La positività di Agata Witkowksa: vive Busto, sogna le Olimpiadi

0
41

Insieme a Ilaria Spirito, Agata Witkowksa è il libero della della UYBA. Al suo primo anno fuori dai confini del suo Paese, la Polonia, la numero 7 in giallo si è integrata subito bene nella nuova realtà e nelle ultime gare è tornata a prendersi il posto da titolare nel sestetto.

Cosa ti ricordi del tuo arrivo a Busto Arsizio?
Bolzano-UYBA 01 Witkowska“Sono giunta a Busto Arsizio mentre le mie compagne stavano giocando un’amichevole e le ho raggiunte con entusiasmo. In generale ero molto entusiasta di iniziare la mia prima avventura all’estero, anche se non nego che ero un po’ di spiaciuta per aver lasciato in Polonia la mia famiglia e i miei affetti”.

Che cosa ami dell’Italia?
“Al primo posto metto sicuramente il cibo che è buonissimo. Poi, senza dubbio dico anche il tempo perché rispetto alla Polonia qui l’inverno è molto meno rigido e mi piace tanto anche la vostra architettura, gli edifici, le piazze che ho avuto modo di visitare in questi mesi; mi ha colpito positivamente Milano, con il suo Duomo e i suoi palazzi del centro. In generale, però, credo che tutta l’Italia sia molto bella”.

Che cosa invece non ti piace dell’Italia?
“Che avete sempre tante, troppe cose da fare e che inevitabilmente non si trova tempo per tutto e arrivate in ritardo”.

Come hai iniziato a giocare a pallavolo?
“È uno sport che mi è sempre piaciuto e già da bambina ero solita guardare le partite di pallavolo in televisione con i miei amici. Alle scuole elementari ho cominciato ad allenarmi più seriamente e ho avuto la fortuna di avere un coach molto bravo che mi ha inserito nella squadra delle ragazzine più grandi. Da lì ho preso sul serio l’impegno e l’ho portato avanti”.

Quando hai deciso di formarti come libero?
“Amo molto attaccare, ma rispetto a tutte le altre mie compagne sono sempre stata la più bassa e dunque è stato inevitabile che mi abbiano indirizzato verso il ruolo di libero”.

UYBA-Bergamo by Molinari 20 witkowska esultaDopo un periodo negativo, la vittoria contro Bergamo vi ha risollevato il morale e tu sei stata tra le protagoniste di quel successo.
“Sono contentissima della nostra prestazione di quella sera. È stato davvero importante per noi conquistare i tre punti e ritrovarci come squadra. Volevamo metterci alle spalle una serie di partite difficili e ci siamo riuscite con grande grinta ed esprimendo anche un bel gioco. Sono felice per tutto il gruppo e sono soddisfatta di aver dato il mio contributo. Domenica ci riproviamo di nuovo in casa contro Scandicci”.

Credi che abbiate ulteriori margini di miglioramento?
“Ne sono sicura. Va detto, però, che è fondamentale per noi recuperare tutte le infortunate e allenarci finalmente al completo. Se lavoriamo tutte insieme durante la settimana è più facile affrontare la partita e provare alcune situazioni che poi si possono ripresentare nel corso di un match ufficiale”.

Se invitassi a cena un AdF, quale piatto polacco cucineresti?
“Preparerei sicuramente i pierogi, che sono una specie di ravioli ripieni con crauti e funghi oppure con carne, patate, cipolle o formaggio. Qualche settimana fa li ho fatti assaggiare a Brayelin e le sono piaciuti molto”.

Hai un portafortuna che tieni sempre con te anche durante le partite?
“Indosso sempre lo stesso top ad ogni gara che gioco e non tolgo mai un paio di orecchini che mi ha regalato mio marito”.

witkowska by baldoinSe potessi far venire qualcuno della tua famiglia in Italia, chi sceglieresti?
“Non ho esitazioni: mio marito. E gli direi di portare anche il mio cane che mi manca molto. Purtroppo però il mio cane non può volare perché è di taglia troppo grossa e venire in Italia in macchina è un viaggio lunghissimo! Sono ben 23 ore”.

Se invece dovessi portare qualcuno con te dall’Italia in Polonia, su chi cadrebbe la tua scelta?
“Non lo so proprio. In questo momento mi mancano tantissimo mio marito e il mio cane e vorrei solo loro al mio fianco. Ma siete tutti i benvenuti in Polonia e vi inviterei più che volentieri”.

Che cosa ti piace fare nel tuo tempo libero?
“Nel primo periodo qui a Busto ho preso lezioni di italiano e ho visitato qualche città vicina. In generale, adoro cucinare e passo molto tempo ai fornelli e amo anche leggere e guardare film”.

Hai legato in particolare con qualche tua compagna di squadra?
“Condivido l’appartamento con Bayelin Martinez e quindi è lei che conosco meglio ed è con lei che faccio più cose insieme”.

Hai un giocatore di riferimento al quale ti ispiri o ti sei ispirata nel passato?
“Per quanto riguarda il ruolo di libero, il mio modello è sempre stato il brasiliano Sergio, un vero campione e il mio idolo”.

Che rapporto hai con l’italiano?
“Capisco quello che ci dice Mencarelli prima della partita e quando parlo con le mie compagne, ma non sono ancora in grado di affrontare un’intera intervista in italiano”.

Qual è la difficoltà maggiore nell’imparare l’italiano?
“Per me è molto complicato parlare usando i giusti modi verbali nel passato e nel futuro, nel presente me la cavo meglio e uso praticamente solo quello”.

witkowska stufiLa pallavolo è popolare in Polonia?
“Molto, ma soprattutto quella maschile; il volley femminile è meno seguito e ha anche meno risorse a disposizione”.

Se volessi mandare un messaggio ad Asia Wolosz, che cosa ti sentiresti di dirle?
“Qualche volta ci sentiamo e lei mi ha sempre detto ogni bene su Busto Arsizio e sulla UYBA. Qui si è trovata benissimo e mi ha consigliato di accettare l’offerta biancorossa. Quindi la ringrazierei tanto per il suggerimento che mi ha dato”.

Qual è il tuo numero preferito?
“13”.

Quale animale ami di più?
“I cani”.

Qual è il piatto che ti piace di più?
“La zuppa”.

Il colore?
“Il blu”.

La città?
“Danzica, la mia città”.

Il film?
“Hachiko – Il tuo migliore amico”.

Qual è la tua serie TV preferita?
“The Vampire Diaries”.

La canzone?
“Quella della serie di Friends: I’ll Be There for You”.

La tua migliore qualità?
La positività”.

Il tuo difetto?
“Sono sempre nervosa al mattino”.

Il tuo miglior ricordo?
“Il giorno del mio matrimonio”.

Il tuo posto preferito a Busto Arsizio?
“Al Tigros”.

La tua vacanza tipo?
“In qualsiasi luogo caldo dove ci sia il mare”.

Chi è la tua compagna più simpatica?
“Beatrice Negretti”.

Qual è sempre stato il tuo sogno da bambina?
“Vincere la medaglia d’oro alle Olimpiadi”.

 

Michela Guarino e Manuel Prearo
(foto di Gabriele Alemani, Daniele Mora, Ilaria Baldoin e Alessandra Molinari)