisatese, invece, capitan Arena, l’attaccante Nicora e Cerabona che approda al Cuasso. Le entrate, oltre quella di Ambrosetti che sostituirà il numero uno Di Rita, sono quelle del centrocampista del Gavirate Mattia Iori, finalmente ufficiale, e del difensore della Solbiatese Andrea Soave. Riscattati dal Fenegrò i difensori Favaretto e Quiroz oltre che il centravanti Nigro, aggregati alla prima squadra dalla juniores i due ’98 Borin e Bosio, rispettivamente difensore e centrocampista, l’ultimo tassello da mettere a disposizione del tecnico Roncoroni sarà una punta con cui si dovrebbe chiudere nei prossimi giorni.

VANZAGHELLESE – E’ caccia al portiere e alla punta: due pedine per completare l’organico della Vanzaghellese 2017/18. D’altronde la maggior parte delle mosse sono già state perfezionate nei giorni scorsi con le conferme di Grassi, Foglia, Armentano, Mesiti, Candido, Mariano, Diop, le promozioni in prima squadra di Menendez ed Herrera, e soprattutto gli arrivi dell’attaccante Negri (’95) che lascia Ticinia, il centrocampista Bellin (97), il difensore Becchio (98), il portiere Mainini (95) l’anno scorso in forza alla Castanese, Vago, centrocampista Antoniana, Pisoni difensore Antoniana e Vacirca, altro difensore sempre in arrivo dall’Antoniana. Novità anche in panchina con il tecnico Trubia che subentra a mister Spinelli.

Leggi anche:

CALCIOMERCATO 1° PARTE

CALCIOMERCATO 2° PARTE

Mariella Lamonica